` La produzione mondiale di olio d'oliva è destinata a diminuire del 20 percento - Olive Oil Times

La produzione mondiale di olio d'oliva è scesa al 20 per cento

Ottobre 10, 2012
Julie Butler

Notizie recenti

La produzione globale di olio d'oliva per il 2012/13 dovrebbe ammontare a circa 2.75 milioni di tonnellate, in calo di circa un quinto rispetto al massimo storico dello scorso anno di quasi 3.39 milioni di tonnellate, riferisce il Consiglio oleicolo internazionale nella sua newsletter di mercato di settembre.

Ma mentre il principale produttore spagnolo è il paese in cui la produzione diminuirà maggiormente - a causa delle rigide gelate durante l'inverno e poi di una grave siccità estiva - in Grecia è probabile un aumento stagionale del 18.6%.

E la Tunisia, che esporta il 70 per cento del suo olio d'oliva, si aspetta anche un raccolto eccellente, per un importo di 220,000 tonnellate, ha affermato il CIO.

Mercato mondiale dell'olio d'oliva

Le importazioni in Cina e Giappone stanno ancora crescendo fortemente e aumentano rispettivamente 31 e 18 percento, mostrano gli ultimi dati commerciali.

Mentre la crescita delle importazioni per gli Stati Uniti è più modesta al 7%, solo a luglio ci sono volute 33,322 tonnellate di olio d'oliva - il suo totale mensile più alto in questa stagione - facendo sembrare le tonnellate 5068 della Cina quel mese piccole.

I dati per i primi dieci mesi della campagna 2011/12 (da ottobre a luglio) mostrano anche che le esportazioni sono aumentate del 9% ciascuna in Russia e Brasile, ma sono diminuite del 7% in Canada e del 2% in Australia.

Osservando un aumento del 5% delle importazioni nell'Unione europea, il CIO ha affermato che la crescita "sembra sorprendente a prima vista, dato il livello eccezionalmente alto di produzione dell'UE nel 2011/12, ma può forse essere spiegato dalle aspettative di un raccolto scarso nel 2012/13 perché le importazioni hanno iniziato ad aumentare nel maggio 2012. "

Olive da tavola

La produzione di olive da tavola per il 2012/13 dovrebbe diminuire del 7% a livello globale rispetto alla stagione precedente, ma Grecia e Turchia si aspettano un aumento della produzione.

Se la Turchia raggiungerà la produzione prevista di tonnellate 410,000 in questo raccolto, passerà l'Egitto (tonnellate 300,000) al secondo posto dopo la Spagna in termini di maggiori produttori mondiali.

Le cifre di luglio mostrano che le importazioni di olive da tavola sono aumentate del 7% in Brasile e dell'1% in Australia e in calo del 7% in Russia e del 4% negli Stati Uniti.

Prezzi dei produttori

Prezzi dei produttori per olio extravergine d'oliva ha iniziato a salire bruscamente in Spagna alla fine di giugno, salendo del 39% raggiungendo una media di 2.59 € / kg alla fine di settembre. Il CIO ha affermato che la spiegazione più plausibile è che ciò è stato causato dalle aspettative di un raccolto inferiore lì.

"Ma va anche ricordato che i prezzi sono stati molto bassi in Spagna negli ultimi due anni del raccolto e che questo aumento li porta al livello di marzo 2008 ", ha affermato.

A € 2.90 / kg, il prezzo medio di EVOO in Italia è in calo del 9% rispetto allo stesso periodo della scorsa stagione, ma è comunque in aumento rispetto ai suoi € 2.38 / kg all'inizio di agosto.

Il divario tra il prezzo di olio d'oliva raffinato e l'olio extra vergine di oliva è attualmente di circa € 0.43 / kg in Spagna e € 0.42 / kg in Italia.

"I prezzi (EVOO) disponibili per la Grecia a fine settembre sono allo stesso livello dell'anno precedente (2.04 € / kg), ma anche in questo caso i prezzi sono aumentati negli ultimi due mesi, passando da 1.86 € / kg a fine luglio - all'inizio di settembre per raggiungere la cifra di € 2.04 / kg a fine settembre 2012 ”ha affermato il CIO.


Related News

Feedback / suggerimenti