Le mosche dell'olivo in Spagna sono immuni ai pesticidi comuni, risultati di uno studio

Circa l'80% delle popolazioni di mosca dell'olivo sulla terraferma ha geni che conferiscono resistenza a uno dei pesticidi più popolari.

Settembre 22, 2020
Di Daniel Dawson

Notizie recenti

Mosca di frutta olivata popolazioni in Spagna hanno sviluppato una resistenza genetica a un tipo comune di pesticida utilizzato per controllarli ed eliminarli, secondo una ricerca recentemente pubblicata dall'Università Complutense di Madrid.

Lo studio, pubblicato sulla rivista accademica Insects, ha rilevato che oltre l'80% delle popolazioni di moscerini dell'olivo nella terraferma spagnola ha geni che conferiscono un alto livello di resistenza ai pesticidi organofosfati comunemente usati.

Vedi anche: Lo studio sul controllo della mosca della frutta vince il premio per la ricerca

I livelli di resistenza a pesticidi organofosfati sono risultati coerenti nelle popolazioni di moscerini della frutta indipendentemente dal tipo di oliveto (cioè biologico, ad altissima densità, tradizionale) in cui sono stati trovati.

Normalmente, i pesticidi organofosfati agiscono inibendo la proteina acetilcolinesterasi, che scompone l'acetilcolina chimica, un neurotrasmettitore responsabile della contrazione muscolare.

"Gli insetticidi organofosfati bloccano irreversibilmente l'acetilcolinesterasi, quindi l'acetilcolina non viene degradata, il che provoca una paralisi prolungata dell'insetto e con essa la sua morte ”, ha detto Esther Lantero, ricercatrice presso il dipartimento di genetica, fisiologia e microbiologia dell'università.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Tuttavia, i ricercatori hanno affermato che l'uso eccessivo di questi pesticidi sugli ulivi in ​​tutto il paese ha causato tre diversi tipi di mutazioni al gene dell'asso. Ciascuna di queste mutazioni ha un effetto negativo sul modo in cui i pesticidi interagiscono con la proteina acetilcolinesterasi e ne diminuisce l'efficacia.

"È essenziale trovare alternative efficaci che riducano significativamente la densità delle popolazioni di mosca dell'olivo ", ha detto Lantero. "Per questo motivo, gli sforzi dovrebbero concentrarsi sul ricerca di biologico, metodi culturali, biotecnologici o fisici che riducono l'uso di sostanze chimiche, concentrando l'approccio basato sul controllo biologico ".

Oltre a testare le popolazioni di mosche dell'olivo provenienti da 12 diverse regioni spagnole, i ricercatori hanno anche testato popolazioni di altre 12 regioni sparse in cinque paesi del Mediterraneo.

Hanno trovato alti gradi di resistenza ai pesticidi organofosfati da popolazioni selezionate in Grecia e Italia (almeno il 95%), mentre le popolazioni di Israele e Portogallo avevano livelli di resistenza significativamente più bassi (più vicini al 50%).

Nel frattempo, le popolazioni della Tunisia e delle Isole Baleari spagnole hanno registrato livelli di resistenza quasi trascurabili.





Related News

Feedback / suggerimenti