`EVOO è al centro della scena mentre l'Expo di Milano finisce - Olive Oil Times

L'EVOO prende il centro del palcoscenico mentre l'Expo di Milano si snoda

Ottobre 26, 2015
Ylenia Granitto

Notizie recenti

Expo 2015 sta attraversando l'ultimo mese di eventi, traboccando di visitatori dell'ultimo minuto che si snodano attraverso le lunghe file per raggiungere i vari padiglioni e gustare cibo e cultura da tutto il mondo. E ora, l'attenzione è rivolta all'olio d'oliva.

L'Esposizione Universale è stata l'occasione per un'edizione speciale di Ercole Olivario, concorso nazionale dedicato ai migliori oli extravergine di oliva italiani.

- Laura De Parri, Cerrosughero

Ai partecipanti all'Expo è stata presentata una selezione di aziende con una storia di successo a Ercole Olivario. Il "Premium List 2015 ”era composta da 103 aziende provenienti da 17 regioni italiane - un catalogo di produttori e agricoltori che rappresentano l'eccellenza olearia italiana. Il ciclo di convegni, degustazioni, abbinamenti e cooking show ha coinvolto professionisti e amatori, cuochi e stampa.

Ercole Olivario aveva anche una prospettiva sociale all'Expo. Il valore universale dell'olio d'oliva come elemento unificante di pace e fratellanza è stato oggetto di un incontro dal titolo "Olive Tree, Guardian of the Earth, Guardian of Men ”che si è svolto nel padiglione della Santa Sede.

Durante l'evento è stato consegnato un cesto contenente 100 bottiglie di EVOO ai rappresentanti del Refettorio Ambrosiano, un'istituzione che unisce cibo di qualità e solidarietà nell'accoglienza dei rifugiati. Tutti i produttori partecipanti al concorso sono stati invitati a partecipare all'iniziativa inviando olio d'oliva a un centro di accoglienza per migranti nella loro regione - un piccolo gesto di fronte a un'enorme crisi, ma che può servire come appello alla responsabilità etica e sociale in il settore agroalimentare.

Laura De Parri gestisce la fattoria Cerrosughero a Canino, nel Lazio, dove viene prodotto l'EVOO DOP Canino monovarietale. "È una grande soddisfazione per noi essere selezionati per la Premium List ", ha affermato. "Siamo così orgogliosi di aver creato un prodotto di qualità nonostante le difficoltà incontrate lo scorso anno. Quest'anno le nostre olive sono perfette e ci aspettiamo un ottimo olio d'oliva ".

A proposito dello spirito di solidarietà che ha permeato questa edizione del concorso, De Parri ha aggiunto, "È stato toccante dare il nostro piccolo contributo per aiutare le persone che hanno affrontato tali difficoltà. Spero che tutti seguiranno questo esempio. "

Un altro produttore vincitore, Roberto Ranise, ha annunciato "Possiamo contare su una produzione maggiore e una qualità migliore rispetto all'ultimo anno della nostra Taggiasca. " Ha ricevuto diversi premi con l'EVOO fruttato leggero DOP Riviera Ligure, Riviera dei Fiori, prodotto in provincia di Imperia. "Sono lieto che i giudici di Ercole Olivario abbiano riconosciuto la nostra dedizione alla qualità nel corso degli anni. "

Un altro evento è stato organizzato da Pandolea - Women of Olive Oil - un'associazione di produttori ed esperti. Hanno presentato "Bruschetta o Merendina? ”- un progetto educativo sull'alimentazione sana e la cultura dell'olio d'oliva per gli studenti delle scuole elementari.

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti