Affari

Tra le proteste, il ministro spagnolo dell'agricoltura promette sostegno agli agricoltori

Luis Planas ha annunciato una serie di misure volte ad aiutare i produttori a far fronte ai prezzi bassi e all'aumento dei costi di produzione. Ha anche incontrato i produttori di olio d'oliva per discutere di autoregolamentazione.

Febbraio 6, 2020
Di Daniel Dawson

Notizie recenti

Il ministro spagnolo dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione ha annunciato una serie di misure per affrontare le crescenti preoccupazioni degli agricoltori e dei produttori che ho protestato in tutto il paese dalla fine di gennaio.

L'annuncio arriva un giorno dopo che centinaia di manifestanti si sono riuniti davanti al ministero di Madrid per chiedere sostegno agli agricoltori e ai produttori che soffrono di prezzi costantemente bassi e aumento dei costi di produzione.

Il nostro settore agricolo, i nostri agricoltori e allevatori chiedono rispetto e comprensione. E questo governo condivide questo sentimento di rispetto, comprensione e sostegno perché senza agricoltori e allevatori non avremmo la Spagna che desideriamo.- Luis Planas, ministro dell'agricoltura, dell'alimentazione e della pesca

Luis Planas ha annunciato che il ministero si incontrerà con i rappresentanti di tutto il settore agricolo, compresi i leader delle proteste, per discutere di possibili riforme della legge sulla catena alimentare e modifiche alle leggi che governano le organizzazioni interprofessionali.

Queste riforme aumenterebbero il potere contrattuale delle cooperative agricole con esportatori e distributori. Chiederebbero anche che i costi di produzione siano presi in considerazione nei contratti agricoli tra agricoltori e distributori e imporrebbero pene più severe alle società che violano i loro contratti con gli agricoltori.

Guarda anche: Notizie sui prezzi dell'olio d'oliva

Inoltre, il ministero convocerà una riunione di emergenza dell'osservatorio dei prezzi della catena alimentare, che studierà i movimenti dei prezzi su prodotti come olio d'oliva, frutta e verdura e formulerà raccomandazioni politiche basate su tali risultati.

pubblicità

Planas ha anche annunciato un piano per aumentare la quantità di denaro nel budget del ministero per sostenere il sistema assicurativo agricolo, uno strumento chiave per rimborsare gli agricoltori in caso di perdita di produzione a causa di avversità climatiche.

Il fondo è stato congelato a € 211 milioni ($ 232 milioni) all'anno negli ultimi anni, ma da allora il ministero ha aumentato l'importo dei finanziamenti disponibili di € 60 milioni ($ 66 milioni).

Giovedì il ministro ha incontrato rappresentanti del oliva da tavola e settori dell'olio d'oliva da discutere misure di autoregolamentazione, che consentirebbe la Spagna Organizzazione interprofessionale dell'olio d'oliva controllare la quantità di olio d'oliva disponibile sul mercato; il miglioramento degli standard di qualità e tracciabilità; e modi in cui aumentare le esportazioni di olio di oliva e olive da tavola verso paesi extraeuropei.

Gli incontri si sono svolti sullo sfondo di modesti aumenti dei prezzi degli oli di oliva vergini, extra vergini e lampanti all'inizio del mese, che sono stati attribuiti all'Unione europea regime di gara di ammasso privato.

Dal terzo periodo di gara - in cui i produttori sono pagati per rimuovere il loro olio d'oliva dal mercato per un minimo di 180 giorni - chiuso all'inizio del mese, 171,000 tonnellate sono state rimosse dal mercato.

Durante l'incontro, Planas ha dichiarato ai membri del settore dell'olio d'oliva che il governo spagnolo sta completando un accordo con Bruxelles per consentire l'autoregolamentazione nel settore dell'olio d'oliva per il prossimo raccolto 2020.

Planas spera che, con l'autoregolamentazione, i produttori sperimentino una minore volatilità dei prezzi e gli squilibri di mercato prevalenti che hanno accumulato prezzi dall'inizio del 2019 possono iniziare ad auto-correggersi.

Gli impatti degli Stati Uniti tariffe per l'olio d'oliva e durante la riunione sono state anche discusse le importazioni di olive verdi. Planas disse che il governo avrebbe continuato a fare pressioni sul Commissione europea per aiuti ai produttori.

Per quanto riguarda la Tariffe statunitensi per le olive nere che sono stati implementati nell'agosto 2018, Planas ha affermato che il governo lo farebbe continuano a fare appello a loro con le autorità competenti (la Commissione europea e l'Organizzazione mondiale del commercio) e cercare ulteriori misure di sostegno per i produttori di olive da tavola.

In particolare, Planas spera di aumentare l'importo dei finanziamenti che i produttori di olive da tavola ricevono dall'UE per promuovere i loro prodotti in nuovi mercati internazionali. L'UE ha già fornito 5 milioni di euro (5.49 milioni di dollari) per tali regimi dall'inizio del 2019.





Related News