` Ciolos: gli aiuti allo stoccaggio non sarebbero altro che un "aspirina" - Olive Oil Times

Ciolos: gli aiuti allo stoccaggio non sarebbero altro che un "aspirina"

Aprile 1, 2011
Julie Butler

Notizie recenti

La Commissione europea ha invitato i governi centrali e regionali spagnoli ad affrontare i problemi strutturali nel settore dell'olio d'oliva del paese e ha nuovamente respinto le richieste di erogazione immediata di aiuti all'ammasso privato.

Oggi in Spagna, il commissario europeo all'Agricoltura Dacian Cioloş ha affermato che, a meno che non siano stati affrontati i problemi strutturali, "affronteremo lo stesso problema ogni anno. ”Presentare pagamenti CE per l'ammasso privato di olio d'oliva senza affrontare contemporaneamente questi problemi equivarrebbe a prendere un'aspirina. Più tardi, il problema persisterebbe, "ecco perché è necessario trattarlo in modo più completo e serio ", ha detto.

Cioloş ha ammesso che i prezzi erano bassi in Spagna, "ma rimangono al di sopra del livello che consentirebbe l'intervento ", ha detto. Tuttavia, ha chiesto ai funzionari spagnoli di fornire ulteriori prove a sostegno della loro affermazione secondo cui esisteva una perturbazione del mercato e avrebbe dovuto essere introdotto un aiuto privato. Una decisione sarà presa in una riunione del consiglio di gestione della CE il 13 aprileth, lui disse.

Cioloş ha parlato a Madrid prima di un incontro con il ministro spagnolo dell'Ambiente, degli affari rurali e marittimi, Rosa Aguilar, sul futuro della politica agricola comune dell'UE. Aguilar ha detto ai giornalisti che le misure erano già in atto e stavano iniziando a produrre risultati nell'affrontare i problemi strutturali del settore dell'olio d'oliva.

"Forniremo immediatamente al Commissario tutte le informazioni necessarie per dimostrare che stiamo affrontando attivamente la situazione in un settore di grande importanza per la Spagna e l'Unione europea. "Abbiamo gli ingredienti pronti a presentare al consiglio di amministrazione informazioni convincenti in modo che possano vedere gli sforzi compiuti per affrontare i problemi strutturali del settore ", ha affermato.

Migliaia di persone hanno partecipato a una marcia di protesta a Cordoba per pubblicizzare la difficile situazione del settore dell'olio d'oliva e sostenere le richieste per la fornitura urgente di aiuti allo stoccaggio. I sindacati agricoli che hanno organizzato la protesta - la seconda grande manifestazione nelle ultime settimane - hanno detto che circa 10,000 persone avevano partecipato, anche se la polizia ha stimato la cifra a circa 7000.

Eduardo López, segretario di uno degli organizzatori, COAG-Andalucía, ha affermato che lo è Cioloş "giocando con gli interessi dell'economia spagnola in generale e quelli del settore dell'olio d'oliva, che comprende oltre 200,000 produttori di olio d'oliva e di oliva e oltre 2,000 cooperative e frantoi "mettendo a rischio, ha detto, il "più di 14 milioni di posti di lavoro in questo settore ".

López ha chiesto perché due anni fa gli aiuti all'ammasso privato fossero stati attivati ​​unicamente sulla base di una perturbazione del mercato, "non perché i prezzi di tutti gli oli siano scesi al di sotto del livello di attivazione. "

Attualmente in Spagna, "non c'è surplus, infatti le importazioni sono aumentate, ma c'è un calo dei prezzi, che indica la manipolazione del mercato da parte di un oligopolio formato da quattro grandi aziende che stanno manipolando i consumatori e l'industria ", ha detto López, aggiungendo" quindi c'è una ragione sufficiente " attivare gli aiuti all'ammasso in Spagna.

Agustín Rodríguez, segretario generale dell'UPA-Andalusia, ha affermato di essere convinto che gli aiuti allo stoccaggio sarebbero stati introdotti e ha convenuto che fossero necessarie altre misure a lungo termine per frenare il "posizione offensiva ”dei grandi distributori.

I produttori di olio d'oliva dovrebbero formare i grandi gruppi 5 - 10 al fine di difendersi meglio dall'influenza dei cinque principali distributori del paese, che attualmente hanno acquistato da circa 1700 venditori separati, ha detto.

L'aiuto all'ammasso privato consentirebbe ai produttori di ricevere pagamenti per la conservazione dell'olio d'oliva in contenitori di stoccaggio a lungo termine, trattenendolo dal mercato fino a quando le condizioni dei prezzi non miglioreranno. I coltivatori spagnoli soffrono di una prolungata crisi dei prezzi durante la quale era pratica comune vendere olio d'oliva a un prezzo inferiore ai costi di produzione.

Questo è un articolo delle ultime notizie. Ricontrolla per aggiornamenti.

Related News

Feedback / suggerimenti