I produttori greci attendono la riapertura di ristoranti, turismo

I professionisti del settore ritengono che la riapertura delle attività alimentari potrebbe rimettere in moto il mercato stagnante.
Può. 3, 2021
Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Dopo sei mesi di blocco con alcuni rimasti aperti solo per il cibo da asporto, i ristoranti in Grecia si preparano a riaprire completamente entro il 3 maggio.

Mentre le misure restrittive ridurranno la capacità di posti a sedere e richiederanno il distanziamento sociale, i professionisti del settore dell'olio d'oliva ritengono che la riapertura delle imprese alimentari potrebbe rimettere in moto il mercato stagnante.

Ora, con la riapertura dei ristoranti, la domanda di olio d'oliva da ristoranti e taverne aumenterà, ma le vendite al dettaglio di olio d'oliva diminuiranno poiché molte persone usciranno a cena.- proprietaria del mulino Despina Blavakis, 

"Sfortunatamente, l'olio d'oliva non ha ottenuto i prezzi che meritava e coltivatori e produttori sono preoccupati ", ha affermato Myron Hiletzakis, vice capo dell'Associazione agricola di Heraklion.

Hiletzakis ha aggiunto che se i ristoranti si apriranno, saranno in grado di assorbire dalle 30,000 alle 40,000 tonnellate di olio d'oliva rimanenti in riserva su Creta. Altrimenti, la prossima stagione di raccolta si aprirà con il preoccupante problema della large quantità invendute di olio d'oliva.

Vedi anche: Esportazioni e prezzi in crescita in Grecia

Anche altri produttori cretesi prevedono un aumento della domanda. Tuttavia, non sono sicuri in che misura l'olio d'oliva prodotto localmente verrà convogliato a ristoranti e hotel.

"Ci sono 100 tonnellate di olio extravergine di oliva attualmente immagazzinate nelle mie strutture e ho già ricevuto alcune chiamate da taverne locali che cercano di acquistare ", ha detto il proprietario del mulino Despina Blavakis vicino a Heraklion Olive Oil Times.

"Il riavvio del settore alimentare darà una spinta alla domanda ”, ha aggiunto. "Tuttavia, ci sono sempre gli imponderabili del mercato da considerare: durante il blocco, i consumatori erano abituati comprare l'olio d'oliva al supermercato e cucinare a casa ".

"Ora, con la riapertura dei ristoranti, la domanda di olio d'oliva da ristoranti e taverne aumenterà, ma il vendita al dettaglio di olio d'oliva cadrà poiché molte persone usciranno a cena ”, ha continuato il proprietario del mulino.

"C'è anche il caso di ristoranti e hotel che utilizzano oli vegetali anziché olio d'oliva per la preparazione dei loro pasti, il che limita la nostra quota di mercato ", ha affermato Blavakis. "Spero che il mercato si stabilizzi gradualmente al suo stato prima del pandemia. "

Nonostante le mediocri aspettative dei produttori, ci sono state alcune transazioni recenti nel settore, con piccoli volumi di olio extravergine di oliva superiori a 3.00 € al chilogrammo all'origine in alcune aree del Paese.

A Creta, la prima vendita di olio d'oliva che supera il limite psicologico di 3 € è avvenuta nell'associazione dei produttori Zakros nella parte orientale dell'isola, dove 30 tonnellate di olio extravergine di oliva di alta qualità, con livelli di acidità dello 0.38%, sono stati venduti per 3.13 € al chilogrammo.

Nella regione di Monemvasia in Lakonia, un prezzo simile di € 3.10 è stato recuperato per 200 tonnellate di olio extravergine di oliva, con il prezzo relativamente alto attribuito dai professionisti dell'olio d'oliva locali alla riapertura dei ristoranti in Italia.

Uno dei prezzi più alti della stagione finora è stato raggiunto in Messenia, dove un commerciante greco ha offerto 3.51 € al chilogrammo per 40 tonnellate di olio extravergine di oliva con un Denominazione d'origine protetta certificazione in un'asta tenuta dall'Associazione Agricola di Glyfada.

"La mia stima è che vi sia una tendenza al rialzo in prezzi dell'olio d'oliva nel mercato ora ", ha detto Athanasios Katsas, un membro dell'associazione. "Non sappiamo se questa tendenza continuerà per molto tempo. Se prendiamo in considerazione quello che è successo negli ultimi anni, sarebbe bene che [i produttori] iniziassero a vendere ora ".

Vedi anche: Portare il turismo dell'olio d'oliva nell'isola più popolare della Grecia

Turismo dovrebbe anche riprendersi nel paese. Entro la metà di maggio, la Grecia inizierà ad accettare turisti dagli Stati membri dell'UE e da altri paesi, inclusi Stati Uniti, Serbia e Israele, per rimettere in sesto la sua industria del turismo.

A Halkidiki, una popolare destinazione turistica nel nord della Grecia, alcuni professionisti dell'olio d'oliva non sono sicuri di come la stagione turistica influenzerà la domanda di olio d'oliva.

"I prezzi dell'olio d'oliva nella nostra zona sono solitamente tra i più alti del paese a causa della qualità superiore ", hanno detto i proprietari dell'azienda di imbottigliamento ed esportazione Vagio Agrofarms Olive Oil Times.

"Tuttavia, i produttori sono scettici e attualmente non vendono ", hanno aggiunto. "Abbiamo anche molti clienti come i proprietari di negozi turistici che ogni anno imbottigliano il loro olio d'oliva per vendere nei loro negozi con il loro marchio, ma la maggior parte di loro non si è ancora presentata in questa stagione ".

"Nonostante l'apertura del turismo, c'è ancora molta incertezza nel mercato e piccoli o grandi produttori sono ancora in attesa ”, hanno concluso i proprietari.

Tuttavia, per Zacharoula Vassilakis di Ladopetra, un coltivatore e produttore di olio d'oliva con sede nella zona, ci sono migliori prospettive per il settore.

"La riapertura delle strutture turistiche e alimentari nella Calcidica richiederà naturalmente più olio d'oliva ", ha detto Vassilakis Olive Oil Times.

"Vendiamo localmente ed esportiamo anche in Europa e, a dire il vero, la pandemia ha avuto un impatto minimo sulla nostra attività ", ha aggiunto. "Negli anni i nostri clienti hanno imparato a fidarsi della qualità e del nostro extravergine biologico e Agourelio DOP [olio d'oliva raccolto precocemente] sono sempre stati un successo tra loro ".

"I tempi sono difficili, ma ci aspettiamo di mantenere il nostro ritmo di vendita dei nostri prodotti di qualità e speriamo di aumentarlo nei prossimi mesi ", ha concluso Vassilakis.





Related News

Feedback / suggerimenti