`Il secondo concorso di olio d'oliva mette in evidenza i marchi cretesi - Olive Oil Times

La competizione 2nd per l'olio d'oliva mette in risalto le marche cretesi

Marzo 25, 2016
Lisa Radinovsky

Notizie recenti

il 2nd La competizione cretese dell'olio d'oliva si è svolta dal 19 al 20 marzo a Rethymno, Creta. Organizzato dal Partenariato Agronutrizionale della Regione di Creta e della Prefettura di Creta in collaborazione con una serie di importanti organizzazioni cretesi coinvolte con l'olio d'oliva, il concorso ha assegnato premi per i migliori oli extravergine d'oliva (EVOO) convenzionali e biologici cretesi standardizzati dal 2015-16 stagione di produzione.

Per l'EVOO convenzionale, il più alto onore, l'ORO ELEA (o "oliva ”), è stato assegnato a Liokarpi DOP, un monovarietale Koroneiki di Emmanouil Protogerakis Sons. Il Silver ELEA è andato a Omega, una miscela Koroneiki / Tsounati di Kardia Food. E il bronzo ELEA è stato vinto da Toplou Sitia, un Koroneiki di Biokalliergites Sitias.

Per EVOO biologico, l'ELEA d'oro è stata nuovamente assegnata a Emmanouil Protogerakis Sons per un altro Koroneiki, Liokarpi Bio, mentre Kardia Food ha catturato sia l'ELEA d'argento, per Kardia Tsounati, sia l'ELEA di bronzo, per Kardia Koroneiki.

Il doppio vincitore dell'ELEA d'oro di quest'anno, Emmanouil Protogerakis Sons of Vori nel centro-sud di Creta, continua una tradizione familiare di dedizione all'olio extravergine di oliva di alta qualità iniziata nel 1930, quando Evangelos Protogerakis fondò la prima fabbrica di olio d'oliva a Kamares, nella prefettura di Heraklion. Dopo un continuo ammodernamento e ammodernamento degli impianti di produzione e stoccaggio, l'azienda è ora guidata dai fratelli Vangelis e Michalis Protogerakis, nipoti del fondatore. Questo vincitore di più premi, di cui due ai concorsi internazionali BIOL, esporta in Germania e negli Stati Uniti.

Kardia Food, vincitrice di entrambi i premi Silver ELEA di quest'anno e uno dei premi ELEA in bronzo, punta a "gusto impeccabile ”mentre "trasformare l'aura unica e i molteplici sapori di Creta in cibo magistrale accessibile a quante più persone possibile ". Secondo l'amministratore delegato Babis Doukakis, le olive vicino al villaggio di Episkopi, nel centro-nord di Creta, vengono lavorate in poche ore alla temperatura insolitamente bassa di 20 gradi Celsius, una rarità, soprattutto in Grecia. Il risultato: EVOO con bassa acidità e alto contenuto di polifenoli, in particolare per il loro Tsounati, che ha anche vinto un premio d'oro al New York International Olive Oil Competition 2015 (NYIOOC).

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Il processo di valutazione in due fasi del concorso cretese dell'olio d'oliva, con una valutazione chimica e un test organolettico cieco (per gusto e odore), ha utilizzato lo stesso metodo statistico del concorso Mario Solinas del Consiglio oleicolo internazionale (CIO). La maggior parte dei 71 campioni proveniva dalle olive Koroneiki comuni a Creta. Il concorso è stato coordinato da Eleftheria Germanaki, supervisore del panel presso il laboratorio organolettico di Rethymno, giudice di numerosi concorsi internazionali e capogruppo al 2015 NYIOOC.

Agronomo italiano, esperto di coltivazione dell'olio d'oliva, consulente, giudice riconosciuto a livello internazionale e 2014 NYIOOC Il capo panel Giuseppe Antonio Lauro è stato uno dei due supervisori del panel per questo concorso. Ha elogiato la professionalità dei giudici, sottolineando che i risultati delle prove di gusto hanno presentato una deviazione standard molto piccola.

L'altro capo del panel del concorso era Effie Christopoulou, supervisore del panel e formatore chimico e organolettico riconosciuto del CIO ed esperto chimico per l'UE e il CIO. Uno dei pionieri del metodo organolettico nel 1982, Christopoulou ha assaggiato molti eccellenti EVOO a questa competizione, notando sentori di erba fresca e carciofo tra i sapori più memorabili negli oli cretesi.

I premi sono stati consegnati dal governatore di Creta, Stavros Arnaoutakis, dal presidente dell'Associazione agronutrizionale della regione di Creta, da Manolis Chnaris e dal sindaco di Rethymno e presidente dell'Associazione dei Comuni dell'Oliva Cretese (SEDIK), Giorgos Marinakis. Prima che fossero annunciati i premi, il governatore Arnaoutakis ha sottolineato l'importanza di sfruttare il marchio di "Creta ”per promuovere prodotti cretesi standardizzati di alta qualità, poiché ciò potrebbe aiutare i cretesi a uscire dalla crisi economica.

Il sindaco Marinakis ha sottolineato l'importanza che sia i residenti che i turisti utilizzino i prodotti locali piuttosto che le importazioni, collegando la produzione agricola al turismo mentre si sforzano di ottenere una qualità eccellente piuttosto che un prezzo basso. Allo stesso modo, il presidente dell'Agronutritional Partnership Chnaris ha esortato i cretesi a mirare a rendere l'isola a "meta gastronomica ”per i turisti, basata sulla famosa dieta cretese e l'olio d'oliva centrale.

Giuseppe Antonio Lauro ha discusso le strategie di marketing, poi Effie Christopoulou ha spiegato il processo di degustazione alla cieca utilizzato per la valutazione dei campioni ricevuti (21 biologici, 50 convenzionali). I nove giudici greci delle quattro regioni di Creta ei due giudici stranieri hanno seguito i criteri di Mario Solinas in due fasi di degustazione. Christopoulou ha spiegato che i giudici sono rimasti così colpiti dalla migliore qualità dei campioni di quest'anno e dalle minime differenze tra i migliori oli che hanno assegnato quindici menzioni d'onore oltre ai premi d'oro, d'argento e di bronzo.

Quegli EVOO cretesi di alta qualità meritavano più di soli sei premi. Gli organizzatori della competizione sperano di ispirare i produttori cretesi a continuare a mirare all'eccellenza e di evidenziare il meraviglioso gusto e i benefici per la salute che gli EVOO cretesi possono offrire al mondo.


Related News

Feedback / suggerimenti