` Il Consiglio pubblica le stime per la produzione di olive da tavola 2019/20

Affari

Il Consiglio pubblica le stime per la produzione di olive da tavola 2019/20

Febbraio 4, 2020
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Il Consiglio internazionale dell'olio d'oliva (CIO) ha pubblicato i suoi dati provvisori per la produzione globale di olive da tavola per la campagna 2019/20, con un aumento del 13.9 percento a 2,925,500 tonnellate rispetto alle 2,569,000 tonnellate prodotte nella stagione 2018/19.

Si prevede che l'Egitto prenderà il comando dalla Spagna con un raccolto di 690,000 tonnellate di olive rispetto alle 497,000 dello scorso anno, mentre la centrale iberica cadrà alla seconda posizione con 500,000 tonnellate - un calo del 16% rispetto alle 580,000 tonnellate prodotte nella stagione precedente .

Altri grandi produttori come l'Algeria e il Marocco dovrebbero mantenere i livelli dell'anno agricolo precedente, con una produzione che raggiunge rispettivamente 300,000 tonnellate e 130,000 tonnellate.

Si prevede una leggera caduta per la Turchia, con un raccolto stimato di 414,000 tonnellate rispetto alle 423,000 tonnellate della stagione precedente.

L'Italia, d'altra parte, sta registrando un sostanziale aumento dell'85 percento, passando dalle 40,000 tonnellate dell'anno scorso alle 74,000 tonnellate nella stagione 2019/20, ma ancora basso in termini di volume rispetto ai suoi grandi concorrenti.

pubblicità

La Grecia avrà probabilmente un aumento del 24 percento raggiungendo un totale di 207,000 tonnellate, rispetto alle 167,000 tonnellate precedenti, mentre si stima che il raccolto argentino di olive da tavola raggiunga le 100,000 tonnellate, il 25 percento in più rispetto alle 80,000 tonnellate dell'anno agricolo precedente.

Il consumo globale di olive da tavola dovrebbe aumentare del 2.1% nel 2019/20, come previsto dal CIO.



Articoli Correlati