S. America

La produzione di olio d'oliva argentina dovrebbe raddoppiare entro il 2020

Febbraio 27, 2012
Di Charlie Higgins

Notizie recenti

Ci sono buone notizie per l'industria petrolifera argentina.

Gli analisti del settore hanno annunciato che l'olio d'oliva è oggi il prodotto agricolo in più rapida crescita del Paese e si aspettano che la produzione raddoppierà entro il 2020, secondo il Piano strategico agroalimentare e agroalimentare del Ministero dell'agricoltura, del bestiame e della pesca dell'Argentina.

La rapida crescita e il miglioramento della tecnologia negli ultimi anni hanno posizionato l'Argentina tra i principali produttori mondiali di olio d'oliva e olive da tavola. Le esportazioni hanno generato oltre $ 30 milioni nel solo primo trimestre del 2011. L'industria è cresciuta del 146.1 per cento tra il 2000 e il 2010, un anno in cui le vendite all'estero hanno raggiunto 85,324 tonnellate per un valore di 43.1 milioni di dollari.

Si prevede che la crescita continuerà nel prossimo decennio, poiché la superficie dell'olivicoltura si espande a 110,720 ettari e la produzione annuale supera le tonnellate 100,000, stabilendo saldamente l'Argentina tra i principali produttori di olio d'oliva al mondo.

"Il paese ha il potenziale per diventare uno dei principali attori dell'industria petrolifera mondiale", ha dichiarato Cesar Angel Matias, specialista presso l'Istituto Nazionale di Tecnologia Agricola (INTA) di Catamarca.

pubblicità

L'entusiasmo per l'olio argentino culminerà con l'imminente fiera INTA Expone NOA nella provincia di Salta, aprile 20 - 22. L'evento presenterà diverse presentazioni progettate per insegnare ai consumatori il processo di produzione dell'olio d'oliva, dalle sementi alla tavola. Saranno inoltre fornite informazioni tecniche e di degustazione.