Due muoiono nel serbatoio della fabbrica di olio d'oliva greco

Il proprietario di una fabbrica di olio d'oliva ad Almyro, in Grecia, e uno dei suoi operai sarebbero morti dopo che l'impiegato era caduto in un contenitore vuoto per la conservazione del petrolio e il proprietario ei suoi figli hanno cercato di salvarlo.

Settembre 14, 2016
By Olive Oil Times STAFF

Notizie recenti

Il proprietario di una fabbrica di olio d'oliva ad Almyro, in Grecia, e uno dei suoi lavoratori sono morti dopo che il dipendente è caduto in un container vuoto e il proprietario ei suoi figli hanno provato a salvarlo, secondo un rapporto dell'Associated Press.

Il rapporto citava la polizia che affermava che il dipendente di 55 anni stava pulendo il serbatoio ieri quando "fumi dal residuo dell'olio ”che era stato immagazzinato nel contenitore lo fece svenire e cadere.

Secondo il consulente per l'olio d'oliva Paul Vossen, tuttavia, probabilmente non era colpa dei residui dell'olio d'oliva, ma della mancanza di ossigeno. Il colpevole è un pericolo ben noto con i serbatoi di stoccaggio: anche se sono aperti nella parte superiore, la mancanza di ossigeno può causare il soffocamento di una vittima, ha detto. L'olio d'oliva non emetterebbe fumi tossici di alcun tipo.

"L'aria non sarebbe entrata a meno che non ci fosse anche un'apertura nella parte inferiore per ottenere il flusso d'aria ", ha avvertito Vossen. "Questo è un problema comune per i serbatoi di stoccaggio. La maggior parte dei luoghi ha protocolli specifici per entrare in bombole e bombole di ossigeno disponibili per il soccorso. Il rapporto dalla Grecia afferma che il soccorritore ha trovato ossigeno, probabilmente da una bombola di ossigeno compresso disponibile nelle vicinanze per la sicurezza e il soccorso ".

Il proprietario della fabbrica (60) il cui nome non è stato rilasciato e i suoi figli, 29 e 32, sono saliti tutti per aiutare l'uomo. Hanno anche perso conoscenza.

Un quinto uomo che ha trovato una bombola di ossigeno ha salvato i figli, ma il proprietario e uno dei lavoratori sono morti.

pubblicità

Related News