Affari

Olio d'oliva italiano detenuto sgomberato dalla FDA

Marzo 25, 2013
By Curtis Cord

Notizie recenti

Una grande spedizione di olio di oliva italiano detenuto per settimane dalla Food and Drug Administration (FDA) è stata cancellata quando il suo spedizioniere è stato rimosso da un avviso di importazione, noto anche come "Lista rossa".

All'inizio di questo mese sono stati tenuti novantotto container nei porti di New York e Seattle, secondo il parlamentare italiano Sergio Silvestris. La scorsa settimana, la FDA ha confermato che i contenitori detenuti sono stati spediti da un importante produttore italiano di olio d'oliva, Certified Origins Italia, la società che produce i marchi Kirkland Best e Bellucci Premium di Costco.

Era Origini certificate aggiunto avviso di importazione della FDA 99-08 a gennaio, ed è rimasto elencato fino a venerdì. Oggi, tuttavia, la società non compare nell'elenco.

Un avviso di importazione della FDA prevede che le spedizioni potrebbero essere soggette a detenzione senza esame fisico se lo spedizioniere non fornisce un'analisi che indica che il cibo è privo di residui illegali dei pesticidi citati, ma la scorsa settimana la FDA ha dichiarato che i suoi test fisici hanno rivelato il pesticida chlorpyrifos nella spedizione Certified Origins.

pubblicità

Una società viene rimossa dall'allerta solo dopo aver dimostrato alla FDA di aver risolto il problema che ha causato la violazione. Un portavoce della FDA ha affermato che le prove per dimostrare che il problema è stato risolto possono differire da un caso all'altro. Non direbbe quali prove presentate da Origini certificate siano state rimosse dall'avviso di importazione.

Preoccupazioni sulla questione sono pervenute al Parlamento europeo all'inizio di questo mese quando Silvestris, che ha definito i livelli di pesticidi rilevati nella spedizione detenuta "minimi", ha posto in un'interrogazione scritta: "Perché un accordo bilaterale con gli Stati Uniti in relazione a tale sostanza non ancora raggiunto? "

Non sono state restituite le chiamate ai rappresentanti di Origini certificate in cerca di commenti sulle spedizioni detenute.

pubblicità