Affari

Condivisione della vendemmia: CSA dell'olio d'oliva e programmi di adozione dell'albero

Gli amanti dell'olio d'oliva possono aiutare i coltivatori e i produttori sostenitori in cambio di una quota del petrolio prodotto e la consapevolezza che la loro assistenza finanziaria sostiene e mantiene il patrimonio culturale delle regioni olivicole.

Febbraio 23, 2017
Di Pamela Hunt

Notizie recenti

L'agricoltura sostenuta dalla comunità (CSA) consente ai consumatori di fornire sostegno finanziario agli agricoltori in cambio di una quota del raccolto. Seguendo un modello simile, diversi olivicoltori in Europa e negli Stati Uniti offrono anche un pacchetto di tipo CSA. Alcuni di questi programmi utilizzano un modello di adozione, attraverso il quale la quota del partecipante sostiene un singolo albero o boschetto e garantisce una quantità specifica di petrolio nel corso di un anno. Altri si attengono a una quota CSA tradizionale, con i fondi raccolti attraverso il programma distribuiti sull'intero processo di olivicoltura.

Nudo Adotta

Nudo afferma di essere la prima azienda a offrire pacchetti di adozione di olivi. Cathy Rogers e Jason Gibb hanno sviluppato il programma in 2005 dopo aver restaurato un uliveto 21-acro nelle Marche, Italia. Nove anni dopo, Katharine Doré - che ora è il regista di Nudo Adotta- e suo figlio Toby si sono uniti al loro uliveto in Liguria a Nudo Adopt, offrendo una scelta più ampia ai clienti. Il programma consente ai produttori di olio d'oliva di piccole dimensioni di ottenere i loro prodotti ad un vasto pubblico internazionale. Sebbene Nudo abbia clienti in tutto il mondo, l'albero più adottivo "genitori "vivono negli Stati Uniti, in Canada e in Europa. I clienti possono scegliere tra varie opzioni, dalle adozioni stagionali a quelle semestrali fino alle adozioni regalo.

TRE Olive

A conduzione familiare TRE Olive offre pacchetti per clienti negli Stati Uniti e in Canada. La famiglia produce olio in Calabria, in Italia, dal 1934. Nel 2009, tre cugini (da cui il nome dell'azienda) del ramo della famiglia che emigrò nel Massachusetts occidentale formarono il loro programma di adozione per consentire alla famiglia di mantenere l'alta qualità il loro prodotto. I clienti pagano per adottare un albero su base annuale e ricevono un totale di tre litri di olio d'oliva dal boschetto, nonché la documentazione relativa al loro albero.

pubblicità

La Rogaia

Arroccata nel paesaggio aspro dell'Umbria, La Rogaia ha creato il suo programma di adozione per sostenere gli sforzi per preservare il paesaggio culturale e l'habitat unico della regione. I loro ulivi secolari sono stati il ​​pilastro di generazioni e i muri a secco che terrazzano i ripidi pendii sono laboriosi e costosi da mantenere. La Rogaia offre una varietà di pacchetti, dall'adozione di un albero annuale di base all'adozione per tutta la vita con una statua decorativa creata per il cliente e una quantità garantita di olio consegnato.

Suzy's Yard

A poco più di un'ora da La Rogaia, Suzy's Yard a Cetona, in provincia di Siena, offre un programma di adozione per sostenere i suoi quasi 1,000 ulivi. Sebbene la fattoria produca olio d'oliva dal 2008, un'infestazione di mosche d'oliva un anno ha stimolato la creazione del programma di adozione. Sebbene Suzy's Yard produca anche vino, verdure, miele e altri prodotti, i loro margini di profitto sono stretti - come lo sono in gran parte del mondo agricolo - quindi il programma di adozione fornisce un modo per finanziare il mantenimento dei boschi nel caso in cui un'altra stagione senza si verifica un raccolto.

Soprattutto la Puglia

Dopo che la proprietaria Suzie Alexander e suo marito hanno acquistato un uliveto e fatto olio per la prima volta, sono stati catturati. La loro filosofia di connettere le persone con le aree rurali e aumentare la consapevolezza della qualità del cibo nella loro fattoria didattica e come partecipanti al programma World Wide Opportunities on Organic Farms (WWOOF) è estesa all'invito aperto che gli adottanti dell'olivo ricevono per visitare i boschi e vedere di persona come viene coltivato il loro cibo.

Soprattutto la Puglia il fondatore, Michele Iadarola, ha sviluppato un profondo apprezzamento per le tradizioni agricole mentre cresceva in una fattoria in Puglia, in Italia. Il concetto ormai alla moda di mangiare dalla fattoria alla tavola era uno stile di vita naturale per lui e la sua famiglia. Mentre lavorava negli Stati Uniti, ha visto quanto i consumatori americani siano disconnessi dalle fonti del loro cibo. Iadarola ha creato Soprattutto la Puglia come un modo per presentare ai consumatori l'olio extravergine di oliva di alta qualità per cui la Puglia è nota, educandoli sulle pratiche sostenibili e sulla ricca varietà dell'agricoltura pugliese. Il suo obiettivo è quello di favorire la connessione tra coloro che amano questo cibo e quelli che lo producono. Chi adotta l'olivo riceve una latta di olio da tre litri con una bottiglia di ceramica prodotta in Puglia da cui servirla. Il pacchetto include anche informazioni sul boschetto specifico da cui proviene l'olio e sulle persone che hanno raccolto e spremuto l'olio.

Frog Hollow Farm

A Brentwood, in California, Frog Hollow Farm fornisce un componente aggiuntivo certificato di olio extra vergine di oliva biologico al suo tradizionale programma CSA Happy Child. La fattoria ha un uliveto di circa 300 e produce l'olio con l'aiuto dei vicini McEvoy Ranch a Petaluma, dove avviene l'effettiva frangitura delle olive. I partecipanti possono effettuare un singolo acquisto di petrolio oppure possono unirsi al club dell'olio di oliva per ricevere olio su base bisettimanale o mensile con uno sconto.

Questi programmi di adozione forniscono un modo per stabilire un collegamento tra i consumatori di olio d'oliva e i produttori che sono orgogliosi di creare l'olio della migliore qualità possibile.


Related News