Europa

L'EVOO istriano attende lo status di DOP a livello dell'UE

Dopo aver ricevuto lo stato di denominazione di origine protetta nazionale in 2015, extra virgin l'olio d'oliva della penisola istriana in Croazia attende lo stesso riconoscimento a livello europeo.

Può. 5, 2016
Di Isabel Putinja

Notizie recenti

Dopo aver ricevuto lo stato DOP (Denominazione di origine protetta) a livello nazionale nel 2015 l'olio extra vergine di oliva della regione peninsulare dell'Istria in Croazia è ora in attesa dello stesso riconoscimento nell'UE.

La domanda di status DOP di olio extra vergine d'oliva istriano è stata presentata alla Commissione europea il 30 luglio 2015. Secondo le procedure ufficiali, la domanda è stata esaminata per "credibilità ”e successivamente pubblicato nella Gazzetta ufficiale il 23 marzo 2016.

Mi aspetto che l'olio extra vergine d'oliva istriano riceverà lo status di DOP a livello UE nella seconda metà dell'anno.- Ivan Jakovčić, deputato croato

Ivan Jakovčić, deputato croato del Parlamento europeo ed ex capo politico della Regione istriana da oltre un decennio, ha svolto un ruolo importante nello sviluppo dell'Istria come regione olivicola ed è stato più recentemente sostenendo misure sostenere e promuovere il settore oleicolo europeo. Ha anche svolto un ruolo attivo nella preparazione di questa domanda per lo stato DOP. "In qualità di presidente della Regione istriana e, dal 2014, deputato europeo e membro della commissione per l'agricoltura, sono stato in stretto contatto con un gruppo che gestisce questo progetto e li aiuta a portare a termine con successo ", Olive Oil Times.
Guarda anche: I migliori oli d'oliva dalla Croazia
"In qualità di presidente della Regione istriana da più di un decennio, ho sostenuto con forza lo sviluppo dell'olivicoltura in Istria, sfruttando le sue caratteristiche del suolo e del clima riconosciute fin dall'antichità romana. L'olio extra vergine d'oliva istriano è apprezzato e distinto per le sue caratteristiche chimico-fisiche e organolettiche di alta qualità. Grazie al sostegno e agli investimenti del nostro governo regionale, la produzione è aumentata in modo significativo e l'olio d'oliva dell'Istria sta guadagnando un crescente riconoscimento internazionale. Dopo aver ottenuto lo status di DOP nazionale nel 2015, il passo successivo è stato la richiesta dello status di DOP a livello europeo. "

Oli di oliva croati ha vinto 9 premi tra i 16 iscritti presentati al concorso internazionale per l'olio d'oliva di New York di quest'anno.

Nell'ambito del sistema di certificazione dei prodotti dell'UE esistono tre diverse denominazioni esistenti per prodotti agricoli e alimentari:

pubblicità
  • La DOP (Denominazione di origine protetta) designa un prodotto o un prodotto alimentare che viene prodotto, trasformato e preparato in una determinata area geografica utilizzando un know-how riconosciuto.
  • L'IGP (Indicazione Geografica Protetta) si riferisce a un prodotto o prodotto alimentare strettamente legato a una determinata area geografica, in cui almeno una fase di produzione, trasformazione o preparazione ha luogo in questa zona.
  • TSG (Specialità tradizionale garantita) garantisce il carattere tradizionale di un prodotto, facendo riferimento alla sua composizione o ai suoi mezzi di produzione.

L'olio extra vergine di oliva prodotto in Istria si qualifica per la più alta designazione perché tutte le fasi della sua produzione si svolgono nella regione, dalla coltivazione degli ulivi alla spremitura e lavorazione delle olive per l'olio, al suo imbottigliamento e confezionamento. Una volta concesso lo status DOP, le bottiglie di olio extra vergine d'oliva istriano saranno etichettate con la designazione "Istarsko extra djevičansko maslinovo ulje ”(olio extra vergine di oliva istriano) e recante un logo appositamente progettato.

Una designazione di certificazione di prodotto come la DOP non solo rafforza la fiducia tra i consumatori di acquistare un prodotto autentico e di qualità proveniente da una specifica area geografica, ma offre anche ai produttori locali un vantaggio competitivo. "Etichettando i loro prodotti con il simbolo e il timbro, i produttori locali otterranno una posizione migliore nei mercati europei e globali ”, ha confermato Jakovčić. "Lo stato DOP favorirà lo sviluppo dell'olivicoltura in Istria. Inoltre, il marchio EVOO istriano garantirà una qualità superiore e un prodotto più competitivo, garantendo alta qualità e autenticità per i consumatori. Allo stesso tempo, i produttori locali in Istria saranno meglio protetti dalle frodi sull'olio d'oliva. "

Mentre il processo per la certificazione DOP ha richiesto cinque anni a livello nazionale, si spera che questo andrà più veloce per la designazione UE. Conformemente alle procedure della Commissione europea, dopo la pubblicazione di una domanda nella Gazzetta ufficiale si osserva un periodo di opposizione di sei mesi, durante il quale è possibile ricevere ed esaminare le dichiarazioni di opposizione. Jakovčić è fiducioso che non ci saranno obiezioni e che l'olio extra vergine d'oliva istriano riceverà il riconoscimento ufficiale che merita rapidamente: "Non mi aspetto che vengano presentate obiezioni entro il termine di sei mesi dalla pubblicazione. Di conseguenza, mi aspetto che l'olio extra vergine d'oliva istriano riceverà lo status di DOP a livello UE nella seconda metà dell'anno. "

L'olio extra vergine di oliva dell'isola croata di Cherso gode già dello status di DOP a livello UE dal 2015, mentre altre applicazioni sono in corso per gli oli d'oliva delle isole di Krk, Korčula e Šolta.



Related News