` La famiglia Aqallal, Atlas Olive Oils - Olive Oil Times

La famiglia Aqallal, oli di oliva Atlas

Dicembre 21, 2010
Lucy Vivante

Notizie recenti

La famiglia Aqallal produce olio d'oliva ai piedi delle montagne dell'Atlante in Marocco dal 1887, vincendo più premi di qualsiasi altro produttore della regione lungo la strada. La catena montuosa dell'Atlante, lunga circa 1,500 miglia, si estende attraverso il Marocco, l'Algeria e la Tunisia, separando l'Atlantico e il Mediterraneo dal deserto del Sahara. Desert Miracle, uno degli oli extra vergine di oliva premium di Aqallal, evoca le condizioni molto difficili in cui crescono i loro ulivi.

Atlante produce oltre un milione di litri di olio d'oliva all'anno, tutto extra vergine, con il marchio Les Terroirs de Marrakech, Desert Miracle e Arabesco. Tutto il lavoro viene svolto nelle tenute, dalla coltivazione e raccolta all'imbottigliamento e al confezionamento. Il tempo che intercorre tra la raccolta e l'estrazione può essere di soli 20 minuti e gli oli di oliva hanno un livello di acidità molto basso compreso tra 0.1 e 0.2 percento.

Gli Aqallal adottano rapidamente tecnologie e migliori pratiche da tutto il mondo. I sistemi israeliani di irrigazione a goccia vengono utilizzati per impacchettare l'acqua, la fusione delle nevi dell'Atlante, contenuta nei pozzi artesiani. Hanno costruito il primo bacino idrico coperto del Marocco, coperto in modo da evitare l'evaporazione dal sole, utilizzando le tecnologie di pompaggio tedesche. Nell'interesse della ritenzione idrica, hanno importato tonnellate di roccia vulcanica dall'America Latina per mescolarle nella loro terra. La maggior parte dei loro boschi sono ad alta densità e Atlas ha assunto consulenti spagnoli per elaborare il progetto. Atlas coltiva 600 ettari (1483 acri) di oliveti nelle loro tre tenute: Marrakech, El-Borouj e Beni-Mellal Olive Estate.

La tenuta di Marrakech è la dimora della quinta generazione di Aqallals. Questo è dove producono Les Terroirs de Marrakech, un olio d'oliva ottenuto dalla cultivar francese Picholine du Languedoc.

Le olive sono sia centenarie che appena piantate e sono anche separate nell'estrazione e nell'imbottigliamento. La tenuta produce circa 25,000 litri dai vecchi alberi, con ognuno dei 3,000 alberi che producono circa 60 kg di frutta. I nuovi 398,180 alberi, in impianti ad alta densità, producono ciascuno circa 6 kg di frutta per un totale di 450,000 litri. Nel 2009, il petrolio ha ricevuto il 3rd premiare nel Consiglio oleicolo internazionale Mario Solinas Quality Awards nella categoria fruttato verde. Nel 2009 e nel 2010, il petrolio ha ricevuto la medaglia d'oro ai Great Taste Awards di Londra.

Desert Miracle è prodotto nella tenuta di olive El-Borouj. Delle tre tenute, questa è all'altitudine più bassa di 320 m, e anche la più arida. Le cultivar di olive utilizzate sono l'Arbequina spagnola (97%) e la Dahbia marocchina (3%). Atlas produce 330,000 litri di ciò che chiamano loro "olio extra vergine di oliva extra premium. ”Nel 2009 Desert Miracle ha vinto una medaglia d'oro per la categoria media Arbequina al Concorso internazionale di olio d'oliva di Los Angeles.

Arabesco è prodotto nella Beni-Mellal Olive Estate. Le olive utilizzate sono le cultivar spagnole Arbequina (73%) e Arbossana (18%), insieme al greco Koroneiki (9%), per produrre 374,000 litri.

"Fare il miglior olio extra vergine di oliva in Marocco è un grande onore per noi e una grande responsabilità ", ha scritto Othmane Aqallal a Olive Oil Times. "È una sfida che affrontiamo ogni giorno perché crediamo nel valore della nostra forza lavoro e nella buona qualità dei frutti della nostra terroir. Produci solo "gran cru ”olio di oliva di alta qualità, fresco, pulito e salutare. È un puro succo di frutta! Diventi quindi ossessionato da qualità, aromi, sapori. Penetra nel tuo corpo, nella tua vita quotidiana. Eravamo orgogliosi di sostenere una tradizione di famiglia dal 1887. "
.
Ogni anno, Olive Oil Times elogia i risultati raggiunti dai produttori di olio d'oliva che apportano un contributo eccezionale all'industria. Questi individui o aziende stabiliscono gli standard di eccellenza che il resto del settore deve seguire e influenzano la qualità, la varietà, il valore e le informazioni educative disponibili per i consumatori di olio d'oliva.

Spesso questi leader hanno superato sfide formidabili e durature, o attraverso l'innovazione hanno trovato nuovi modi per far avanzare la qualità dell'olio d'oliva in una gamma di prodotti, nella loro comunità o in tutto il mondo.

Con un occhio al passato riconosciamo il produttore di olio d'oliva che è riuscito a preservare o diffondere l'eredità culturale dell'olio d'oliva. Guardando al futuro, onoriamo il produttore che lavora per garantire il posto dell'olio d'oliva nelle nostre vite e in quelle delle generazioni future.

Lo Olive Oil Times Il premio Producer of the Year può essere assegnato a un'intera organizzazione oa un particolare produttore di olio d'oliva. Ciò riconosce il fatto che la produzione di olio d'oliva può essere sia uno sforzo collaborativo che coinvolge molte mani sia un'espressione individuale della creatività personale.



Related News

Feedback / suggerimenti