` Il consumo di olio d'oliva in Spagna è aumentato durante lo stato di emergenza - Olive Oil Times

Il consumo di olio d'oliva in Spagna è aumentato durante lo stato di emergenza

Novembre 11, 2020
Daniel Dawson

Notizie recenti

Un rapporto pubblicato di recente dal ministero dell'Agricoltura, della pesca e dell'alimentazione spagnolo conferma il prove aneddotiche che l' Pandemia di COVID-19 aumento della domanda interna di olio d'oliva.

Famiglia individuale consumo di olio d'oliva è aumentato del 12.7% nel periodo consecutivo di 12 mesi terminato a luglio 2020, rispetto al precedente. 

Vedi anche: Il consumo di olio d'oliva in Spagna continua a crescere

Secondo il rapporto, i mesi con i più alti tassi di consumo interno individuale sono coincisi con il primo stato di allarme del Paese, durato dal 14 marzo al 21 giugno.

Uno stato di allarme è il più basso dei tre gradi di emergenza.

Durante il periodo di quattro mesi, gli spagnoli hanno consumato una media di 33,860 tonnellate di olio d'oliva al mese. Nel frattempo, nei restanti otto mesi dell'anno in corso, le famiglie spagnole hanno consumato una media di 28,160 tonnellate di olio d'oliva al mese.

Il consumo di olio d'oliva ha raggiunto i suoi punti più alti sia a marzo che a maggio, raggiungendo rispettivamente 34,690 tonnellate e 34,880 tonnellate.

Si prevede un aumento sostanziale del consumo domestico di olio d'oliva aiutare a compensare le gravi perdite subite dai produttori del paese, molti dei quali sono stati colpiti negativamente dalla pandemia impatto sul commercio così come il settore della ristorazione e dell'ospitalità.

È probabile che anche la tendenza all'aumento dei consumi delle famiglie continui poiché un nuovo stato di allarme è stato emesso dal primo ministro Pedro Sánchez alla fine del mese scorso e potrebbe durare fino a maggio. In molte parti del paese, gli spagnoli sono invitati a rimanere di nuovo a casa.





Related News

Feedback / suggerimenti