La Spagna riconquista la posizione di secondo più grande esportatore di olio d'oliva negli Stati Uniti

Nella prima metà del 2021 le esportazioni di olio d'oliva dalla Spagna agli Stati Uniti sono aumentate di quasi il 40%. Le esportazioni andaluse hanno in gran parte alimentato la crescita.

Agosto 30, 2021
Di Ephantus Mukundi

Notizie recenti

Le esportazioni di olio d'oliva spagnolo negli Stati Uniti sono aumentate del 37.5% nella prima metà del 2021, secondo i dati del Associazione interprofessionale dell'olio d'oliva spagnolo.

Tra gennaio e giugno, le spedizioni di olio d'oliva dalla Spagna agli Stati Uniti hanno raggiunto le tonnellate 57,402. Nello stesso periodo, gli Stati Uniti hanno importato 207,522 ton, un aumento di poco più dell'-% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Abbiamo continuato a scommettere sul consumatore nordamericano.- Pedro Barato, Interprofesional del Aceite de Oliva Español

Pedro Barato, presidente dell'Interprofessional, ha affermato che queste cifre indicano che la Spagna è sulla buona strada per riconquistare la sua posizione di leader nel mercato statunitense dell'olio d'oliva dopo il Tariffa del 25 percento imposta su una varietà di prodotti agricoli e manifatturieri provenienti da Francia, Spagna, Germania e Regno Unito è stato temporaneamente sospeso a marzo e rimosso definitivamente a giugno.

Vedi anche: Notizie commerciali sull'olio d'oliva

"Abbiamo continuato a scommettere sul consumatore nordamericano", ha affermato Barato. "Ora otteniamo la nostra ricompensa, per riposizionarci come leader nel paese che è il terzo maggior consumatore di oli d'oliva con circa 400,000 tonnellate all'anno ".

Nella prima metà del 2021, le importazioni di olio d'oliva spagnolo hanno rappresentato circa il 28 percento di tutte le spedizioni di olio d'oliva negli Stati Uniti, con un aumento del sei percento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

La Spagna ha ora superato la Tunisia come il secondo esportatore di olio d'oliva negli Stati Uniti, ma ancora resta dietro l'Italia.

Esportazioni di olio d'oliva in bottiglia negli Stati Uniti è sceso dell'80% nel 2020 rispetto al 2019 a causa delle tariffe imposte dall'amministrazione dell'ex presidente Donald J. Trump nel corso della decennale disputa tra Stati Uniti e Unione europea sui sussidi illegali ai produttori di aeromobili Boeing e Airbus.

Produttori da Andalusia;, la più grande regione produttrice di olio d'oliva della Spagna con un margine significativo, celebra anche un eccellente inizio di 2021. Secondo il governo provinciale della comunità autonoma, le esportazioni di olio d'oliva sono aumentate di circa il 18 percento nei primi sei mesi dell'anno.

Grazie alla continua ripresa dei prezzi dell'olio d'oliva nella regione il valore di queste esportazioni ha raggiunto circa 1.3 miliardi di euro.

"[L'olio d'oliva] è un riferimento primario per le esportazioni andaluse grazie alla sua alta qualità e continua ad essere il punto di ingresso chiave per molti altri prodotti agroalimentari andalusi sul mercato estero", ha affermato Carmen Crespo, ministro andaluso dell'agricoltura, dell'allevamento , pesca e sviluppo sostenibile.

Daniel Dawson ha contribuito a questo rapporto.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti