Affari

Fattorie italiane spingono per rivitalizzare il turismo nella scia di Pandemic

Un'associazione di agricoltori italiani avverte che il settore potrebbe perdere 1 miliardo di euro nel 2020. Man mano che il blocco diminuisce, le case coloniche stanno trovando nuovi modi per attirare in sicurezza i turisti.

Giu. 9, 2020
Di Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Le famose case coloniche che punteggiano i pittoreschi paesaggi italiani da Puglia in Liguria hanno registrato un calo dell'80% dei visitatori a causa del Pandemia di COVID-19.

Sede di alcuni dei più rinomati oli e vini d'oliva italiani, le destinazioni turistiche più popolari sono state duramente colpito dalle misure per frenare la diffusione della malattia.

Se non ribaltiamo la situazione adesso, il settore rischia di perdere € 1 miliardo nel 2020.- Colditerri, l'associazione degli agricoltori italiani

Ora che tali misure sono state ridotte, case coloniche e autorità locali si stanno unendo per riportare i turisti italiani e internazionali in queste tradizionali destinazioni di vacanza.

L'associazione degli agricoltori Coldiretti, nel frattempo, ha avvertito che le deludenti cifre di primavera per l'agriturismo potrebbero essere solo la punta dell'iceberg.

Guarda anche: Aggiornamenti COVID-19

"L'Italia ospita 24,000 fattorie sparse in tutte le sue regioni ", ha dichiarato Coldiretti in una nota. "Offrono oltre 250,000 posti letto e oltre 440,000 posti nei ristoranti. " Nel 2019, 14 milioni di visitatori sono stati prenotati dalle case coloniche, con il 59% proveniente dall'estero.

pubblicità

"Se non cambiamo le carte adesso, il settore rischia di perdere € 1 miliardo ($ 1.1 miliardi) nel 2020 ", ha affermato Coldiretti.

Le case coloniche hanno caratteristiche utili quando si tratta di prevenzione dei virus, rispetto a molti altri ristoranti, hotel e luoghi di villeggiatura, ha sottolineato il gruppo.

"Le aziende agricole possono contare su ampi spazi all'aperto per le loro attività di ristorazione, di solito non offrono molti posti letto ai visitatori che pernottano e sono probabilmente i posti migliori e più semplici in cui è possibile applicare misure di sicurezza - dove le famiglie possono essere al sicuro fuori dalla propria casa, "Ha detto Coldiretti.

Le loro caratteristiche uniche potrebbero svolgere un ruolo cruciale nel rilancio del turismo nelle terre dell'olio d'oliva e del vino, motivo per cui molti operatori del settore agroalimentare hanno chiesto di essere inclusi in un nuovo sito web del governo dedicato all'agriturismo italiano.

Il direttorio è gestito dal Ministero delle Politiche Agricole e fornisce informazioni su caratteristiche, servizi offerti, storie e misure di sicurezza adottate da ciascuna fattoria.

"Le case coloniche svolgono un ruolo centrale perché promuovono il turismo nella loro zona, come nei piccoli e antichi villaggi vicini, dove nascono il 92% delle specialità agroalimentari italiane ”, ha affermato Diego Scaramuzza, presidente dell'associazione agriturismi di Coldiretti, Terranostra .

Scaramuzza gestisce un sito Web di directory di fattorie separate, Campagna Amica (che significa campagna amichevole, in italiano). I ristoranti agricoli non solo promuovono le specialità locali, ma sono spesso i produttori di alcuni dei prodotti gastronomici più rinomati d'Italia.

Il ruolo svolto da queste case di campagna nella rivitalizzazione dell'economia è stato dichiarato dal Ministro dell'Agricoltura, Teresa Bellanova, che ha trascorso alcuni giorni a visitare attivamente molti di questi luoghi per capire meglio come stanno affrontando le conseguenze di COVID-19.

In un Tweet, il Ministro ha parlato delle splendide case coloniche del sud durante la visita a Sante Le Muse, in Puglia, un'azienda agricola focalizzata sulla produzione olio d'oliva biologico e purificando le vacanze in famiglia.

"Abbiamo avuto mesi difficili. Una fattoria non è qualcosa che puoi semplicemente chiudere ", ha detto Fabiana Renzo, proprietaria di Sante Le Muse Olive Oil Times. "Ci sono animali di cui prendersi cura, campi, alberi e ciò sta accadendo sia che tu abbia visitatori che arrivano o meno.

"Abbiamo dovuto affrontare gravi incertezze, abbiamo dovuto affrontare i costi senza entrate ", ha aggiunto. "Ma ora, con la fine del blocco, stiamo ricevendo telefonate, richieste di informazioni e prenotazioni. "

Sante Le Muse produce olio extra vergine di oliva da 700 alberi delle cultivar locali e antiche Ogliarola e Cellina. Renzo, come molti proprietari di case coloniche, ora accoglie i suoi primi ospiti post-COVID-19.

Per la prossima stagione estiva, gli operatori della fattoria stanno pianificando una serie di nuove attività, sfruttando lo spazio all'interno dei loro vigneti e oliveti.

Nella provincia settentrionale di Bergamo, che era il epicentro dell'epidemia italiana di COVID-19, le case coloniche stanno ora promuovendo le loro attività agricole sottolineando le misure di sicurezza recentemente imposte.

Oltre alle applicazioni mobili per scaricare i menu della fattoria, in modo da non toccare il menu tradizionale del ristorante cartaceo, le idee di marketing antivirus includono anche "agricoltori picnic ", che consiste nel distribuire una scatola piena di stoviglie usa e getta e specialità alimentari locali pronte da mangiare. Puoi goderteli mentre trascorri del tempo nei boschi con amici e familiari, non all'interno di uno spazio chiuso.

"Allontanamento naturale, sicurezza e nuove idee sono le parole chiave dell'era post-COVID-19 per le case coloniche italiane ”, ha concluso Coldiretti.





Related News