I prezzi britannici dell'olio d'oliva raggiungono un massimo di sette anni, colpendo i ristoratori

"L'olio d'oliva sta diventando un lusso", ha detto Francesco Mazzei, che gestisce il ristorante italiano Sartoria a Londra.

Febbraio 21, 2017
Di Julie Al-Zoubi

Notizie recenti

Il prezzo dell'olio d'oliva ha recentemente raggiunto un massimo di sette anni in Gran Bretagna dopo che i poveri raccolti di olive in Spagna e Italia hanno portato a scarse forniture mentre la sterlina britannica si è indebolita. La Brexit ha provocato un calo del valore della sterlina, che ha contribuito a far aumentare i prezzi dell'olio d'oliva importato di circa il 20%.

Siamo stati costretti a passare da persone che producono e imbottigliano olio d'oliva a speculatori di valuta.- Walter Zanre, Filippo Berio UK

I ristoratori britannici hanno sentito il colpo di un olio d'oliva più costoso. Diversi chef hanno parlato dell'impatto di dover pagare di più per un alimento base.

Francesco Mazzei, proprietario del ristorante Sartoria con sede a Londra, ha detto a Bloomberg di aver aumentato i suoi prezzi di menu per combattere il costo aggiuntivo di approvvigionamento di olio d'oliva. Disse Mazzei "L'olio d'oliva sta diventando un lusso ".

Ben Tish, che gestisce Salt Yard (un ristorante di tapas di Londra), ha dichiarato di aver recentemente pagato $ 648 per 100 litri di olio d'oliva che è costato $ 573 tre mesi fa.

Il proprietario di Bocca di Lupo, Jacob Kennedy, disse a Bloomberg che non era stato in grado di ottenere la marca preferita di olio d'oliva del suo ristorante.

Russell Norman, comproprietario di Polpo (una catena di ristoranti italiana) ha detto a Bloomberg, "Come ristoratore, il 2017 mi terrorizza ". Norman ha espresso il suo sgomento per l'alto prezzo dell'olio d'oliva e l'impatto della Brexit sul personale.

Jamie Oliver ha iniziato a chiudere i rami di "Jamie's Italian ”, incolpando il crollo della sterlina e il conseguente aumento dei costi per l'acquisto di olio d'oliva e altri ingredienti dall'Italia. Oliver ha detto al quotidiano The Independent "L'olio d'oliva è costoso e molto nelle mani della natura. ”I critici, nel frattempo, hanno sottolineato che i ristoranti di Oliver non sono riusciti ad attirare clienti per altri motivi.

Gli acquirenti britannici sono stati anche colpiti dai maggiori costi dell'olio d'oliva. I supermercati hanno aumentato i prezzi dell'olio d'oliva di circa il 20 percento dall'estate 2016.

Walter Zanre, amministratore delegato britannico di Filippo Berio, ha dichiarato a The Telegraph, "Il 2017 sarà molto negativo per l'olio d'oliva. ”Zanre ha previsto che i consumatori britannici potrebbero essere colpiti da ulteriori aumenti dei prezzi dell'olio extra vergine di oliva fino al 30% se il GBP e l'euro raggiungessero la parità. "Siamo stati costretti a passare da persone che producono e imbottigliano olio d'oliva a speculatori di valuta ", ha detto Zanre.

Zanre ha espresso la sua paura per l'imminente crisi dell'olio d'oliva che potrebbe essere peggiore di quanto ci si aspettasse. La domanda globale di olio d'oliva è aumentata di recente mentre l'offerta è diminuita.

La Gran Bretagna importa ogni anno circa 300,000 tonnellate di olio d'oliva. Circa lo 50 percento dell'olio d'oliva britannico proviene dalla Spagna e dall'Italia.

I prezzi dell'olio d'oliva spagnolo sono aumentati di circa lo 10 percento da ottobre. In Italia i rialzi dei prezzi hanno raggiunto quasi il 30 percento. Il clima irregolare nella regione del Mediterraneo durante 2016 ha provocato cattivi raccolti di olive che hanno portato a un costo maggiore dell'olio d'oliva.



pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti