`Oli d'oliva del mondo in mostra al Summer Fancy Food Show - Olive Oil Times

Oli di oliva del mondo in mostra al Summer Fancy Food Show

Giu. 1, 2014
Olive Oil Times STAFF

Notizie recenti

il 60th L'annuale Summer Fancy Foods Show è in corso presso il Jacob K. Javits Convention Center di New York City, che riunisce chef gourmet, produttori di specialità alimentari e acquirenti di tutto il mondo.

L'evento è ampiamente considerato uno dei più importanti nel suo genere, avendo introdotto nel mondo nomi famosi come Perrier, Ben & Jerry's ice cream e Terra Chips nel corso degli anni. Quest'anno erano presenti oltre 2,500 espositori.

Spesso messi in ombra dalle loro controparti in Italia, Spagna e Stati Uniti, i produttori di olio d'oliva di paesi come il Cile e l'Uruguay hanno colto l'occasione per condividere i loro prodotti con la folla molto esigente nella speranza di penetrare nel mercato statunitense, il più grande al mondo per l'olio d'oliva.

L'Uruguay è stato rappresentato quest'anno da cinque produttori in collaborazione con l'Uruguay Olive Oil Association (ASOLUR). Seguendo una strategia messa in atto negli ultimi anni, questi produttori hanno privilegiato la qualità rispetto alla quantità nella speranza di distinguersi dai nomi più affermati del settore.

"Il nostro impegno per la qualità è ciò che ci distingue. Usiamo ancora metodi tradizionali, raccogliendo i frutti uno per uno, elaborandoli quattro o cinque ore dopo il raccolto e seguendo tutti gli standard di etichettatura adeguati ", ha affermato Efe Darwin Marigliani di De La Sierra.

Passa a Pro.
La newsletter per i professionisti dell'olio d'oliva.

"Non produrremo mai un petrolio a buon mercato. Non ci interessa e non abbiamo la bilancia. Quello che possiamo produrre sono oli molto buoni con un eccellente rapporto qualità-prezzo ", ha aggiunto Alejandro Echevarría di Finca Babieca.

Anche quest'anno i produttori cileni di olio d'oliva hanno partecipato al Fancy Food Show, sperando di consolidare ulteriormente il loro posto di primo esportatore di olio d'oliva dell'America Latina negli Stati Uniti.

"Il Cile è emerso come uno dei più importanti stakeholder dell'industria alimentare a livello mondiale, sperando di essere tra i primi 10 esportatori in questo settore entro il 2020 e anche di affermarsi come uno dei pochi paesi al mondo in cui il settore alimentare ha un quota del PIL ", ha affermato Pedro Pablo Aresti, commissario per il commercio del Cile.

L'evento prevedeva anche, oltre a numerose degustazioni da parte dei singoli espositori, un seminario sull'olio d'oliva dal titolo "Comprensione dell'olio d'oliva "guidato da Eryn Balch, della North American Olive Oil Association (NAOOA), e Jean-Louis Barjol, direttore esecutivo dell'International Olive Council (IOC).


Related News