`Consumo di olio d'oliva negli Stati Uniti in aumento del 9% negli ultimi dati - Olive Oil Times

Consumo di olio di oliva negli Stati Uniti Aumenta la percentuale di 9 nelle ultime cifre

Gennaio 18, 2013
Julie Butler

Notizie recenti


Foto: Vivien Cord

Le importazioni di olio d'oliva sono aumentate del 38% in Cina, del 21% in Giappone, del 15% in Russia e del 9% negli Stati Uniti e in Brasile nel 2011/12, secondo i dati del Consiglio oleicolo internazionale.

Pubblicati nella newsletter di mercato del CIO per dicembre, i dati - ancora provvisori ma che coprono l'intero anno da ottobre a settembre - mostrano anche che le importazioni in Australia sono rimaste stabili ma sono diminuite dell'1% in Canada.

Nel mercato delle olive da tavola, le importazioni sono aumentate del 15% in Brasile e dell'1% in Australia, sono rimaste stabili in Canada e sono diminuite del 4% negli Stati Uniti e del 3% in Russia.

Prezzi dell'olio extra vergine di oliva

I prezzi franco fabbrica in Spagna sono aumentati del 50 percento tra dicembre 2011 e dicembre 2012, quando hanno raggiunto € 2.68 / kg e alla fine hanno riguadagnato quello che era stato il loro livello in aprile 2007, riporta anche la newsletter del CIO.

In Italia, i prezzi sono aumentati del 23 percento tra dicembre 2011 e dicembre 2012. E nello spazio del mese alla seconda settimana dello scorso dicembre sono passati da € 2.67 / kg a € 2.98 / kg.

"In Grecia, i prezzi alla produzione sono aumentati in modo più uniforme e lento, passando da 1.82 € / kg (fine luglio) a 2.04 € / kg nella terza settimana di dicembre. L'aumento dei prezzi rispetto alla stessa settimana dell'anno precedente è dell'8% ”, ha affermato il CIO.

Il divario tra il prezzo dell'olio di oliva raffinato e dell'olio extra vergine di oliva è attualmente di circa € 0.10 / kg in Spagna e € 0.64 / kg in Italia.

Le importazioni degli Stati Uniti per cadere

Secondo un documento separato del CIO, le importazioni nel cruciale mercato statunitense dovrebbero scendere da 294,000 tonnellate nella campagna 2011/12 (da ottobre a settembre) a 285,000 tonnellate nel 2012/13, poiché la produzione statunitense raddoppia da 6,000 a 12,000 tonnellate. intitolato "Cifre chiave sul mercato mondiale degli oli d'oliva ".

Ma il CIO prevede un piccolo aumento delle importazioni in un altro grande mercato, il Brasile, da 68,000 a 70,000 tonnellate.

Si prevede che la produzione globale di olio d'oliva raggiungerà il totale di 2.7 milioni di tonnellate e il consumo di 3.1 milioni di tonnellate, in calo rispetto a 3.4 milioni e 3.2 milioni rispettivamente nella scorsa stagione.



pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti