Australia / Nuova Zelanda

Proceed di Australian Medfly di Oxitec

Nonostante i ritardi, la British Biotech Company Oxitec è ancora convinta che il loro ceppo geneticamente modificato di ulivo raggiungerà ulteriori fasi di prova, ma c'è ancora molta strada da fare prima che i coltivatori possano accedere a questi insetti a loro vantaggio.

Oxitec
Gennaio 3, 2017
Di Mary Hernandez
Oxitec

Notizie recenti

Nonostante abbia ritirato la domanda di condurre uno studio di gabbie di prova sulla mosca delle olive in Spagna nel 2014, English Biotech Company Oxitec afferma che il ceppo OX3097D della popolazione che sopprime le mosche di olivo geneticamente modificate non dovrebbe essere ancora preso in considerazione.

Il programma di controllo della popolazione funziona rilasciando mosche di olivo maschio appositamente marcate in natura. Queste mosche sono state rese sterili a causa di a "autolimitante. ”Questi maschi si riproducono con mosche femmine allo stato brado, creando una popolazione che diminuisce gradualmente a causa dell'incapacità di riprodurre o produrre prole sana.

In 2014, Olive Oil Times coperto La domanda iniziale di Oxitec, rivelando che la società sperava ancora che la prima sperimentazione sul campo della mosca dell'oliva OX3097D sarebbe andata avanti in Catalogna, nonostante avesse ritirato la loro domanda per una prova compensata.

Quando è stato raggiunto per un aggiornamento, Oxitec ha spiegato che in 2015 è stata intrapresa una revisione di tutti i prodotti candidati per quanto riguarda il programma di soppressione dei parassiti delle olive, ed è stato stabilito che il rifocalizzazione su nuovi promettenti ceppi candidati alla fine avrebbe fornito ai produttori di olive la migliore soluzione dell'azienda potrebbe offrire. Oxitec ha dichiarato che intende presentare un'altra domanda in futuro con lo sviluppo di nuovi prodotti candidati.

Il ceppo OX3097D ha già subito test approfonditi per quanto riguarda la sua salute e sicurezza ambientale per animali e umani, senza che siano state identificate aree di preoccupazione, ha affermato la società. Poiché il programma di soppressione biologica e non tossico è specifico per le specie di mosche olivastre in questione, non ha alcun impatto sulla vita di altri insetti utili ed è innocuo se consumato.

pubblicità

L'effetto di controllo della popolazione del programma è inoltre limitato alle mosche in una specifica area geografica, poiché le mosche olivastre non percorrono grandi distanze durante la loro vita. Ciò lo rende altamente controllabile, privo di radiazioni e un modo efficace per ridurre la popolazione di mosche di olivo in uno specifico oliveto o azienda agricola.

Affinché la varietà della mosca dell'olivo OX3097D raggiunga una fase commerciale, dovrebbe comunque essere studiata in un recinto e in condizioni rigorosamente regolamentate. Lo svolgimento di studi di ricerca in questo modo è notevolmente costoso e può verificarsi solo in un arco di tempo molto ristretto a causa del ciclo di vita riproduttivo della mosca delle olive selvatiche.

Nel frattempo, Oxitec sta procedendo con la sperimentazione di un altro dei suoi insetti modificati, la mosca della frutta mediterranea o Medfly. Questo ceppo autolimitante della mosca che è un noto parassita agricolo utilizza la stessa tecnologia utilizzata nella OX3097D. È pronto per essere processato in natura nell'Australia occidentale e, se il processo dovesse avere successo, il passo successivo sarà ottenere l'approvazione dell'Ufficio australiano del Gene Technology Regulator.

Sembra anche che il costo e la percezione pubblica degli insetti geneticamente modificati possano avere un ruolo nell'eventuale successo della mosca dell'olivo Oxitec poiché simili sforzi negli Stati Uniti e in Asia sono stati posti il ​​veto per questi motivi, ma solo il tempo lo dirà.



Related News