`Fancy Food Show Rife con opportunità per le parti interessate dell'olio d'oliva - Olive Oil Times

Fife Food Show Rife con opportunità per le parti interessate di olio d'oliva

Giu. 4, 2014
Vanessa Stasio

Notizie recenti

Il mondo dell'olio d'oliva era ben rappresentato agli anni '60th annuale Summer Fancy Food Show a New York City. Produttori, esportatori, rivenditori e comitati di promozione di olio d'oliva provenienti da tutto il mondo si sono riuniti al Jacob K. Javits Convention Center di New York dal 29 giugnoth - Luglio 1st al grande evento che ha caratterizzato 180,000 specialità alimentari e bevande e attira oltre 24,000 visitatori.

Antonella Caroli

Tra gli espositori internazionali e nazionali dell'industria dell'olio d'oliva, molti partecipavano a questa mostra da anni, mentre altri esponevano per la prima volta. Tuttavia, le ragioni alla base della loro partecipazione a questo grande evento erano comuni a entrambi i gruppi: il mercato americano è fondamentale e lo spettacolo offre l'opportunità di creare e consolidare connessioni.

Mercato americano considerevole

Quasi tutti i presenti hanno espresso una profonda consapevolezza delle opportunità di crescita non realizzate in America, con un'enfasi particolare sul miglioramento della consapevolezza dell'olio d'oliva. Antonella Caroli, Sales & Export Manager per Antica Masseria Caroli, un produttore pugliese, ha dichiarato: "È un mercato importante. Vogliamo migliorare la conoscenza degli americani sull'olio d'oliva. C'è molta confusione e vogliamo spiegare in che modo gli oli d'oliva di qualità sono diversi ".

Savas Ozaltun

Altri espositori erano entusiasti di entrare in contatto con consumatori, acquirenti e gestori di categoria statunitensi dato l'interesse degli americani per l'olio d'oliva. Savas Ozaltun, direttore generale di Ravika, il marchio di olio d'oliva in più rapida crescita in Turchia, sa che c'è un grande potenziale negli Stati Uniti "Veniamo al Fancy Food Show da oltre cinque anni e abbiamo scoperto che gli americani sono sempre aperti a 'nuovo.' Hanno sete di scoprire nuove fonti di oli di qualità, soprattutto perché il mercato sta diventando saturo di oli provenienti da alcuni noti paesi [produttori] ”.

Una possibilità di connettersi

Gli espositori di olio d'oliva hanno tutti menzionato la parola "connessione "quando richiesto per i motivi per cui hanno partecipato al Fancy Food Show.

Antonio Arcis

Per quelle aziende che da anni hanno stand in fiera, la manifestazione offre una cornice ottimale per incontrare clienti e colleghi con i quali altrimenti comunicherebbero solo attraverso mezzi tecnologici. I rappresentanti della United Olive Oil Import Corporation, un'azienda di olio d'oliva a conduzione familiare di 100 anni dalla Sicilia, espongono alla fiera da oltre vent'anni. "Questa è un'opportunità per noi di riconnetterci con le persone con cui facciamo affari ", ha detto Tommaso Asaro, che si occupa delle vendite e del marketing per l'azienda. Antonio Arcis di Acorsa ha fatto eco a quei sentimenti; "Siamo presenti a questo evento da anni. Incontriamo clienti da tutto il paese. La gente si aspetta che siamo qui ".

Per i nuovi arrivati ​​allo spettacolo, c'era speranza di costruire affari e far conoscere il proprio nome. Carla Reis-Alves è direttore commerciale di Olivais do Sul, un piccolo produttore in Portogallo. Ha descritto il suo marchio come molto giovane e ha caratterizzato le persone che aveva incontrato fino a quel momento allo spettacolo "molto carino e molto aperto ”, ideale per un'azienda in crescita come la sua. Tony Fultz, che lavora nelle vendite per Olivamed, con sede in Ohio, ha detto che lui e il suo collega stavano cercando di farlo "ottenere il marchio ”e diffondere la parola sulla loro azienda.

Il Fancy Food Show ha anche presentato seminari e premi didattici che riconoscono l'eccellenza nei cibi e nelle bevande.

Jean-Louis Barjol (file)

Anche il direttore esecutivo del Consiglio oleicolo internazionale, Barjol, è a disposizione

Dopo aver parlato in un seminario mattutino intitolato "Comprensione dell'olio d'oliva ", Jean-Louis Barjol, direttore esecutivo del Consiglio oleicolo internazionale (CIO), è stato invitato a commentare la recente tendenza al ribasso delle importazioni di olio d'oliva negli Stati Uniti e in altri mercati importanti. A questo punto, ha affermato, l'aspettativa è che le importazioni nei principali mercati saranno probabilmente in calo del 7.5 per cento, ma è ancora troppo presto per sapere con certezza che sarà così. Ha menzionato che la Spagna ha registrato una produzione significativamente più elevata l'anno scorso come uno dei motivi per cui i numeri delle importazioni sono in calo.

Sulla posizione contro aromatizzato "Oli Extravergini

Barjol si è affrettato a sottolineare che non c'è una campagna del CIO contro gli oli aromatizzati, ma in realtà, un promemoria ai governi dei paesi membri per ristabilirlo "gli “extra virgin” non sono, per definizione, né aromatizzati né infusi. Ha detto che spetta ai governi indirizzare i produttori alle normative stabilite in materia di etichettatura. Quando gli è stato chiesto specificamente quale sarebbe stata la sua reazione a questo, ha risposto che sarà una questione di politica dei singoli paesi a determinare quale sarà la reazione dei produttori.

Cosa Barjol sperava di realizzare con il seminario mattutino

Il direttore del CIO ha affermato che l'obiettivo principale del seminario organizzato durante il Fancy Food Show era quello di sottolineare che il CIO è un "dream team "- un organismo istituzionale neutrale con cui chiunque nel mondo dell'olio d'oliva dovrebbe voler lavorare per attingere alla propria esperienza. Ha voluto rafforzare il messaggio che il Consiglio è un'organizzazione trasparente che rende pubblicamente disponibili tutte le sue analisi e iniziative.

Cosa c'è dopo la sua permanenza in carica

Quando gli è stato chiesto quali fossero i suoi piani dopo la scadenza del suo appuntamento di tre anni a dicembre, Barjol ha detto che c'era ancora la possibilità che fosse rinominato, quindi era troppo presto per dire quali fossero i suoi piani futuri.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti