Costco è pronto per la ripresa del consumo di olio d'oliva negli Stati Uniti

Le tendenze osservate nel quarto più grande rivenditore americano possono prevedere dove sta andando il settore dell'olio d'oliva.
Marzo 5, 2021
Daniel Dawson

Notizie recenti

Nonostante una pandemia una volta in un secolo e un Tariffa del 25 percento su alcune importazioni di olio d'oliva spagnolo, consumo di olio d'oliva negli Stati Uniti continua a salire.

Secondo i dati del Consiglio oleicolo internazionale, il consumo degli Stati Uniti dovrebbe raggiungere le 357,000 tonnellate nell'attuale campagna 2020/21. Se la loro stima fosse corretta, sarebbe il secondo totale più alto, appena dietro il record dello scorso anno di 399,500 tonnellate.

Puoi sicuramente vedere che i membri stanno iniziando ad espandere i loro orizzonti a diversi tipi di oli d'oliva.- Lucas Stanuch, acquirente di olio d'oliva Costco

Dalla campagna 2008/09, gli Stati Uniti sono stati il ​​terzo più grande consumatore mondiale di olio d'oliva, dietro l'Italia e la Spagna. Di conseguenza, è un mercato attentamente monitorato da produttori, imbottigliatori ed esportatori.

Mentre la maggior parte del consumo di olio d'oliva negli Stati Uniti arriva in forma di importazioni alla rinfusa di olii non vergini miscelati destinati ai settori della ristorazione, dell'ospitalità e della manifattura alimentare, prova suggerisce che la categoria extravergine continua a crescere.

Vedi anche: L'olio d'oliva sta diventando uno degli ingredienti più popolari dell'Asia

La ricerca di Fortune Business Insights, un servizio di consulenza, suggerisce che l'attuale calo del consumo di olio d'oliva è principalmente alimentato dalla minore domanda nel settore della ristorazione e dell'ospitalità.

Tuttavia, i crescenti problemi di salute, in particolare intorno al sistema immunitario, hanno portato a un rinnovato interesse per gli oli sani da parte dei singoli consumatori. L'azienda si aspetta che questa tendenza continui anche dopo che la pandemia si sarà placata.

Poche persone negli Stati Uniti sono nella posizione migliore per osservare e comprendere queste tendenze come Lucas Stanuch, il principale acquirente di olio d'oliva di Costco. Il venditore big-box basato sull'abbonamento è il il quarto più largo rivenditore negli Stati Uniti e il quinto più grande nel mondo, con oltre 81 milioni di membri.

Costco ha si è distinto a lungo per la sua gamma di olio d'oliva. Il marchio di olio extra vergine di oliva Kirkland Signature dell'azienda esegue costantemente bene in test standard e analisi di qualità gestite in modo indipendente.

"Quando sviluppiamo articoli o altre offerte a marchio del distributore, ci concentriamo innanzitutto sulla qualità ", ha detto Stanuch Olive Oil Times. "Ciò significa che ci assicureremo di capire qual è il miglior olio d'oliva. Ciò che rende un buon olio d'oliva. "

"Quindi troviamo modi per renderlo un grande valore per chiunque altro là fuori e lo facciamo collaborando con le persone giuste e, ovviamente, il nostro volume ci aiuta a raggiungere quei prezzi ", ha aggiunto.

Quando l'azienda ha iniziato ad acquistare i propri oli extravergine di oliva circa 25 anni fa, l'unica offerta era un olio toscano. Da allora, l'azienda ha ampliato il suo programma con oli provenienti da California, Spagna, Grecia, Tunisia e Portogallo, inclusi circa 10 diversi prodotti con indicatori geografici protetti.

"È quello che ci piace chiamare un'esperienza di caccia al tesoro ", ha detto Stanuch. "Riteniamo che la strategia sia il passo successivo quando si tratta di questi SKU (unità di stoccaggio). Il membro non sa mai cosa riceverà ".

"Troveranno un buon olio d'oliva greco, uno spagnolo, uno californiano ", ha aggiunto. "Sanno sempre che otterranno qualcosa di interessante per mantenere quell'entusiasmo in quella categoria ".

La spinta di Costco tracciabilità in tutti i suoi oli ha anche contribuito a rafforzare la fiducia dei consumatori.

L'azienda utilizza una combinazione di verifica di terze parti tramite Bureau Veritas e i singoli consorzi per Denominazione d'origine protetta e Indicazione geografica protetta associazioni, insieme alle proprie indagini sulla filiera per garantire che il contenuto delle bottiglie sia quello che dice l'etichetta.

Questi tipi di sforzi di tracciabilità aiutano a infondere fiducia nei consumatori quando acquistano olio extravergine di oliva. Il settore della vendita al dettaglio di olio d'oliva statunitense potrebbe adottarli in modo più ampio.

"Penso che [queste pratiche] potrebbero essere ampiamente adottate ", ha detto Stanuch. "Qualsiasi rivenditore che si impegna può fare lo stesso ".

Combinate, queste pratiche possono essere la chiave per aumentare la tendenza del consumo di olio extravergine di oliva negli Stati Uniti e, se Costco è un fattore di riferimento, quella tendenza è sicuramente in atto.

Stanuch ha affermato che le vendite di olio d'oliva sono aumentate dall'inizio del Pandemia di COVID-19 negli Stati Uniti lo scorso marzo, quando più famiglie hanno cercato di fare scorta di beni.

"Si può presumere che molte più persone cucinino a casa e non mangino fuori, quindi acquisteranno più ingredienti ", ha detto. "La nostra intera categoria di petrolio ha avuto ottimi risultati in questo periodo per ovvi motivi. La sottocategoria dell'olio d'oliva ne ha beneficiato. "

Mentre è difficile dire come sarà il mondo post-pandemia e quale sarà il re delle tendenze alimentari, sono state gettate le basi per il consumo di olio extravergine di oliva per continuare a crescere negli Stati Uniti

"È decisamente tendente al rialzo. Penso che man mano che i membri ei clienti diventano più istruiti sui diversi oli, iniziano naturalmente a gravitare verso prodotti di qualità superiore ", ha detto Stanuch. "I nostri membri credono che avremo olio di ottima qualità, quindi sembra che siano disposti a provare questi diversi oli con noi ".

Coltivare la fiducia tra i milioni di membri di Costco per il suo marchio Kirkland Signature ha aiutato l'azienda a creare un cultura dell'olio d'oliva e può servire da modello per altri grandi rivenditori americani.

"Olio d'oliva californiano è stato molto popolare ultimamente. I nostri SKU principali, il biologico e il 100% italiano, sono sempre stati popolari. Quelle SKU esistono da circa un decennio o più ". Stanuch ha detto. "Puoi sicuramente vedere che i membri stanno iniziando ad espandere i loro orizzonti a diversi tipi di oli d'oliva ".





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti