` Gli esperti assaggiatori esaminano 700 oli d'oliva a New York - Olive Oil Times

I degustatori d'elite analizzano gli oli d'oliva 700 a New York

Aprile 18, 2013
Michael Goodwin

Notizie recenti


Fabienne Roux, dalla Francia, e Cesar Colliga dalla Spagna sono tra i giudici di 16 al panel di New York International Oil Oil Competition.

Alcuni dei Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York I partecipanti al programma del seminario si sono incontrati per una degustazione pomeridiana di olio d'oliva al Fairway Market, ma i giudici della competizione sono rimasti al International Culinary Center, Duro a lavoro. Mentre concorrenti, commercianti di olio d'oliva e partecipanti al seminario hanno apprezzato il bel tempo di oggi, i giudici hanno continuato il loro arduo compito al chiuso, campionando centinaia di oli.

Guidato dal dottor Gino Celletti, presidente del Monocultivar Olive Oil Council, una giuria di 16 giudici sta lavorando instancabilmente, assaggiando e esaminando gli oli d'oliva in tempo per annunciare i risultati domani sera.

Rappresentando 10 diversi paesi in Europa, Asia, Africa e Americhe, i giudici devono affrontare l'enorme sfida di selezionare i vincitori in 24 diverse categorie tra le voci di 22 paesi diversi.

Ognuno dei 700 è un olio extravergine della campagna di competizione. Per garantire una concorrenza leale, agli oli viene assegnato un codice casuale e mascherato con involucro opaco per il giudizio.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Ai partecipanti ai seminari di ieri è stata offerta una piccola finestra sul processo di degustazione ufficiale. Non solo il dottor Celletti ha parlato della scienza dei monovarietali, per i quali verranno assegnati molti dei premi di domani, ma il pubblico ha ascoltato anche i giudici Paul Vossen e Lina Smith.

Vossen, che attualmente dirige il panel di degustazione dell'Università della California, ha spiegato esattamente come un giudice analizza l'olio d'oliva in base al suo sapore. Il processo è strettamente connesso alla comprensione chimica dei componenti dell'olio. Solo con un palato raffinato e un profondo senso per le sottigliezze di fruttato, amaro e piccante, possono essere rilevati i minimi difetti.

Le voci, che competono per i premi in categorie basate su origine geografica, intensità e varietali, sono anche divise tra oli biologici e non biologici.

Dopo l'intera giornata di seminari di domani sul commercio di olio d'oliva, sul marchio e sui mercati globali, i vincitori saranno annunciati in una conferenza stampa, seguita dalla cena di gala. Sebbene rimanga poco tempo, la giuria d'élite di quest'anno finirà sicuramente in tempo per onorare le voci più meritevoli delle competizioni con il loro ambito riconoscimento.

Related News

Feedback / suggerimenti