Affari

Mentre le cause legali e le perdite si accumulano, Bayer cerca di dimostrare trasparenza

Bayer afferma che aprirà studi di laboratorio su nuovi pesticidi agli osservatori esterni in mezzo a crescenti sfide legali.

Febbraio 21, 2020
Di Claudie Benjamin

Notizie recenti

Bayer, il colosso multinazionale farmaceutico e agricolo, ha annunciato una nuova iniziativa per la trasparenza che consentirà al pubblico di visitare uno dei suoi laboratori dove pesticida vengono eseguiti test di sicurezza.

La mossa arriva quando i giurati di un tribunale federale del Delaware hanno assegnato $ 265 milioni a un agricoltore del Missouri che ha sostenuto che un pesticida Bayer, il dicamba, ha danneggiato colture apparentemente resistenti dopo essere state colpite dal vento. Bayer ha dichiarato che intende presentare ricorso contro la sentenza.

(I visitatori saranno in grado di osservare in profondità) un vero e proprio studio sulla sicurezza normativa che verrà condotto in una sede di campo e in un laboratorio di analisi.- Charlotte Morr, responsabile della trasparenza dei dati scientifici sulle colture presso Bayer

L'azienda affronta inoltre oltre 140 ulteriori cause legali relative al dicamba nel solo Midwest americano ed è già in procinto di risolvere migliaia di cause legali relative a Roundup, l'erboristeria precedentemente popolare, che da allora è stato sospettato di provocare il cancro.

Sia Roundup che dicamba sono prodotti della Monsanto, acquistato da Bayer nel 2018.

Guarda anche: Europe Okays Controversial Weed Killer

"Espandendo il campo di applicazione dei nostri sforzi in materia di trasparenza, stiamo rafforzando il nostro impegno ad alzare continuamente il livello degli standard di trasparenza intorno alle nostre innovazioni agricole in ogni area in cui lavoriamo ", Bob Reiter, responsabile della ricerca e sviluppo di Bayer nel suo dipartimento di scienze delle colture, ha detto in un comunicato stampa.

pubblicità

A partire da aprile 2020, il pubblico sarà in grado di visitare i laboratori Bayer e testare i campi a Monheim, in Germania, per osservare gli scienziati dell'azienda che conducono studi di laboratorio, necessari per l'approvazione normativa dei nuovi pesticidi.

"[I visitatori saranno in grado di osservare in profondità] un vero e proprio studio sulla sicurezza normativa che verrà condotto in una sede di campo e in un laboratorio di analisi", ha dichiarato Charlotte Morr, responsabile della trasparenza dei dati scientifici sulle colture presso Bayer. "Il programma mostrerà il processo di test di sicurezza sotto 'condizioni di buone pratiche di laboratorio con il coinvolgimento del personale addetto all'assicurazione della qualità ".

I visitatori del prossimo programma osserveranno come uno specifico pesticida Bayer verrà applicato per uno studio normativo, secondo "standard di buona pratica di laboratorio - un sistema riconosciuto a livello internazionale per le misure di controllo di qualità utilizzate in esperimenti non clinici.

Il giorno successivo, le colture precedentemente raccolte saranno analizzate per i residui di pesticidi in laboratorio. Questo per garantire che l'uso dei prodotti Bayer sia sicuro per i consumatori se applicato secondo le istruzioni sull'etichetta.

Conosciuta come l'iniziativa OpenLabs, Bayer spera che aprendo il processo possa confrontarsi con lo scetticismo e la mancanza di fiducia che agricoltori, scienziati e l'opinione pubblica nutrono da tempo verso studi e scienza finanziati dall'industria.

Sebastien Sauvé, professore all'Università di Montreal, è tra coloro che hanno espresso diffidenza nei confronti dell'affidabilità degli studi finanziati dall'industria, in generale.

"Quando si analizzano le pubblicazioni scientifiche sui pesticidi, è difficile escludere ciò che è stato progettato in modo obiettivo e ciò che è stato finanziato dall'industria con un intento potenzialmente distorto ”, ha scritto in un editoriale di The Conversation. "Il recente obbligo degli scienziati di dichiarare i conflitti di interesse è stato essenziale per fidarsi dei risultati ".

Bayer non può ancora dire quali dei suoi prodotti saranno testati durante l'evento perché i test non sono ancora stati programmati.

"A seconda del periodo dell'anno, verrà presentata l'applicazione di un prodotto o la raccolta del raccolto ”, ha dichiarato Morr. "In primavera, sarà il processo di applicazione del prodotto. "

"Dipendiamo dalle condizioni meteorologiche e dallo stadio di crescita delle piante ", ha aggiunto. "Il processo di test è al centro del programma piuttosto che delle colture o dei prodotti testati. "

A seconda di come va la prima prova, Bayer può espandere il programma in altre posizioni. Bayer attualmente opera in 90 paesi diversi, sebbene non tutte queste località siano coinvolte nelle sue attività agricole.

"Valuteremo il potenziale per espandere questo programma ad altri siti e tipi di studio in base alle esperienze del nostro pilota di studio sui residui a Monheim ", ha detto Morr. "Ci impegniamo a migliorare continuamente gli standard di trasparenza intorno al processo utilizzato per valutare la sicurezza dei nostri prodotti e ci impegniamo anche a parlare apertamente delle nostre soluzioni innovative e sostenibili in agricoltura con il pubblico interessato ".





Related News