Affari

Miller premiato saluta Pacific Sun

Pablo Voitzuk lascia California Pacific Sun Farms in seguito alla decisione dell'azienda di chiudere il suo stabilimento di produzione di olio d'oliva dopo sette anni di successi e una pletora di premi.

Pablo Voitzuk (Foto: NYIOOC)
Giu. 10, 2018
Di Daniel Dawson
Pablo Voitzuk (Foto: NYIOOC)

Notizie recenti

Dopo un periodo di sette anni con Pacific Sun Farms, il mugnaio Pablo Voitzuk ha lasciato l'azienda. La sua partenza arriva dopo un'altra stagione di premi di successo per uno dei marchi più acclamati della California e la decisione dell'azienda di chiudere l'attività di olio d'oliva.

L'amore per l'olio d'oliva crea un legame particolare, il che mi fa pensare che rimarremo collegati, in un modo o nell'altro.- Pablo Voitzuk

Quest'anno gli oli di oliva di Pacific Sun Farms hanno ricevuto i premi 17 in quattro diverse competizioni, tra cui quattro premi d'oro e uno d'argento Al 2018 NYIOOC Concorso mondiale dell'olio d'oliva. "Questo riconoscimento è una nota eccellente sulla quale porre fine alla mia associazione con Pacific Sun Farms. La società ha deciso di terminare la produzione di olio d'oliva " Voitzuk ha scritto in un post sul blog. "Pacific Farms è principalmente dedicata all'allevamento di noci, prugne e mandorle. L'olio d'oliva era un'impresa secondaria. "

Nonostante tutto il successo ottenuto da Voitzuk nelle Pacific Sun Farms, la società ha faticato a realizzare abbastanza profitti nell'impresa.

Fare soldi nel settore dell'olio d'oliva è notoriamente difficile, principalmente a causa della mancanza di conoscenza dei consumatori sull'olio extra vergine di oliva di alta qualità, il che si traduce in molti semplicemente selezionando l'olio più economico sullo scaffale.

"In questi anni, la sezione dell'olio d'oliva è cresciuta molto, sia in quantità che in qualità ”, ha detto Voitzuk Olive Oil Times. "È diventato abbastanza difficile per l'azienda tenersi al passo con le loro attività principali. E, soprattutto, l'economia di esso. Siamo nel punto in cui avremmo bisogno di investimenti e Pacific Sun Farms ha quelle altre priorità. "

pubblicità

Durante il suo mandato presso Pacific Sun Farms, Voitzuk è stato determinante nell'adottare nuovi processi di produzione di olio d'oliva che ha imparato durante il suo periodo di studio in Italia. Questi includevano l'uso di nuove tecnologie di frantumazione, il lavoro a temperature più basse, la riduzione al minimo dei tempi di malaxing e la filtrazione immediata, tra gli altri.

Gestendo da vicino questi processi, Voitzuk ha cercato di sottolineare l'importanza di raggiungere alti livelli di contenuto fenolico negli oli di oliva. Ha detto che i fenoli sono entrambi "critico "e "essenziale "per la produzione di olio d'oliva di alta qualità e qualcosa che ogni mugnaio dovrebbe tenere a mente.

"Tutto ciò ha contribuito a una conversazione in corso tra produttori e membri del panel di degustazione su questi e argomenti correlati che trovo abbastanza positivi ", ha detto. "Queste pratiche hanno dimostrato che puoi ricavare del buon olio d'oliva da qualsiasi oliva e che non è mai una varietà di oliva a causare problemi nell'olio di oliva in uscita. Come dico sempre: l'oliva è innocente, è quello che ne facciamo. "

Voitzuk sta attualmente macinando olive a Greyton, in Nuova Zelanda, a The Olive Press. Questa è la sua seconda stagione nel paese, dove la produzione di olio d'oliva è alle sue fasi iniziali. Al suo ritorno nell'emisfero settentrionale, ha in programma di lavorare a diversi progetti nel Mediterraneo con il suo collega, Marco Scannu.

Voitzuk ha detto che si è divertito a lavorare in California, prima con Olio di oliva Apollo e poi Pacific Sun Farms. La produzione di olio d'oliva è un campo in evoluzione, ha affermato, ed è importante continuare a conoscere il prodotto mantenendo una "atteggiamento anticonformista. "

Voitzuk non ha molti rimpianti per il suo tempo trascorso a lavorare in California, ha detto, ma se potesse tornare indietro e rifare tutto da capo, sottolineerebbe l'importanza e i vantaggi di rendere biologici gli oliveti.

"Se potessi tornare indietro, proverei a convincere più olivicoltori ad adottare l'agricoltura biologica ", ha detto. "L'ho sostenuto, anche se lo farò molto di più. Vedo numerosi vantaggi allontanandomi da un'agricoltura basata su pesticidi industriali. La buona notizia è che le olive sono un raccolto che può essere facilmente convertito in biologico. È abbastanza fattibile. "

Voitzuk insegnerà nel Certificazione del sommelier dell'olio d'oliva questo programma al campus di Campbell, California, International Culinary Center a settembre, e ha dichiarato che vorrebbe giudicare di nuovo al NYIOOC Concorso mondiale dell'olio d'oliva l'anno prossimo. Crede inoltre che i legami creati attraverso il cameratismo dell'olio d'oliva lo terranno in contatto con i suoi amici e colleghi della costa occidentale.

"L'amore per l'olio d'oliva crea un legame particolare, il che mi fa pensare che rimarremo collegati, in un modo o nell'altro ", ha detto.


Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Jeff dice:

    L'olio d'oliva della California deve molto a Pablo. Grazie.

  2. HDB dice:

    Che peccato che un'azienda così decorata e ben finanziata stia gettando la spugna nel fare l'olio d'oliva. Ho letto su OOT quanto è costoso il mercato delle olive in California e mi chiedo se il modello di business per i produttori che non coltivano i propri frutti sia più responsabile della mancanza di redditività che della volubilità dei consumatori.

Related News