Funzionari statunitensi e spagnoli discutono del futuro delle tariffe e del commercio

Il settore spagnolo delle olive da tavola ha esortato il suo governo a compiere progressi nell'eliminazione di tutte le tariffe. Gli Stati Uniti hanno avvertito che la nuova tassa spagnola sui servizi digitali potrebbe portarne di nuove.
Reyes Maroto (Richter Frank Jurgen)
Marzo 30, 2021
Daniel Dawson

Notizie recenti

Funzionari di Stati Uniti e Spagna hanno parlato per la prima volta questa settimana per discutere le future relazioni commerciali tra i due paesi.

Katherine Tai, rappresentante per il commercio degli Stati Uniti, confermata di recente, ha incontrato Reyes Maroto, ministro dell'industria, del commercio e del turismo, per discutere lo sviluppo di un "più positivo e produttivo ”rapporto commerciale tra le due parti.

L'escalation del conflitto commerciale è qualcosa che non ha giovato a nessuna delle parti.- Reyes Maroto, ministro dell'Industria, del commercio e del turismo

"Hanno deciso di lavorare per rafforzare la collaborazione tra Stati Uniti e Spagna sugli interessi reciproci, inclusa la risoluzione delle grandi controversie sugli aerei civili della Word Trade Organization ", ha detto l'ufficio del Rappresentante per il commercio degli Stati Uniti in un dichiarazione. "Hanno anche discusso Tassa sui servizi digitali in Spagna... e l'impegno condiviso dei due paesi per trovare risultati reciprocamente vantaggiosi ".

All'inizio di questo mese, l'Unione Europea e gli Stati Uniti hanno acconsentito sospendere temporaneamente i dazi per un valore complessivo di 11.5 miliardi di dollari (9.65 miliardi di euro) che ciascuna parte aveva imposto all'altra sui sussidi illegali forniti ai produttori di aerei Boeing e Airbus.

Vedi anche: Notizie commerciali

Oli di oliva confezionati vergini e non vergini spagnoli e alcuni tipi di verde spagnolo e francese olive da tavola sono stati colpiti con a Tariffa del 25 percento come parte del pacchetto di misure punitive imposte dagli Stati Uniti

Durante i 16 mesi in cui erano in vigore le tariffe statunitensi, i settori dell'olio d'oliva in bottiglia e delle olive da tavola spagnoli sono stati gravemente colpiti.

Secondo l'Agenzia spagnola di informazione e controllo alimentare, le esportazioni di olio d'oliva in bottiglia negli Stati Uniti è diminuito dell'80% nel 2020, rispetto al 2019.

Anche l'Associazione spagnola degli esportatori e produttori di olive da tavola (Asemesa) ha riferito che la vendita di olive da tavola verdi negli Stati Uniti è diminuita del 25%.

"L'escalation del conflitto commerciale è qualcosa che non ha giovato a nessuna delle parti ", ha detto Maroto. "Si apre una nuova fase per lo sviluppo di un'agenda collaborativa positiva tra due potenze destinate ad essere alleati e stretti collaboratori di fronte alle sfide attuali ".

La sospensione delle tariffe durerà fino all'inizio di luglio, quando le due parti dovranno decidere se prorogare la moratoria o reimpostare le tariffe.

Tuttavia, i funzionari di Asemesa hanno avvertito che la sospensione di quattro mesi dalle tariffe non avrebbe influito in modo significativo sugli esportatori e hanno esortato i funzionari spagnoli ed europei a sfruttare questo tempo per trovare una soluzione a lungo termine al conflitto Boeing-Airbus.

"L'attuale tregua tariffaria di quattro mesi concordata tra Washington e Bruxelles sarà notata solo nelle vendite occasionali, ma non nella maggior parte delle operazioni di esportazione, che sono negoziate con contratti annuali ", ha detto Asemesa in un dichiarazione. "Gli acquirenti americani non cambieranno fornitore solo per l'annuncio della sospensione temporanea delle tariffe e l'apertura di una trattativa ".

Vedi anche: Spagna, Uruguay tentano di rilanciare l'accordo commerciale UE-Mercosur in stallo

Mentre i negoziatori di Stati Uniti e UE sperano di trovare una soluzione al conflitto Boeing-Airbus, la legislazione fiscale digitale implementata a gennaio dal governo spagnolo ha creato nuove tensioni con gli Stati Uniti

La scorsa settimana, Tai ha annunciato che avrebbe mantenuto la minaccia di imporre tariffe aggiuntive alla Spagna come rappresaglia per l'imposta sui servizi digitali, che richiede a tutte le società che guadagnano più di 3 milioni di euro di reddito in Spagna e almeno 750 milioni di euro a livello globale di pagare un tre per cento di tasse.

Le società tecnologiche americane, tra cui Amazon, Facebook e Google, sono state le più colpite dalla nuova legge.

"Gli Stati Uniti rimangono impegnati a raggiungere un consenso internazionale attraverso il processo dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico sulle questioni fiscali internazionali ", ha affermato Tai. "Tuttavia, fino a quando non verrà raggiunto un tale consenso, manterremo le nostre opzioni nell'ambito del processo della Sezione 301, inclusa, se necessario, l'imposizione di tariffe ".

Tai e Maroto hanno concordato di discutere ulteriormente la tassa digitale e altre questioni nelle riunioni future. Sebbene non sia stata data alcuna data per la prossima serie di colloqui, entrambe le parti hanno concordato "impegnarsi regolarmente per sollevare e discutere questioni chiave ".

Tuttavia, un problema che non è stato sollevato da nessuna delle due parti durante la conversazione è stata l'imposizione del 35% tariffa sulle esportazioni di olive nere dalla Spagna agli Stati Uniti

Asemesa ha affermato che la Spagna e l'UE dovrebbero sfruttare l'allentamento delle tensioni commerciali e convincere gli Stati Uniti a ritirare i dazi antisovvenzioni e antidumping inizialmente imposti ai produttori spagnoli nel 2017.

In combinazione con le tariffe sulle olive verdi, le misure antidumping e antisovvenzioni sono costate al settore spagnolo delle olive da tavola circa 135 milioni di euro negli ultimi 3.5 anni.

"Asemesa ritiene che l'UE dovrebbe approfittare di questo clima di intesa con il nuovo presidente americano per trovare anche una soluzione al problema della tariffa sulle olive nere ”, ha affermato l'associazione.

Gli Stati Uniti e la Spagna sono attualmente in attesa di una decisione dell'Organizzazione mondiale del commercio sull'opportunità di le tariffe hanno una base giuridica e può rimanere al suo posto. È attesa una decisione da parte di fine di giugno.

I funzionari di Asemesa vedono questo caso come un campanello d'allarme per altre industrie e sostengono che il fallimento di Spagna e Stati Uniti nel raggiungere un accordo negoziato potrebbe portare a cause future contro altri settori agricoli europei.

"È molto importante essere consapevoli che se l'OMC fosse d'accordo con gli Stati Uniti in questo caso, come nel caso Airbus, l'UE sarebbe costretta a restituire e ridistribuire tutti Politica agricola comune aiuti con criteri diversi ", ha affermato Asemesa.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti