`Il leader greco guarda alla Cina per il commercio tanto necessario - Olive Oil Times

Il leader greco guarda alla Cina per il tanto necessario commercio

Può. 14, 2013
Michael Angelopoulos

Notizie recenti

Il primo ministro greco Antonis Samaras visiterà la Cina dal 15 al 19 maggio. Sarà accompagnato da funzionari greci e diversi uomini d'affari, invitati esclusivamente a unirsi a lui nella missione commerciale.

Il signor Samaras incontrerà la nuova leadership politica per discutere i possibili investimenti cinesi in Grecia. Gli argomenti all'ordine del giorno copriranno tutti gli aspetti dell'economia.

La Grecia ha un disperato bisogno di denaro per far fronte al suo recente programma di salvataggio e ai pressanti disordini sociali. La Grecia ha ricevuto più di 350 miliardi di dollari di pagamenti rateali contro le dure misure di austerità e la situazione economica ha portato a una recessione prolungata.

D'altra parte, il governo greco è molto interessato ad aprire il mercato cinese per i prodotti greci, soprattutto nel settore agricolo. Questo include l'olio d'oliva, che è uno dei leader nel gruppo di prodotti greci molto apprezzati dagli stranieri.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Il periodo di produzione che si è concluso a febbraio ha portato risultati incoraggianti. La produzione di frutta delle olive era molto alta, tuttavia il totale produzione di olio d'oliva ha avuto una resa inferiore alla media a causa delle condizioni meteorologiche. Tuttavia, la stagione è riuscita a raggiungere numeri record. Inoltre, prezzi dell'olio d'oliva rimangono a livelli di picco resistendo alla pressione dall'estero.

Il servizio di monitoraggio dei prezzi in corso dell'Associazione petrolifera dei comuni di Creta, in Grecia, riferisce oggi che i prezzi all'ingrosso per olio extravergine d'oliva (EVOO) è pari a € 2.50, per consegna immediata, FOB Creta. È quasi il doppio di quello che i produttori hanno ricevuto negli ultimi anni.

Questo prezzo è gonfiato dal fatto che la Spagna, il principale produttore del bacino del Mediterraneo, ha subito una grave crisi calo della produzione a causa della siccità che ha colpito il paese l'anno scorso. Tuttavia, è un segnale incoraggiante per i funzionari greci e i promotori del mercato locale.

Secondo la Panhellenic Exporters Association, esportazioni di olio d'oliva hanno mostrato un aumento spettacolare del 221 percento, mentre solo il 90 percento della crescita è stato attribuito alle spedizioni ai tradizionali partner commerciali della Grecia. I nuovi mercati hanno rappresentato il resto.

In generale, i prodotti agricoli hanno registrato un aumento di circa il 10 o l'11% su base annua secondo i dati recenti pubblicati dall'ElStat, l'agenzia statistica greca.

Queste cifre, insieme a una forte domanda di Olio d'oliva greco in Estremo Oriente, dove viene spesso utilizzato come medicinale, incoraggia il premier greco a Pechino. Il governo greco crede fermamente che l'olio d'oliva sia un prodotto affidabile da promuovere nelle relazioni commerciali bilaterali estremamente favorite dalle condizioni pedoclimatiche della Grecia.

Related News

Feedback / suggerimenti