Preoccupazioni per la sicurezza alimentare nel Regno Unito rimangono nonostante il nuovo quadro delle ispezioni

Gli esperti in materia di politica alimentare temono che le nuove misure dell'Agenzia per gli standard alimentari non affrontino adeguatamente i problemi di sicurezza alimentare dopo la Brexit.

Agosto 17, 2017
Di Mary Hernandez

Notizie recenti

La Food Standard's Agency del Regno Unito è pronta a introdurre un nuovo quadro di gestione del rischio che spera possa affrontare i cambiamenti che dovrebbero verificarsi nella legislazione sulla sicurezza alimentare. Ciò avviene mentre il governo del Regno Unito procede con il suo piano di ritiro dall'Unione europea, che porterà anche a rimuovere se stesso dalla leadership dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare in soli 20 mesi.

Gravi rischi che gli standard di sicurezza alimentare diminuiranno se il Regno Unito cessa di adottare le norme di sicurezza dell'UE.- Esperti in politica alimentare

Molti decisori politici e ricercatori temono che la Brexit avrà conseguenze catastrofiche per gli standard di sicurezza alimentare del Regno Unito, con conseguenti leggi sugli alimenti rilassate e accordi commerciali che creano standard alimentari più bassi. Si teme che ciò finirà per inondare il mercato di prodotti importati economici e di bassa qualità da paesi con normative di qualità inferiore come la Cina e gli Stati Uniti.

Attualmente, un terzo dell'approvvigionamento alimentare del Regno Unito proviene dall'Unione europea e il ritiro del paese dall'UE significa che una grande partnership commerciale alimentare si è sciolta. Secondo la Food Standard's Agency, nuovi regolamenti sono in fase di elaborazione come parte di un approccio proattivo per affrontare i rischi presenti nell'attuale sistema di regolamentazione prima che si verifichi una crisi effettiva.

Si baserà su indicatori e dati per determinare il rischio presentato dalle imprese del settore alimentare, valutando il comportamento e la cultura delle imprese in questione. Questi nuovi regolamenti forniranno la garanzia normativa che l'agenzia Food Standard spera di migliorare gli standard e ridurre le seccature amministrative mentre impongono azioni contro le aziende che non rispettano.

Come parte di questo processo, le aziende dell'intera catena alimentare dovranno partecipare a un sistema di registrazione potenziato che richiederà loro informazioni più dettagliate. Questo verrà utilizzato per segmentare meglio le aziende e il sistema favorirà quelle con una storia di conformità, il che significa che dovranno affrontare ispezioni meno frequenti e robuste.

Nonostante queste misure, molti importanti ricercatori non si sentono abbastanza per affrontare il modo in cui la Brexit avrà un impatto sulla sicurezza alimentare nel Regno Unito. UN carta recente pubblicato da ricercatori di tre importanti università del Regno Unito, cita 16 importanti problemi che credono che il governo dovrà affrontare nel marzo 2018 "il potenziale per minacciare la resilienza e la sicurezza alimentare nel Regno Unito. "

La carta, "A Food Brexit: time to get real - A Brexit Briefing ", presenta il contributo di Tim Lang (professore di Food Policy presso il Center for Food Policy dell'Università di Londra), Erik Millstone (professore di Science Policy presso l'Università del Sussex's Science Policy Unità di ricerca) e Terry Marsden (professore di politica e pianificazione ambientale e direttore dell'Istituto di ricerca sui luoghi sostenibili presso la School of Regional Planning and Geography dell'Università di Cardiff).

Il documento avverte che il Regno Unito soffre attualmente di molte questioni relative a cibo, lavoro, agricoltura e approvvigionamento che saranno tutte drasticamente influenzate 'Brexit alimentare 'e le misure attuali non sono sufficienti per affrontare il prossimo impatto che ciò avrà su tutti gli aspetti della sicurezza alimentare.

Gli autori continuano affermando che ci sono "gravi rischi che gli standard di sicurezza alimentare diminuiranno se il Regno Unito cessa di adottare le norme di sicurezza dell'UE e accetta invece accordi di libero scambio con paesi con standard significativamente più deboli. "

Il Regno Unito ha già iniziato a negoziare un futuro accordo commerciale con i fornitori americani di pollame, latticini e carne che molti hanno sottolineato non soddisfano attualmente gli standard di qualità delineati dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare in quanto contengono pesticidi, aromi vietati e altro.



Related News

Feedback / suggerimenti