Il miracolo della dieta mediterranea: porta a una lunga vita, protegge da malattie cardiache, cancro, diabete e obesità.

Ma sappiamo davvero cosa rende la dieta mediterranea così speciale? Si potrebbe inizialmente pensare che sia il flusso in corso di olio extravergine di oliva, ma è molto più di questo. La vera dieta mediterranea greca è benefica per molte altre ragioni.

Quando è iniziato tutto?

Riconosciuta come una delle diete più sane del mondo, la dieta mediterranea non è una creazione di qualche medico o nutrizionista, né è una moda passeggera, è un secolo
vecchio stile di vita alimentare originariamente seguito dalle persone che vivono nel bacino del Mediterraneo.

Tutto è iniziato quando il fisiologo dell'Università del Minnesota Ancel Keys ha studiato le diete e le abitudini di sette paesi negli 1950 (spesso indicati come Seven Countries Sudy), compresi Stati Uniti, Giappone e Grecia. Ha scoperto che gli individui provenienti dalla Grecia avevano i più bassi tassi di malattie cardiache e vivevano più a lungo nonostante avessero un apporto di grassi relativamente alto. Questa incredibile informazione è stata sufficiente per portare la dieta mediterranea dai piccoli villaggi della Grecia ai titoli delle città di tutto il mondo. In 1993, due greci, Antonia Trichopoulou, professore di medicina preventiva e nutrizione presso la facoltà di medicina dell'Università di Atene, e Dimitrios Trichopoulos, professore di Prevenzione del cancro e professore di epidemiologia presso il Dipartimento di Epidemiologia della Harvard School of Public Health, hanno sviluppato il Dieta mediterranea Piramide sotto gli auspici dell'Università di Harvard.

Da allora è diventato uno standard scientifico che ha spianato la strada a nutrizionisti, medici e specialisti per identificare ciò che è buono per noi e ciò che non lo è. Grazie a un numero sempre crescente di prove che la dieta può prevenire tutto, dalle malattie cardiache al cancro, la dieta mediterranea è ciò che definisce lo standard per una lunga vita e una buona salute.

Dov'è oggi?

Quando parli della dieta mediterranea oggi le persone di tutto il mondo sanno di cosa si tratta. Sono passati 15 da quando i due dottori Trichopoulos hanno sviluppato la piramide del Mediterraneo, e oggi puoi trovare ristoranti che servono prelibatezze di ispirazione mediterranea su quasi ogni angolo e prodotti alimentari greci in quasi tutti i principali negozi di alimentari. C'è anche un simbolo di imballaggio, Med Mark, progettato per aiutare gli acquirenti a identificare velocemente i prodotti dietetici della dieta mediterranea nei supermercati. E recentemente la dieta mediterranea è stata insignita dello status di patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Ma anche se la dieta mediterranea ha ottenuto riconoscimenti internazionali e maggiore popolarità in molti posti del mondo, non si può dire lo stesso del luogo di nascita. Un recente rapporto dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura mostra che greci, italiani e altre nazioni del Mediterraneo consumano più calorie, più grassi saturi e altro che seguire la dieta del loro antenato.

I ricercatori attribuiscono questo cambiamento alle abitudini alimentari non solo a un aumento del reddito, ma a diversi fattori quali l'aumento del numero di supermercati, le donne lavoratrici che hanno meno tempo per cucinare, le famiglie che consumano più spesso nei ristoranti fast-food e, naturalmente, meno esercizio. Tristemente oggi, un massiccio 75% della popolazione in Grecia è obeso o sovrappeso, un leader ironico nell'Unione europea.

Qual è la greco-Dieta mediterranea?

Se vivi fuori dalla Grecia, potresti pensare che la dieta greca sia composta da tutti quei gustosi piatti che trovi nei ristoranti greci come pastitsio, formaggio fritto (saganaki) e souvlaki. In realtà, questi alimenti hanno poco a che fare con la dieta tradizionale greca che è nota per le sue proprietà salutistiche. Quando parliamo della dieta mediterranea, ci riferiamo alle abitudini alimentari tradizionali degli abitanti dei paesi della regione mediterranea.

Tutti noi pensiamo all'olio d'oliva quando sentiamo il termine, ma in realtà sono molte altre cose. È caratterizzato da un'elevata assunzione di verdure, frutta e carboidrati complessi con la principale fonte di grassi dell'olio di oliva. Di conseguenza, è ricco di fibre, sostanze fitochimiche e antiossidanti. Tuttavia, non è una dieta vegetariana, in quanto la carne rossa è qualcosa da gustare una volta al mese, con la principale fonte di proteine ​​provenienti da fagioli e pesci grassi locali come sardine e acciughe.

