` Consumo di olio di oliva negli Stati Uniti Aumenta la percentuale di 9 nelle ultime cifre

Affari

Consumo di olio di oliva negli Stati Uniti Aumenta la percentuale di 9 nelle ultime cifre

Gennaio 18, 2013
Di Julie Butler

Notizie recenti


Foto: Vivien Cord

Le importazioni di olio d'oliva sono aumentate del 38 percento in Cina, del 21 percento in Giappone, del 15 percento in Russia e del 9 percento negli Stati Uniti e in Brasile nel 2011/12, secondo i dati dell'International Olive Council.

Pubblicati sulla newsletter del mercato del CIO per dicembre, i dati - ancora provvisori ma che coprono l'intero anno da ottobre a settembre - mostrano anche che le importazioni in Australia sono rimaste stabili ma sono diminuite dell'1% in Canada.

Nel mercato delle olive da tavola, le importazioni sono aumentate del 15% in Brasile e dell'1% in Australia, sono rimaste stabili in Canada e sono diminuite del 4% negli Stati Uniti e del 3% in Russia.

Prezzi dell'olio extra vergine di oliva

pubblicità

I prezzi franco fabbrica in Spagna sono aumentati del 50% tra dicembre 2011 e dicembre 2012, quando hanno raggiunto 2.68 € / kg e hanno finalmente recuperato il livello raggiunto nell'aprile 2007, riporta anche la newsletter del CIO.

In Italia, i prezzi sono aumentati del 23% tra dicembre 2011 e dicembre 2012. E nello spazio tra il mese e la seconda settimana dello scorso dicembre sono passati da 2.67 € / kg a 2.98 € / kg.

"In Grecia, i prezzi alla produzione sono aumentati più uniformemente e lentamente, passando da 1.82 € / kg (fine luglio) a 2.04 € / kg nella terza settimana di dicembre. L'aumento dei prezzi rispetto alla stessa settimana dell'anno precedente ha raggiunto l'8% ", ha affermato il CIO.

Il divario tra il prezzo dell'olio di oliva raffinato e dell'olio extra vergine di oliva è attualmente di circa € 0.10 / kg in Spagna e € 0.64 / kg in Italia.

Le importazioni degli Stati Uniti per cadere

Si prevede che le importazioni nel mercato cruciale degli Stati Uniti scenderanno da 294,000 tonnellate nell'anno agricolo 2011/12 (da ottobre a settembre) a 285,000 tonnellate nel 2012/13, poiché nel frattempo la produzione statunitense raddoppia da 6,000 a 12,000 tonnellate, secondo un documento separato del CIO titolato "Cifre chiave sul mercato mondiale degli oli d'oliva ".

Ma il CIO prevede un lieve aumento delle importazioni in un altro grande mercato, il Brasile, da 68,000 a 70,000 tonnellate.

Si prevede che la produzione globale di olio d'oliva raggiungerà il totale di 2.7 milioni di tonnellate e il consumo di 3.1 milioni di tonnellate, in calo rispetto a 3.4 milioni e 3.2 milioni rispettivamente nella scorsa stagione.



Related News