` Associazione spagnola "QVExtra!" Tiene il secondo congresso a Toledo - Olive Oil Times

Associazione Spagnola 'QVExtra!' Tiene il Secondo Congresso a Toledo

Marzo 22, 2016
Alexis Kerner

Notizie recenti

All'apertura di una nuova bottiglia di olio extravergine di oliva (EVOO), gli aromi di erba appena tagliata e mandorle verdi si diffondono nel tuo naso. È così intenso che potresti esclamare: "Che extravergine "o, se sei spagnolo, "Qué Virgen Extra. " Questo è lo slogan che ha portato alla denominazione di QvExtra! e riassume la filosofia alla base dell'associazione internazionale.

Al fine di fornire un prodotto di eccellenza ai consumatori, QvExtra! ha sviluppato la qualità denominata SIQEV (Seal for International of Quality Extra Virgin) che il gruppo afferma garantisce che l'EVOO in bottiglia è conforme a standard più vigorosi di quelli stabiliti dal Consiglio oleicolo internazionale e mostra una data di scadenza.

Più di 50 marchi che ora portano il sigillo. I produttori di Tunisia, Uruguay, Portogallo, Turchia e Libano sono diventati membri dell'associazione. E Israele e Francia hanno firmato accordi speciali con QvExtra !.

Il crescente supporto internazionale per QvExtra! era evidente il 15 marzoth come professionisti provenienti da Tunisia, Spagna, Stati Uniti, Israele, Giordania, Italia, Portogallo, Uruguay, Australia e Regno Unito sono arrivati ​​a Toledo per partecipare al Congresso EVOO II dell'associazione: The Great Discovery.

Durante il congresso il presidente di QvExtra !, Soledad Serrano e il ministro di CEQ Italia, Maria Grazia Minisci, ha sottolineato l'importanza della partnership internazionale.

Hai pochi minuti?
Prova il cruciverba di questa settimana.

A conferma della partnership è stato siglato un accordo tra QvExtra! e CEQ per garantire che gli EVOO spagnoli e italiani con il sigillo SIQEV aderiscano agli stessi rigorosi standard per il controllo della qualità e l'eccellenza del prodotto.

La line-up per il congresso comprendeva professionisti che hanno parlato e condotto discussioni sulla tavola rotonda su produzione, gastronomia, mercati di tendenza e scoperte scientifiche. Tra gli oratori c'erano Eryn Balch, vicepresidente esecutivo della North American Olive Oil Association e Gary Beauchamp, direttore emerito e presidente del Monell Chemical Senses Center.

Anche gli chef hanno ricevuto i riflettori. Il pranzo di martedì è stato servito come una Master Class divertente ma educativa guidata dallo chef spagnolo Alberto Moya Carraffa. Lo chef Moya Carraffa, proprietario di El Bogavante de Almirante, ha sottolineato l'importanza di prodotti freschi e di alta qualità, la dieta mediterranea, buoni vini e, naturalmente, l'uso di EVOO. Nella classe, ha dimostrato come ogni piatto è cambiato con diversi EVOO.

Ad ogni partecipante al congresso sono state presentate le stesse quattro tapas preparate con tre diversi oli d'oliva. La lezione è iniziata con la degustazione dei tre monovarietali spagnoli: Arbequina, Hojiblanco e Cornicabra. Quindi, in un esercizio di abbinamento, tapa-by-tapa, i partecipanti hanno testato come ciascuna varietà influenzava il sapore del gazpacho, dell'insalata di patate spagnola, dell'insalata di mare e di una caramella gelatina dolce. L'esperienza ha fatto cambiare ad alcuni commensali il modo in cui percepivano l'EVO.

QvExtra! prevede di organizzare eventi EVOO negli Stati Uniti e in Giappone. Il prossimo congresso biennale si svolgerà molto probabilmente negli Stati Uniti, ha affermato il gruppo, e sarà co-organizzato da CEQ Italia e QvExtra! Internazionale.


Related News

Feedback / suggerimenti