La richiesta del ministro dell'Agricoltura rivela le turbolenze nel settore dell'olio d'oliva in Spagna

L'angoscia sul mercato internazionale, le conseguenze del Covid-19 e le tariffe statunitensi sulle importazioni agitano il più grande produttore mondiale di olio d'oliva.
Ministro dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione, Luis Planas
Può. 27, 2020
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Attraverso il suo Ministero dell'Agricoltura, della Pesca e dell'Alimentazione, la Spagna ha chiesto formalmente all'Unione Europea di agire di nuovo per combattere prezzi bassi nel mercato dell'olio d'oliva.

In una lettera firmata dal ministro Luis Planas, Madrid ha sottolineato quanto sia vantaggiosa la precedente UE offerte per l'ammasso privato era stato nel settore.

Il progetto lettera, inviato al Segretario europeo dell'Agricoltura Janusz Wojciechowski, arriva sulla scia del recente richiesta spagnola che l'olio d'oliva sia incluso nel regolamento sull'organizzazione comune dei mercati (OCM).

L'obiettivo del ministero spagnolo è fare in modo che l'UE consideri l'olio d'oliva all'interno di un quadro normativo di misure e procedure di mercato che consentiranno al settore dell'olio d'oliva europeo di essere più resiliente, un quadro già adottato dall'UE per altre produzioni agricole.

Nella sua lettera e per quanto riguarda lo specifico scenario spagnolo, Planas ha sottolineato che il prezzi bassi dell'olio d'oliva accoppiato con il Covid-19 le restrizioni che colpiscono i canali turistici e di vendita come ristoranti e pub mettono il settore dell'olio d'oliva sotto pressione.

Inoltre, ha scritto Planas, le conseguenze del Tariffe commerciali statunitensi stanno iniziando a mostrare. Considerando la prossima stagione dell'olio d'oliva, promettente in termini di volume, Madrid ha sottolineato l'importanza di un'azione rapida europea sul mercato dell'olio d'oliva.

Nella sua lettera, Planas notò che il precedenti gare di appalto privato ha concesso ai produttori europei la possibilità di ritirare dal mercato 213,445 tonnellate di olio d'oliva per quattro mesi, un periodo durante il quale ogni tonnellata trattenuta è stata sovvenzionata con € 0.83 ($ 0.91) al giorno.

Grazie all'effetto di stabilizzazione del mercato delle gare, ha scritto Planas, i prezzi dell'olio d'oliva sono stati difesi ei dati rilevanti di febbraio hanno mostrato la promessa dell'iniziativa.

Ma solo poche settimane fa, Planas ha definito il calo dei prezzi nel mercato "anormale e ingiusto "e ha anticipato che avrebbe chiesto ulteriori azioni per stabilizzare i prezzi in modo che "almeno copriranno i costi di produzione ".

La lettera Planas è stata accolta con favore dalle organizzazioni spagnole di agricoltori e produttori. Cristóbal Cano, capo dell'UPA Jaén, ha affermato che la lettera va nella giusta direzione e ha sottolineato quanto sia rilevante la stabilizzazione dei prezzi per il mercato dell'olio d'oliva e per altri settori agricoli colpiti dalle turbolenze del mercato a seguito dell'epidemia.

Cano ha anche affermato che un'attenzione specifica deve essere prestata ai tradizionali agricoltori di olio d'oliva, che sono maggiormente colpiti dal calo del prezzo di origine.

Commenti simili sono venuti da Juan Luis Ávila, segretario generale del COAG Jaén, che noto che il sindacato degli agricoltori aveva già chiesto il rinnovo delle gare di ammasso privato per almeno altri sei mesi. "Questa è la strada da percorrere ", ha aggiunto Ávila, "perché il settore dell'olio d'oliva necessita di azioni concrete ".



Related News

Feedback / suggerimenti