`I pubblici ministeri spagnoli cercano nove anni di carcere per tre accusati di frode all'olio d'oliva - Olive Oil Times

I procuratori spagnoli cercano nove anni in prigione per tre frodi accusate di olio d'oliva

Settembre 18, 2011
Julie Butler

Notizie recenti

I pubblici ministeri spagnoli chiedono una pena detentiva di nove anni e multe per 8,760 euro ($ 12,000) ciascuno per tre uomini d'affari andalusi accusati di frode all'olio d'oliva e pubblicità ingannevole.

Dicono che il trio venduto come miscele di olio extra vergine di oliva di 70-80% di olio di girasole e solo 20-30% di olio d'oliva, insieme a un pizzico di E141 - un additivo alimentare non approvato per l'uso negli oli da cucina - per migliorare il colore.

Secondo il quotidiano spagnolo ABC, l'accusa sostiene che dalle loro attività commerciali a Lucena, Baena ed Espejo - tutte nella regione di Cordova - gli uomini hanno venduto centinaia di migliaia di litri di olio adulterato tra 2005 e metà 2006.

Etichettato come olio extravergine di oliva e con un prezzo di conseguenza, i contenitori di metallo e plastica da 5 litri dell'olio sono stati venduti in Andalusia, Valencia e Catalogna a grossisti alimentari inconsapevoli, ristoranti e singoli consumatori, anche tramite Internet, un tribunale provinciale di Córdoba ha sentito questa settimana.

Il trio, identificato solo dalle loro iniziali - JMA, FAM e JJC - è stato addebitato come parte di 'Operazione Colesterolo. Un'indagine nazionale in Spagna nel 2006, ha seguito denunce di sospetta adulterazione dell'olio d'oliva che sono state comprovate in test dalle autorità regionali.

L'accusa afferma che, sebbene non tutti coloro che hanno acquistato l'olio adulterato siano stati identificati, il trio dovrebbe almeno compensare quei grossisti che sono noti per averlo acquistato, e i tre accusati dovrebbero essere esclusi dalla vendita di oli da cucina.



Related News

Feedback / suggerimenti