`I greci cercano aiuti per il 'disastro' delle colture di olive - Olive Oil Times

I greci cercano aiuto per il disastro di Olive Crop

Giu. 8, 2013
Marissa Tejada

Notizie recenti

europa-greci-cercano-aiuto-per-olivicoltura-disastro-olio-d'oliva-tempi-greci-cercano-aiuto-per-olivicoltura-disastro

Le condizioni meteorologiche sfavorevoli quest'anno, comprese le temperature insolitamente elevate, continuano a influenzare alcune zone produttrici di olio d'oliva della Grecia, con un conseguente calo significativo della produzione. Il paese potrebbe presto guardare all'Unione europea per superare la crisi.

Il membro del Parlamento europeo, in rappresentanza del partito greco Syriza di sinistra, Nikos Chountis, ha aperto una discussione sul fatto che l'attuale governo conservatore della Nuova Democrazia stia facendo abbastanza per aiutare. Ha chiesto alla Commissione europea, che è l'organo esecutivo dell'Unione europea, se il governo greco si è avvicinato a loro per chiedere aiuto per risarcire i produttori di olio d'oliva che sono stati colpiti dal disastro e per consigli su cosa si può fare.

"Quali altre azioni possono essere intraprese direttamente dal governo greco per dare impulso a una delle nostre esportazioni economiche più importanti? " ha chiesto Chountis durante la sessione del parlamento.

Secondo la Confederazione pan-ellenica dei sindacati delle cooperative agricole, altri leader politici più vicini al disastro agricolo si stanno esprimendo. Il sindaco di Sitia a Creta, Theodore Paterakis, ha inviato una lettera al ministero dello Sviluppo agricolo e alimentare chiedendo ai funzionari di chiedere aiuto all'Unione europea. Ha scritto che un'assistenza speciale può aiutare i produttori direttamente interessati nella sua regione e consentire loro di continuare con le loro attività in una certa misura.

"In alcune aree i produttori di Sitia hanno riscontrato una distruzione quasi totale dove i danni alle olive variavano dal 90 al 100 percento. Ciò significa che i nostri produttori di olio d'oliva saranno lasciati senza reddito e non avranno nemmeno un modo per contribuire al prodotto di esportazione di qualità più importante del nostro paese ", ha affermato Paterakis.

Le alte temperature all'inizio di marzo e aprile stanno producendo pochi o nessun raccolto di olive per migliaia di produttori greci. Le colture colpite si trovano in varie parti della Grecia, ma anche in aree in cui viene prodotto olio d'oliva di alta qualità, tra cui Halkidi nella Grecia settentrionale, Peloponneso nella Grecia meridionale e l'isola di Creta, secondo l'Organizzazione greca di assicurazione agricola, ELGA. I rappresentanti dell'ELGA affermano di continuare a monitorare la situazione su base giornaliera.



pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti