Africa / Medio Oriente

In Attacchi al Wake of Terror, si spera che l'accordo sull'olio di oliva dell'UE possa aiutare l'economia tunisina

Settembre 18, 2015
Di Gaynor Selby

Notizie recenti

Le esportazioni di olio d'oliva tunisino sono destinate ad aumentare dopo che l'Unione europea ha adottato piani per aiutare l'economia del paese a riprendersi a seguito degli attentati terroristici delle spiagge di giugno.

Dall'incidente terroristico quando i turisti europei di 38 sono stati uccisi in una località balneare di Sousse e un altro 39 è rimasto gravemente ferito, l'industria del turismo tunisina ha subito un duro colpo.

La Tunisia può contare sul sostegno dell'UE in un momento così difficile.- Federica Mogherini, alta rappresentante dell'UE

Il pazzo sicario e il sostenitore dell'ISIS Seifeddine Rezgui, 24 anni, hanno fatto una follia omicida di 11 minuti nel villaggio turistico fino a quando non è stato ucciso dalla polizia. L'incidente ha inviato ondate di shock in tutto il mondo e i vacanzieri europei hanno evitato il paese questa estate.

Un modo in cui l'Unione europea afferma di poter dimostrare sostegno è quello di incoraggiare gli Stati membri a importare più olio d'oliva tunisino, che è la principale esportazione agricola del paese verso l'UE.

L'industria petrolifera tunisina è una parte vitale dell'economia del paese, che fornisce lavoro diretto e indiretto a oltre un milione di persone e rappresenta un quinto degli impieghi agricoli totali del paese.

pubblicità

La nuova iniziativa dell'UE aumenterà drasticamente le esportazioni di olio d'oliva tunisino verso l'UE, portando il necessario impulso economico a breve termine nel paese.

L'accordo della Commissione europea, in vigore fino alla fine del 2017, offre un contingente tariffario annuale unilaterale esente da dazio di 35,000 tonnellate per le esportazioni tunisine di olio d'oliva verso l'UE, oltre alle attuali 56,700 tonnellate nell'ambito della Accordo di associazione UE-Tunisia che è in esecuzione da 1995.

“Tempi eccezionali richiedono misure eccezionali. La proposta è un forte segnale di solidarietà dell'UE con la Tunisia e fa seguito al mio impegno nei confronti del Primo Ministro Essid e del Ministro degli Esteri Baccouche. La Tunisia può contare sul sostegno dell'UE in un momento così difficile ", ha affermato Federica Mogherini, alto rappresentante dell'Unione europea.

pubblicità

Il commissario responsabile per l'agricoltura e lo sviluppo rurale Phil Hogan ha affermato che il settore dell'olio d'oliva tunisino è uno dei settori economici più importanti del paese ed è moralmente giusto che l'Europa lo aiuti a riprendersi.

“Questa iniziativa è il risultato dell'impegno dell'UE per aiutare l'economia tunisina a seguito dei recenti terribili eventi. È uno sforzo concreto rivolto a uno dei settori economici più importanti del Paese ", ha affermato Hogan. "Mira a creare più posti di lavoro a vantaggio del popolo tunisino".

pubblicità

La proposta legislativa passerà ora al Parlamento europeo per controllo e adozione formale prima che entri in vigore ufficialmente.