Affari

Il tempo insolito potrebbe essere problematico per il raccolto di olive in California

Un caldo inverno seguito da numerosi scatti primaverili ha portato a un minor numero di ulivi in ​​fiore nella California centrale.

Giu. 11, 2018
Di Daniel Dawson

Notizie recenti

Alcune giornate invernali insolitamente calde, insieme a un recente congelamento primaverile, hanno influenzato il modo in cui gli ulivi fioriscono finora quest'anno in California.

Ciò ha portato alcuni produttori di olive ad avere una prospettiva sempre più pessimistica sulla resa di quest'anno, che, secondo una stima non ufficiale dal California Olive Oil Council, potrebbe essere da 25 a 35 percento inferiore rispetto allo scorso anno.

È come se gli alberi fossero confusi su quando è primavera. Ha anche portato a una fioritura inferiore alle aspettative complessive.- Phil Asquith, Ojai Olive Oil

"Nel complesso siamo un po 'pessimisti. La fioritura, nel complesso, è stata piuttosto scarsa, molti frutteti in realtà hanno una luce molto ridotta, quasi senza fioritura ", ha detto Dani Lightle, consulente di sistemi di frutteto a estensione cooperativa per la contea di Glenn, al sito di notizie agricole Agnet. "C'è un frutteto qui o là che sembra abbastanza buono, ma nel complesso è un po 'triste. "

Parte della riduzione è stata attribuita a molti olivicoltori statali che entrano in un anno di riposo dopo un buon raccolto dell'anno scorso. Tuttavia, sia gli agricoltori che gli scienziati concordano sul fatto che anche i modelli meteorologici irregolari sono stati un fattore determinante.

"Penso che il gelo sia stato probabilmente un fattore ", ha detto Lightle Olive Oil Times. "In questa zona, la fioritura era scarsa in entrambe le contee di Glenn e Tehama nella maggior parte dei frutteti che ho osservato. "

pubblicità

Steve Sibbett è consigliere agricolo emerito all'Università della California a Davis. Ha detto che mentre non ha seguito attivamente gli effetti meteorologici sulle colture del 2018, le fluttuazioni di temperatura alla fine dell'inverno e della primavera influenzano negativamente le fioriture degli ulivi.

"Il tardo inverno e l'inizio della primavera danneggiano lo sviluppo di gemme da frutto ”, ha detto Olive Oil Times. "Un evento simile si è verificato lo scorso febbraio a seguito di un periodo di riscaldamento che ha incoraggiato la crescita a iniziare. Quanti danni, se ce ne sono, sono sconosciuti per me ed è probabilmente variabile a causa dell'area. "

Phil Asquith di Olio di oliva Ojai, che si trova vicino a Santa Barbara, nel sud della California, ha affermato di aver notato l'impatto delle fluttuazioni di temperatura sui suoi ulivi. Ha detto che le temperature variabili hanno fatto fiorire alcuni alberi quasi due mesi prima di altri.

"Qualcosa ha influenzato la fioritura qui e stiamo assistendo a uno strano fenomeno. Alcuni dei nostri alberi fiorirono normalmente e altri circa sei settimane dopo ”, ha detto Olive Oil Times. "Non è mai stato in lotti del genere, di solito tutto in una volta. È come se gli alberi fossero confusi su quando è primavera. Ha anche portato a una fioritura inferiore alle aspettative complessive ".

Le fluttuazioni di temperatura di quest'anno sono simili a quanto accaduto nel 2006, che è stato uno dei raccolti più bassi per gli olivicoltori nell'ultimo quarto di secolo, secondo Lightle. Tuttavia, ha detto che è ancora troppo presto per dire se le insolite condizioni meteorologiche quest'anno danneggeranno il raccolto nella stessa misura.

"In realtà abbiamo visto una situazione simile intorno al 2006, dove c'era un clima insolitamente caldo seguito da un periodo di congelamento prolungato, simile a quello che abbiamo visto questa primavera ", ha detto.

Louise Ferguson, direttrice del Centro informazioni Fruit and Nut dell'UC Davis, ha affermato che il clima della California sta cambiando e che le variazioni di temperatura durante la primavera e l'autunno continueranno probabilmente a verificarsi.

"Sì, ci saranno più fluttuazioni di temperatura, [come una] caduta calda tardiva con improvvisi congelamenti ", ha detto Ferguson Olive Oil Times. "E il riscaldamento irregolare seguito dal freddo in primavera danneggerà la fioritura e l'allegagione precoci ”.

Ferguson ha anche affermato che gli agricoltori hanno potuto fare ben poco per mitigare gli effetti delle variazioni di temperatura oltre a piantare cultivar adeguate al clima e non irrigare gli alberi troppo tardi in autunno.

Richard Meisler di Fattoria olivicola di San Miguel concorda sul fatto che coltivare le varietà appropriate per ciascuna regione della California può mitigare i danni causati da queste fluttuazioni climatiche. I suoi ulivi si trovano nella California centro-occidentale, che ha un microclima unico e non ha notato una fioritura più bassa del normale.

"Il tempo a San Miguel è più caldo e più freddo rispetto alle aree circostanti. Lo chiamiamo un microclima ", ha detto Olive Oil Times. "I nostri alberi sono le varietà giuste per il clima della costa centrale. Possono tollerare temperature sotto lo zero fino a un certo punto. "

Meisler ha anche sottolineato che ogni parte dello stato ha un clima leggermente diverso. Pertanto, non esiste una singola varietà o un insieme di strategie che possono essere applicate in modo uniforme.

"In una fattoria a Paso Robles, a 10 miglia da San Miguel, il clima è solo leggermente diverso ", ha detto. “[Quest'anno, le loro] olive sono più grandi delle nostre e i loro alberi vengono caricati. Madre natura racconta la storia ", ha detto Meisler.

Il California Olive Council avrà una riunione del consiglio di amministrazione il 12 giugno. Uno degli argomenti che potrebbero essere discussi è il danno causato dal clima imprevedibile di quest'anno e quale impatto potrebbe avere sulle rese complessive delle olive.





Related News