`Risposta del Commissario ancora "No" agli aiuti per lo stoccaggio privato di olio d'oliva - Olive Oil Times

La risposta del commissario è ancora "no" agli aiuti per lo stoccaggio privato di olio d'oliva

Può. 27, 2011
Julie Butler

Notizie recenti

Nonostante abbia ricevuto una petizione con 50,000 firme a sostegno della sola Spagna, la Commissione europea oggi è rimasta ferma sul rifiuto delle richieste per l'introduzione di aiuti all'ammasso privato per l'olio d'oliva.

Il commissario europeo all'Agricoltura Dacian Cioloş ha tuttavia convenuto di riesaminare i prezzi di soglia dell'aiuto nell'ambito dell'attuale rinegoziazione della politica agricola comune (PAC) dell'UE.

I rappresentanti dei produttori di olio d'oliva in Francia, Italia, Spagna e Portogallo che si sono incontrati con Cioloş a Bruxelles oggi hanno affermato di aver anche detto loro di essere aperto a guardare altri passi a medio e lungo termine per aiutare il settore in difficoltà. Queste includevano la possibilità di misure per ridurre la frammentazione tra i produttori e per una maggiore promozione dell'olio d'oliva.

Gregorio López, portavoce dell'olio d'oliva dell'organizzazione agraria spagnola COAG, ha affermato che il commissario è sembrato almeno ricettivo e disposto a introdurre in seguito l'aiuto allo stoccaggio, "se lo riteneva necessario. "

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Durante il loro incontro con Cioloş, i gruppi di produttori hanno presentato la loro stima che togliere 50,000 tonnellate di olio d'oliva dal mercato in Europa costerebbe circa 1.8 milioni di euro ($ 2.6 milioni) in aiuti allo stoccaggio CE ma produrrebbe benefici per circa 300 milioni di euro ($ 428 milioni ) ai produttori.

Eduardo Martín, segretario generale di ASAJA, un'associazione di giovani agricoltori, ha affermato che i produttori spagnoli stanno attualmente perdendo 50 centesimi ($ 0.71) per ogni litro di olio extravergine di oliva che hanno prodotto.

Related News

Feedback / suggerimenti