` Si chiude a Gerusalemme la terza edizione di TerraOlivo - Olive Oil Times

Terza edizione di TerraOlivo Closes a Gerusalemme

Giu. 10, 2012
Liz Tagami

Notizie recenti

TerraOlivo, il concorso internazionale di olio extra vergine di oliva tenutosi a Gerusalemme, ha chiuso il venerdì ponendo nuove vette per la sua diversità di giudici e il numero e la diversità delle voci. Uno degli organizzatori, Raúl César Castellani, era contento.

"Abbiamo attirato il numero più vario di campioni e il gruppo di giurati più vario al mondo ”, ha affermato Castellani. "La scorsa settimana, assaggiatori professionisti di dieci paesi si sono uniti a noi per valutare 408 campioni provenienti da 17 paesi, forse 18 paesi, se riusciamo a far uscire una spedizione dalla dogana lunedì ".

139 campioni erano israeliani, mentre 269 oli - o il 66% dei campioni totali ricevuti e giudicati - provenivano da fuori dal paese. Al momento della stesura di questo articolo, 15 campioni erano rimasti nella dogana israeliana, di cui tre dall'Australia.

"Esiste un potenziale per valutare questi campioni lunedì mattina ”, secondo il coorganizzatore Haim Gan. "I produttori lavorano molto duramente per produrre un buon olio e si impegnano notevolmente per preparare i campioni per la spedizione. Sarebbe un peccato non dare loro tutte le opportunità di partecipare. Se riusciamo a far lavorare la logistica e mantenere il nostro annuncio programmato dei premi, faremo ogni sforzo per farlo ".

Sia 408 voci o 423 e se 17 paesi o 18, i numeri di quest'anno (con giudici da dieci paesi) hanno eclissato le precedenti edizioni dell'evento. TerraOlivo è stato aperto in 2010 con le voci 189 provenienti da paesi 14, e i giudici sono arrivati ​​da quattro nazioni per aggiungere alla giuria israeliana quell'anno.

Anche con tale crescita, il coorganizzatore Moshe Spak, direttore degli affari internazionali di TerraOlivo, non è stato del tutto soddisfatto. "Avevamo sperato di avere partecipanti da alcune nazioni arabe alla competizione di quest'anno. Diamo il benvenuto a Tunisia, Libano, Giordania, Egitto e tutte le altre nazioni produttrici di olio d'oliva. Se potessimo far partecipare tutti i paesi del mondo che producono olio d'oliva a TerraOlivo, solo allora sarò veramente contento dei nostri risultati ".

Gli eventi TerraOlivo continuano domenica con una conferenza di quattro giorni sull'olio d'oliva e la nutrizione al di fuori di Tel Aviv organizzata dal professor Zohar Kerem dell'Università ebraica con relatori provenienti da tutto il Mediterraneo. I premi per il concorso saranno annunciati durante una cerimonia durante la conferenza lunedì pomeriggio.


Raúl César Castellani e Haim Gan di TerraOlivo

Related News

Feedback / suggerimenti