`La Tunisia accetta di diminuire la dipendenza della Russia dal petrolio europeo - Olive Oil Times

La Tunisia si dichiara d'accordo con la dipendenza della Russia dal petrolio europeo

Settembre 4, 2014
Olive Oil Times STAFF

Notizie recenti

Ministro degli esteri tunisino Mongi Hamdi

In risposta al divieto di ritorsione di Vladimir Putin sulle merci europee, la Tunisia ha accettato di sostituire l'olio d'oliva. L'olio d'oliva, il caffè e il vino non fanno parte del divieto russo, tuttavia, secondo l'agenzia di stampa russa Itar Tass, il ministro degli Esteri tunisino Mongi Hamdi ha affermato che l'olio d'oliva europeo era comunque di qualità inferiore, e quindi ha gentilmente accettato di fornire olio d'oliva tunisino "senza intermediari. "

I paesi europei avrebbero dovuto perdere circa 9 miliardi di dollari di entrate a causa del divieto ordinato dal presidente Vladimir Putin in risposta alle sanzioni relative al conflitto in Ucraina.

Secondo un rapporto di ricerca preparato da Argon International per il Consiglio oleicolo internazionale, l'olio d'oliva in Russia è considerato un prodotto speciale consumato principalmente dall'élite. Tuttavia, nel tentativo di ampliare il mercato, i produttori europei, e la Spagna in particolare, si sono impegnati in vigorose campagne di marketing.

Dopo due incontri preliminari nella primavera di quest'anno, Hamdi ha incontrato martedì il ministro russo Sergueï Lavrov a Mosca per migliorare le relazioni tra i due paesi e stabilire un "esempio di sviluppo per i paesi che hanno avuto rivoluzioni nella primavera araba ”. Le relazioni tra i due paesi non hanno soddisfatto le aspettative in passato, ha affermato.

Oltre a un accordo commerciale, secondo l'agenzia di stampa italiana ANSAmed, la Tunisia ha ricevuto un prestito di 500 milioni di dollari dalla Russia.


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti