`Le esportazioni di olio d'oliva cretese crescono di cinque volte - Olive Oil Times

Le esportazioni di olio di oliva cretese crescono di cinque volte

Ottobre 26, 2015
Lisa Radinovsky

Notizie recenti

Le esportazioni dall'isola greca di Creta sono quasi raddoppiate a € 295 milioni per i primi sei mesi di 2015 secondo Alkiviadis Kalabokis, presidente dell'Associazione degli esportatori di Creta, in gran parte a causa dell'aumento delle esportazioni di olio d'oliva che è cresciuto ancora più drammaticamente del 518 durante lo stesso periodo.

Kalabokis ha affermato che lo sviluppo è stato possibile perché il 2013 è stato un "disastroso "anno di raccolta per i produttori di olio d'oliva di Creta, mentre la stagione del raccolto 2014 è stata molto migliore sia in termini di qualità che di prezzo.

L'Associazione dei Comuni dell'Oliva Cretese (SEDIK) ha citato Kalabokis come accredito dell'impressionante aumento delle esportazioni come "un fattore decisivo per la ripresa dell'economia locale ", con "Creta ancora una volta sta emergendo come una delle regioni di esportazione più dinamiche della Grecia. ”SEDIK ha osservato che l'olio d'oliva rappresenta il 57 percento del valore totale delle esportazioni da Creta.

Kalabokis ha detto Olive Oil Times che si aspetta che il raccolto di olio d'oliva cretese di quest'anno sia simile a quello dello scorso anno, quindi prevede che il forte livello delle esportazioni continuerà, anche se resta da vedere l'effetto complessivo dei controlli sui capitali in atto dallo scorso giugno. In ogni caso, prevede un buon raccolto e prezzi competitivi per l'olio d'oliva a Creta e in tutta la Grecia.

SEDIK vede la speranza nei risultati degli esportatori cretesi di fronte alle difficoltà della crisi economica in Grecia, ma avverte che gli sforzi delle imprese non sono sufficienti. "Occorrono anche misure governative per facilitare le esportazioni e una revoca definitiva dei controlli sui capitali ”. SEDIK sollecita un aumento delle esportazioni di olio d'oliva in bottiglia in modo che il valore aggiunto possa arrivare a Creta piuttosto che essere perso nell'isola attraverso le vendite all'ingrosso.

Passa a Pro.
La newsletter per i professionisti dell'olio d'oliva.

Kalabokis ha spiegato che circa la metà dell'olio d'oliva cretese esportato è stato venduto sfuso in Italia (45%) e Spagna (5%) l'anno scorso, mentre il resto è stato venduto in bottiglia. Questo è un enorme miglioramento rispetto a dieci anni fa, quando il 95 percento dell'olio d'oliva cretese veniva venduto sfuso in Italia.

Secondo Kalabokis, la crisi economica greca ha dimostrato che la maggior parte dei greci lavora sodo, soprattutto nel settore privato, vedendo quali miglioramenti sono necessari e apportando prontamente i cambiamenti appropriati. Sia le affermate aziende cretesi che le piccole nuove hanno fatto molti progressi non solo nella qualità, ma anche nella certificazione del loro olio d'oliva e nell'offerta di una varietà di prodotti di alta qualità in una buona confezione.

Composta da circa 170 aziende, l'Associazione degli esportatori di Creta ha contribuito a renderla la prima regione della Grecia "concentrarsi sul marketing regionale ", per introdurre l'olio d'oliva cretese e i produttori cretesi in nuovi mercati. Le aziende cretesi hanno una storia di marketing già pronta da raccontare, basata su ciò che Kalabokis descrive come "la nostra storia, la nostra tradizione, la nostra dieta tradizionale ”, che molti considerano la base della famosa dieta mediterranea.


Related News

Feedback / suggerimenti