Affari

Il produttore italiano di olio di oliva in FDA 'Red List' è Costco Supplier

Marzo 21, 2013
By Curtis Cord

Notizie recenti

La Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha confermato di aver arrestato e successivamente rifiutato una serie di spedizioni da un importante produttore italiano di olio d'oliva, Certified Origins Italia.

Il rilevamento di tracce di pesticidi ha bloccato i container 98 nei porti di New York e Seattle, secondo il deputato italiano al Parlamento europeo Sergio Silvestris.

I test della FDA hanno rivelato bassi livelli di clorpirifos nella spedizione di Origini certificate dopo che ha emesso un "avviso di importazione" per l'azienda a gennaio. Un avviso di importazione (noto anche come "Lista rossa" della FDA) prevede che le spedizioni possono essere soggette a detenzione senza esame fisico se lo spedizioniere non riesce a fornire un certificato di analisi indicante che il prodotto non contiene residui illegali di pesticidi citati.

La Environmental Protection Agency (EPA) stabilisce tolleranze per i pesticidi negli alimenti e nei mangimi, mentre la FDA applica tali tolleranze. Non esiste una tolleranza EPA stabilita per i clorpirifos nelle olive o nell'olio d'oliva. Pertanto, l'olio d'oliva che contiene clorpirifos è considerato adulterato ai sensi della Federal Food, Drug and Cosmetic Act statunitense.

pubblicità

Certified Origins è un gruppo di olivicoltori italiani 30,000, che produce l'olio d'oliva per il miglior marchio Kirkland di Costco, secondo il sito web Costcoe Bellucci Premium.

Quando una spedizione viene trattenuta dalla FDA, l'importatore ha la possibilità di presentare prove per superare la comparsa della violazione. Le prove possono includere la presentazione di un'analisi di laboratorio di terze parti (come un'analisi che indica che una voce di olio d'oliva non contiene clorpirifos). Se tali prove vengono presentate all'agenzia, riviste e ritenute adeguate, l'ingresso trattenuto viene rilasciato nel commercio interno dalla FDA. Se l'importatore non è in grado di fornire tali prove, l'ingresso è rifiutato.

Nessuno presso l'ufficio di Origini certificate di Fresno, in California, era disponibile a commentare. Il sito Web della società chiama Certified Origins "il più grande produttore di coltivatori extra virgin olio d'oliva in Italia ", afferma" In uno studio del 2010 condotto presso l'Università della California a Davis, di tutti gli EVOO importati testati, solo il nostro ha superato tutti gli standard extra vergini. "A Luglio 2010 studio trovato dall'Università della California al Davis Olive Center extra virgin gli oli di oliva che si trovano sugli scaffali dei supermercati della California spesso non rispettano gli standard internazionali e USDA.

pubblicità


Sergio Silvestris

In un'interrogazione scritta al Parlamento europeo, Silvestris ha dichiarato che i livelli rilevati nella spedizione trattenuta - che vanno da 0.015 a 0.020 ppm - erano "minimi" e al di sotto del livello massimo consentito di residui (LMR) di 0.250 ppm fissato per tutte le colture agricole in l'Unione Europea. "Allo stato attuale, oltre l'80 percento del extra virgin L'olio d'oliva prodotto in Italia e venduto negli Stati Uniti rimane bloccato in 98 container nei porti di New York e Seattle ... Perché un accordo bilaterale con gli Stati Uniti in relazione a quella sostanza non è stato ancora raggiunto? ”, ha chiesto Silvestris.

pubblicità
Questo è un articolo sulle ultime notizie. Controlla gli aggiornamenti.

fonti:

FDA Import Alert 99-08