La "Terra digitale" potrebbe aiutare a prevedere gli effetti dei cambiamenti climatici

Gli scienziati stanno costruendo un modello digitale della Terra che fungerà da sistema di informazione per un migliore processo decisionale in materia di sviluppo e questioni ambientali all'interno dell'Unione europea.

Marzo 9, 2021
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Un team di scienziati e ricercatori dell'Università ETH di Zurigo ha creato una rappresentazione virtuale ad alta precisione della Terra per simularne gli effetti cambiamento climatico.

Chiamato Destination Earth, il cosiddetto gemello digitale del pianeta modellerà gli impatti delle attività naturali e umane sul pianeta.

Gli scienziati hanno in programma di alimentare i dati osservativi di Destinazione Terra utilizzati per le previsioni meteorologiche e replicare il maggior numero possibile di processi che si verificano sul pianeta, compreso l'impatto degli esseri umani sul cibo, l'acqua e i sistemi energetici.

Vedi anche: Il progetto aiuta i coltivatori a prepararsi per le sfide poste dal cambiamento climatico

In definitiva, sperano di prevedere eventi futuri in base alle fluttuazioni climatiche che si verificano sul pianeta.

I dati disponibili indicano che il clima in continua trasformazione è creando condizioni ostili per gli esseri umani.

Secondo l'organizzazione Germanwatch per l'equità e la salvaguardia dei mezzi di sussistenza, le condizioni meteorologiche estreme hanno causato più di mezzo milione di vite umane negli ultimi decenni.

Anche un recente rapporto delle Nazioni Unite lo ha scoperto disastri legati a condizioni meteorologiche estreme sono aumentati esponenzialmente dagli anni '1980.

Il modello digitale della Terra fungerà da sistema informativo, producendo risultati prima che si verifichino eventi meteorologici estremi nella vita reale.

I risultati possono quindi essere utilizzati dalle autorità nazionali e locali per mitigare gli effetti del cambiamento climatico e governi per decidere sulle politiche future.

Vedi anche: Il 2020 è l'anno più caldo mai registrato, concludendo il decennio più caldo del mondo

Esempi di queste politiche includono decisioni su dove piantare le colture per ottenere rendimenti migliori nei prossimi anni o scegliere posizioni migliori per costruire turbine eoliche.

Il sistema dovrebbe fornire informazioni che rimarranno valide per diversi decenni.

"Se stai pianificando una diga alta due metri nei Paesi Bassi, posso esaminare i dati nel mio gemello digitale e verificare se con ogni probabilità la diga proteggerà ancora da eventi estremi previsti nel 2050 ", ha affermato Peter Bauer, vicedirettore di ricerca presso il Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine e co-creatore di Destination Earth.

L'implementazione del gemello digitale della Terra pone anche delle sfide per gli esperti di informatica poiché è necessario sviluppare sistemi e algoritmi incredibilmente avanzati per eseguire le complesse simulazioni del programma.

Entro il 2025, i ricercatori mirano a creare cinque rappresentazioni digitali funzionali del pianeta Terra e utilizzare i dati prodotti per costruire un file "gemello digitale completo della Terra ".

Il progetto fa parte del più ampio piano dell'Unione Europea per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Si prevede che contribuirà a migliorare le pratiche di sviluppo sostenibile e ad adottare migliori politiche ambientali all'interno del blocco.





Related News

Feedback / suggerimenti