Un nuovo strumento potrebbe fermare la diffusione del vettore principale di Xylella Fastidiosa

Usando le vibrazioni sonore, i ricercatori potrebbero essere in grado di interrompere l'accoppiamento di cimici negli uliveti. I gruppi di agricoltura chiedono ulteriori ricerche.
Foto di Cain Burdeau per Olive Oil Times
Marzo 15, 2021
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Un team di ricercatori italiani ha sviluppato un nuovo strumento per combattere Xylella fastidiosa. Mira a disturbare spittlebug l'accoppiamento, che è uno dei principali vettori dei batteri.

La Xylella fastidiosa è un patogeno mortale che ha infettato 21 milioni di ulivi sparsi su 183,000 ettari in tutto il sud Italia, secondo l'associazione agricola italiana, Coldiretti.

Un rumore continuo con una gamma di frequenza specifica potrebbe interrompere con successo l'accoppiamento interferendo con la comunicazione maschio-femmina.- attori XF, 

La nuova area di ricerca, denominata biotremologia, ha portato gli scienziati a studiare gli effetti delle vibrazioni sonore sugli insetti e scoprire come si potrebbe ridurre la riproduzione degli sputacchieri.

I ricercatori dell'iniziativa XF-Actors, della Fondazione Edmund Mach, dell'Università di Trento e dell'Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari si sono concentrati sull'impatto che le vibrazioni specifiche hanno avuto sulla riproduzione della specie, prendendo a prestito dalle esperienze della sua applicazione su parassiti del vigneto.

Vedi anche: Il trattamento per mitigare l'impatto della Xylella Fastidiosa si mostra promettente in Italia

Nell'ultimo decennio sono stati studiati gli effetti della perturbazione vibrazionale sugli insetti più dannosi per il settore agricolo del paese.

"Gli insetti usano le micro vibrazioni per comunicare ", hanno detto i ricercatori della Fondazione Edmund Mach. "Interferendo con queste comunicazioni, le femmine di diversi insetti non possono ricevere i segnali dai maschi, il che si traduce in una significativa riduzione delle opportunità di accoppiamento ".

Nei vigneti sono già in fase di sperimentazione segnali di interruzione vibrazionale per ridurre l'uso di pesticidi. Gli esperti ritengono che lo stesso trattamento potrebbe essere utilizzato negli oliveti pugliesi per contenere la riproduzione di sputacchiere e di diffusione di Xylella fastidiosa.

"Gli scienziati hanno raccolto dati sulla comunicazione vibrazionale di Philaenus spumarius [la specie di spittlebug] con un vibrometro laser durante tutto l'anno ", ha detto un comunicato stampa di XF-Actors. "Un rumore continuo con una gamma di frequenza specifica potrebbe interrompere con successo l'accoppiamento interferendo con la comunicazione maschio-femmina. "

Sebbene gli scienziati ritengano che questi primi risultati siano incoraggianti, evidenziano come siano necessarie ulteriori ricerche sul nuovo strumento biologico.

"Lo studio è ancora in corso e porterà sicuramente a prove scientifiche essenziali per la lotta contro l'insetto vettore ”, ha affermato Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia. "L'importanza della ricerca scientifica nella lotta alla Xylella fastidiosa è evidente da anni e deve esserlo supportato con più finanziamenti per le attività di ricerca, monitoraggio e campionamento di laboratorio [che derivano dai] 10 milioni di euro stanziati dal Piano di Rigenerazione dell'Olivo ".

"I fondi dell'Unione Europea destinati al monitoraggio e al campionamento sono solo una piccola variazione, essendo pari a 3 milioni di euro per l'intero territorio italiano e destinati a coprire operazioni su sette diversi patogeni ”, ha aggiunto.





Related News

Feedback / suggerimenti