Olio d'oliva e dieta chetogenica

Perché l'olio extravergine di oliva è tra i grassi preferiti da un organismo in chetosi.
Agosto 14, 2020
Daniel Dawson

Notizie recenti

La dieta chetogenica è diventata popolare negli ultimi anni, con alcuni analisti di mercato aspettandosi che l'adesione al programma alimentare continui a crescere nel prossimo mezzo decennio. La dieta è già ben consolidata in Europa e nel Nord America e si sta espandendo in popolarità anche in Asia.

La dieta incentrata sui grassi è stata storicamente utilizzata per trattare bambini e adulti con epilessia. Tuttavia, studi moderni hanno dimostrato che l'adesione a una dieta chetogenica può avere una varietà di altri benefici alla salute, compresa la perdita di peso e mitigare gli effetti di Diabete di tipo 2.

Vedi anche: Nozioni di base sull'olio d'oliva

La dieta funziona facendo sì che gli aderenti sostituiscano i carboidrati e le proteine ​​con grassi sia saturi che insaturi. Molti esperti di salute e seguaci entusiasti della dieta chetogenica affermano che includere l'olio extravergine di oliva nella dieta è un ottimo modo per migliorarne l'efficacia.

Qual è la dieta chetogenica?

La dieta chetogenica - queste in breve - si basa principalmente sul consumo di grassi, dando meno enfasi agli altri due macronutrienti: proteine ​​e carboidrati.

Mentre i rapporti variano a seconda dell'individuo e dei loro obiettivi, l'apporto calorico degli aderenti alla dieta cheto è tipicamente composto solo dal 10 al 15 percento di carboidrati e dal 30 al - percento di proteine, con il resto della dieta costituito da grassi.

Vedi anche: Notizie di dieta

L'idea alla base della dieta è raggiungere la chetosi, uno stato in cui il corpo e il cervello passano dalla scomposizione dei carboidrati all'elaborazione dei grassi come fonte primaria di energia.

Durante la chetosi il corpo converte il grasso in chetoni, che vengono poi convertiti in energia. All'inizio della dieta, il corpo brucia solo il grasso appena consumato, ma quando il corpo si adatta, inizia anche ad abbattere il grasso immagazzinato.

Poiché il corpo sta tornando a questa fonte alternativa di carburante, è importante non consumare un volume elevato di carboidrati, poiché si convertirà rapidamente nuovamente utilizzando questo macronutriente come carburante.

Benefici per la salute della dieta chetogenica

Se gestita correttamente, la dieta chetogenica può portare una serie di benefici per la salute agli aderenti.

L'uso principale della dieta chetogenica è perdere peso. Dopo che il corpo ha bruciato tutti i carboidrati, converte esclusivamente il grasso in energia, che brucia molte più calorie. Ci sono anche alcune prove che suggeriscono che le diete ricche di grassi e proteine ​​sono più sazianti e portano i partecipanti a consumare meno calorie in generale.

Vedi anche: Health News

La ricerca suggerisce che la dieta chetogenica può anche ridurre il rischio di malattia del cuore e mitigare il rischio di sindrome metabolica (cioè ipertensione, colesterolo alto e glicemia alta) aumentando il livello del corpo di "buoni ”colesteroli e abbassando il livello di "colesterolo cattivo.

L'aderenza alla dieta chetogenica può anche mitigare gli impatti della resistenza all'insulina e del diabete di tipo 2. Ci sono anche alcune prove (sebbene non siano conclusive) che suggeriscono che la dieta chetogenica può anche essere utile per l'acne, prevenzione del cancro, sindrome dell'ovaio policistico e alcune malattie neurali, tra cui Il morbo di Alzheimer.

Per quanto riguarda il diabete, la prevenzione del cancro e l'acne, la dieta chetogenica può essere utile perché consuma l'insulina del corpo e impedisce che si accumuli nel flusso sanguigno. L'insulina aiuta ad alimentare la crescita delle cellule tumorali e una quantità eccessiva di essa nel sangue può portare all'insulino-resistenza e al diabete.

I ricercatori non sono ancora sicuri del motivo per cui la dieta chetogenica possa essere utile nel mitigare gli impatti delle malattie neurodegenerative, ma teorizzano che quando il grasso viene convertito in chetoni e inviato al cervello, può agire come uno strato protettivo sulle cellule cerebrali.

Olio d'oliva e dieta chetogenica

Poiché circa il 70% dell'apporto calorico nella dieta chetogenica proviene dai grassi, è importante mangiare i tipi corretti.

Il consumo di quantità significative di grassi monoinsaturi è importante per migliorare l'efficacia della dieta chetogenica. Per questo motivo, l'olio extravergine di oliva - composto per circa il 73% da grassi monoinsaturi - si adatta perfettamente alla dieta chetogenica.

Non solo il consumo di olio extravergine di oliva come parte della dieta completa molti dei suddetti benefici per la salute, ma alcuni le prove suggeriscono che è tra i grassi preferiti da digerire da un corpo che è in chetosi.

Vedi anche: Cucinare con olio d'oliva

L'olio extravergine di oliva è anche ricco di antiossidanti, che possono aiutare ad assorbire i nutrienti di cui hanno bisogno negli alimenti. Poiché un numero limitato di carboidrati è fondamentale per il successo delle diete chetogeniche, consumare insalate condite con olio extravergine di oliva o verdure grigliate con la roba aiuta il corpo a ottenere il massimo da questi alimenti.

Inoltre, l'olio extravergine di oliva è ricco di polifenoli, Omega-3 e Omega-6 acidi grassi, tutti composti salutari che aiutano il corpo a funzionare correttamente.

Oltre ai benefici per la salute derivanti dall'aggiunta di olio extravergine di oliva alla dieta chetogenica, c'è anche il fattore sapore.

Dall'aggiunta alle insalate alle uova fritte, l'olio extravergine di oliva è un ingrediente di cucina versatile che può aiutare ad aggiungere un po 'di varietà e complessità a un piano alimentare cheto.





Suggerisci una modifica

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti