Il nuovo grasso sintetico insaturo rimane solido a temperatura ambiente

La scoperta dei ricercatori in Belgio potrebbe eventualmente sostituire l'olio di palma e l'olio di cocco in una gamma di prodotti commestibili e domestici.
Foto: KU Leuven
Giu. 29, 2021
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Un grasso insaturo di nuova concezione rimane solido a temperatura ambiente e potrebbe eventualmente sostituire i grassi saturi solidi comunemente usati dalle aziende alimentari, come l'olio di palma o l'olio di cocco.

I ricercatori in Belgio che hanno sviluppato il nuovo grasso lo hanno chiamato Sterolife e in un comunicato stampa di KU Leuven, gli scienziati hanno scritto che "è un grasso inodore e incolore”.

Riteniamo che Sterolife diventerà un punto di svolta nell'industria alimentare e nella ricerca di alternative salutari ai prodotti ad alto contenuto di grassi esistenti.- Eva Daels, scienziata, gruppo di ricerca Alimenti e lipidi

I grassi insaturi come l'olio d'oliva e l'olio di girasole sono utilizzati dalle aziende alimentari per molti dei loro prodotti. Tuttavia, molti prodotti alimentari richiedono trame specifiche, come la spalmabilità, che è una caratteristica dei grassi saturi.

Date le sue proprietà, "Sterolife può ridurre il contenuto di grassi saturi nei prodotti senza sacrificare la qualità e la consistenza", ha affermato Eva Daels, scienziata del gruppo di ricerca Food & Lipids.

Vedi anche: I divieti di olio di palma incontrano la resistenza nel sud-est asiatico

I ricercatori hanno spiegato che Sterolife è composto da steroli vegetali, che spesso si trovano in quantità modeste in frutta, verdura, noci e cereali.

"L'uso di steroli vegetali offre vantaggi in termini di ambiente e sostenibilità", ha affermato Imogen Foubert, uno dei ricercatori del progetto. "Queste sostanze si trovano nei flussi di bypass dei processi produttivi esistenti”.

Gli steroli sono un composto minore che si può trovare anche nell'olio d'oliva. Clinico studi hanno dimostrato che l'assunzione alimentare di fitosteroli riduce il colesterolo nel sangue livelli e probabilmente inibisce il suo assorbimento dall'intestino tenue.

Inoltre, gli steroli hanno dimostrato di agire come agenti antinfiammatori, antibatterici, antimicotici, antiulcerativi, antiossidanti e antitumorali. Il contenuto totale di steroli nell'olio d'oliva varia tra 1,000 e 2,200 milligrammi per chilogrammo.

Foubert ha sottolineato come la sostenibilità interiore di Sterolife "è in netto contrasto con la produzione di olio di palma, il grasso più consumato al mondo”.

"La produzione avviene esclusivamente nelle aree tropicali e prevede la deforestazione della foresta pluviale, perdita di biodiversità ed enormi emissioni di CO2", ha aggiunto.

Secondo Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti dati, negli ultimi 10 anni la produzione di olio di palma è aumentata da 56 milioni di tonnellate a 76 milioni di tonnellate, con Indonesia e Malesia come principali esportatori.

L'olio di palma è ampiamente utilizzato dall'industria alimentare ma si trova anche in shampoo, cosmetici e prodotti per la pulizia. L'olio di palma è anche frequentemente utilizzato in diversi paesi asiatici come biocarburante per i veicoli.

L'olio di cocco viene esportato principalmente da Filippine, Indonesia e India e, secondo l'USDA, nel 2021 la produzione mondiale ha sfiorato i 3.5 milioni di tonnellate.

I ricercatori di KU Leuven hanno affermato che il prossimo passo per Sterolife è sviluppare il prodotto con l'obiettivo di portarlo sul mercato.

Lo studio, finanziato dall'Agenzia fiamminga per l'innovazione e l'imprenditorialità, metterà alla prova il nuovo grasso "per determinare se e come Sterolife può essere utilizzato come ingrediente nei prodotti alimentari”.

Questa nuova ricerca si concentrerà inizialmente sui prodotti esistenti promossi come prodotti per abbassare il colesterolo che "contengono ancora una quantità significativa di grassi saturi", ha affermato Daels. "Inizialmente, ciò riguarderà margarine, creme spalmabili e prodotti da forno come biscotti, muffin e barrette di cereali”.

"Testeremo come si comporta il nostro grasso in questi prodotti specifici e, sulla base di questa conoscenza, metteremo a punto il processo di produzione", ha aggiunto. "Ci sono ancora diversi ostacoli da superare, ma crediamo che Sterolife diventerà un punto di svolta nell'industria alimentare e nella ricerca di alternative salutari ai prodotti ad alto contenuto di grassi esistenti”.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti