La produzione di olive da tavola continua a salire

La produzione mondiale e il consumo di olive da tavola sono aumentati notevolmente, secondo i dati del Consiglio oleicolo internazionale.

Gennaio 30, 2018
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Un impressionante aumento del 211 percento della produzione globale di olive da tavola in un periodo di 30 anni di raccolto è la cifra più sorprendente nelle statistiche di mercato pubblicate il mese scorso dal Consiglio oleicolo internazionale (CIO).

Questa percentuale si traduce in una crescita del volume di oltre tre volte da 950,000 tonnellate nel 1990/91 a una stima di 2,953,500 tonnellate nella stagione 2017/18. Gli aumenti più drammatici sono stati osservati in Egitto, Turchia, Spagna, Algeria, Grecia, Argentina, Iran e Marocco. 

Il rendimento stimato quest'anno rappresenta un aumento del 4% in tutto il mondo rispetto alla stagione precedente. 

D'altra parte, l'Europa dovrebbe aspettarsi una diminuzione dell'11% nella sua produzione totale di olive da tavola a causa della riduzione del raccolto in Spagna, che dovrebbe attestarsi a 521,500 tonnellate, il 12% in meno rispetto allo scorso anno. 

Altri paesi produttori europei, invece, dovrebbero contare su un aumento della produzione con Grecia e Italia che cercano aumenti rispettivamente del 31 per cento e del 20 per cento. 

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.


© Olive Oil Times | Fonte dati: International Olive Council


Egitto e Turchia si stanno dirigendo verso un raccolto record di 650,000 tonnellate e 455,000 tonnellate, che si traducono in un aumento rispettivamente del 30% e del 14%. 

Negli Stati Uniti la produzione aumenterà del 9%, mentre in Messico si prevede una crescita simile dell'11%. 

Anche Argentina, Israele, Giordania, Marocco e Tunisia otterranno una maggiore produzione di olive da tavola rispetto alla stagione precedente con il resto dei paesi produttori che rimarranno costanti o che sostengono un taglio, come la Siria del 47% e il Perù dell'1%. 

Allo stesso tempo, il consumo di olive da tavola è cresciuto del 186% nel periodo 1990-2017, ha affermato il CIO. 

I paesi con maggiore produzione, non a caso, mostrano anche un aumento dei consumi: l'Egitto punta a un consumo di 450,000 tonnellate contro le 11,000 tonnellate del 1990/91, l'Algeria di 289,000 tonnellate contro 14,000 tonnellate e la Turchia di 355,000 tonnellate contro 110,000 tonnellate. Anche gli Stati membri dell'Unione Europea hanno visto crescere il loro consumo da 346,500 tonnellate a 585,000 tonnellate. 

I dati del CIO hanno anche rivelato che l'Unione Europea, l'Egitto, la Turchia e gli Stati Uniti insieme rappresentano il 57% del consumo mondiale di olive da tavola negli ultimi cinque anni.





Related News

Feedback / suggerimenti