Europa

La comunità in Spagna raccoglie l'olio d'oliva usato per fare il sapone

Agosto 24, 2010
Di Daniel Williams

Notizie recenti

Di Daniel Williams
Olive Oil Times Contributore | Segnalazione da Barcellona

Il governo locale di Lleida, Spagna avvia la campagna per riciclare l'oliva usata e altri oli da cucina per produrre sapone e biocarburanti

Il comune di Montgai a Lleida, in Spagna, ha sviluppato un'iniziativa per riciclare l'olio da cucina usato (principalmente oliva) di residenti locali al fine di creare sapone e biocarburanti. L'innovativo programma "Net Fair, Soap Fair" è stato attuato congiuntamente dal sindaco di Montgai e dal consiglio di Lleida e cerca di riutilizzare le quantità rimanenti di vari oli usati nella cucina spagnola e convertirli a scopi più utili. L'olio che non può essere utilizzato nel processo di produzione del sapone
sarà trasmesso a un'azienda di riciclaggio per essere convertito in biocarburante.

Jaume Gilabert, sindaco di Montgai e presidente del Consiglio di Lledia, ha recentemente spiegato che i contenitori 300 in grado di contenere litri di olio 5 ciascuno devono essere distribuiti in tutto il comune e che i residenti saranno in grado di portare a questi oli da cucina domestici usati punti di riconsegna in cui saranno raccolti e portati in un serbatoio di contenimento in grado di contenere 600 litri di olio usato. Quando la quantità di olio supera il limite di litro 600, l'olio rimanente verrà inviato a un'azienda specializzata nella creazione di biocarburanti da oli di cucina rimanenti.

Il programma spera anche di educare i residenti sull'importanza della sensibilità ecologica rispetto allo smaltimento e al riciclaggio degli oli da cucina usati. Gilabert ha sperato che attraverso l'implementazione di questo programma di riciclaggio e un'ulteriore educazione pubblica, "possiamo evitare lo smaltimento di petrolio nei pozzi delle case" [1], che non solo blocca tubi e tubature ma può rendere molto più difficile il trattamento delle acque reflue. Un singolo litro di olio può contaminare fino a 1 milione di litri di acqua e può uccidere pesci e piante impedendo lo scambio di ossigeno. [2]

pubblicità

La presentazione del progetto è avvenuta nel corso di una conferenza sul riciclaggio dell'olio d'oliva in tutta Lleida, in Spagna. Secondo i dati forniti durante la presentazione, il cittadino spagnolo medio consuma ogni anno circa 20.82 litri di vari oli da cucina e 13.5 litri di tale olio, circa il 65%, vengono quindi trasformati in rifiuti domestici. Finora, l'iniziativa è stata accolta con grande sostegno dai residenti della regione e Gilabert spera che altri comuni mostrino interesse e che il programma sarà eventualmente esteso altrove.

.

.

pubblicità

[1] “Un pueblo de Lleida riconosce l'elevato utilizzo dei video per l'hacer jabón” Econoticias.com

[2] "Suggerimenti per evitare sprechi d'acqua e richiedere la conservazione delle risorse idriche". Natureba - Educação Ambiental.

pubblicità