Raccogliere i benefici della dieta mediterranea e della dieta tradizionale greca significa utilizzare gli ingredienti nutrizionali giusti nel modo giusto. In altre parole, l'aggiunta di olio d'oliva a tutti i tuoi piatti non farà il trucco; è necessario consumare una varietà di alimenti per vedere risultati sani.

Olio d'oliva

L'olio d'oliva è la caratteristica principale della dieta mediterranea greca. I greci consumano più olio d'oliva di qualsiasi altra nazione al mondo, un enorme 26 litri per persona all'anno. E anche se ha molti benefici per la salute, ha anche uno svantaggio: è un richiamo di calorie, il che significa che molte persone lo evitano per paura di ingrassare. In realtà, molte persone credono che l'aumento dei tassi di obesità nella regione mediterranea sia dovuto al contenuto di grassi ad alto contenuto di grassi della dieta. Tuttavia, Trichopoulou osserva che c'è stato un fraintendimento nel ruolo del petrolio nell'aumento dell'obesità nei paesi del Mediterraneo. Trichopoulou afferma che è il risultato di un'attività fisica inadeguata e di un surplus di calorie. In altre parole troppo cibo e non abbastanza esercizio. Certamente, l'olio d'oliva ha molte calorie, ma si può seguire una dieta che può includere l'olio pur restando entro i limiti normali. Ciò può essere ottenuto combinando l'olio d'oliva con le verdure, ottenendo quindi un piatto a livello calorico medio.

Va notato che la dieta mediterranea non è una dieta a basso contenuto di grassi, 40 percentuale delle calorie proviene da grassi, molto più elevata rispetto alla percentuale 30 raccomandata in una dieta convenzionale. Può essere troppo grasso? No, secondo Trichopoulou, finché il grasso viene dall'olio d'oliva. In effetti, diversi studi hanno dimostrato che una dieta a ridotto contenuto di grassi non era più efficace nell'eliminare l'aumento di peso, le malattie cardiache, il diabete o altre malattie croniche rispetto ad una normale dieta grassa. In altre parole, non aver paura dell'olio d'oliva, in realtà ti protegge.

Verdure

Sappiamo che le verdure svolgono un ruolo importante nella dieta greca ed è uno dei motivi per cui questa dieta è così salutare. Ma quanto mangiano davvero i greci e come lo fanno? I greci hanno avuto una storia di alto consumo di frutta e verdura. Anche se i greci non seguono esattamente la dieta mediterranea come era 40 anni fa, ci sono ancora molte caratteristiche di questa dieta presente oggi. Uno dei motivi per cui sono in grado di mantenere questo elevato consumo è il fatto che le verdure vengono consumate in modi 2, come insalata, ma soprattutto, e questo è ciò che le differenzia dalle
altre culture, come piatto principale.

La maggior parte dei greci consuma verdure come piatto principale 2-3 volte a settimana. Questi piatti sono un po 'come gli stufati e di solito sono fatti con verdure di stagione come fagiolini, melanzane, carciofi, cavolfiori e gombo. Fondamentalmente è una combinazione di verdure, erbe, pomodori e olio d'oliva. Questo piatto è chiamato lathera dalla parola greca lathi che significa olio. Normalmente viene consumato un grande piatto, che copre facilmente almeno porzioni di verdure 3-4. Inoltre, i greci hanno un numero enorme di ricette vegetariane a causa della scarsità di carne (in passato) ma anche a causa della religione. La religione greco-ortodossa richiede ai suoi seguaci di digiunare per oltre 180 giorni all'anno, questo consisteva nell'evitare i prodotti animali, il che significava che dovevano trovare il modo di avere gustosi deliziosi piatti vegetariani. Oggi la maggior parte dei greci digiuna una media di 10 giorni all'anno, ma anche così consumano regolarmente questi piatti "vegetariani".

fagioli

I fagioli sono un alimento dietetico perfetto. Sono ricchi di proteine, a basso contenuto di grassi, ricchi di fibre e soddisfacenti ed economici. Facile da preparare, bollito o da una lattina, può essere consumato con un tocco di olio d'oliva, limone, pomodori ed erbe aromatiche. Gli studi hanno dimostrato che il consumo di fagioli può proteggere da malattie cardiache e cancro e promuovere la perdita di peso in quanto sono una grande fonte di fibra che promuove la sazietà. I greci li consumano preparati con pomodoro, cipolla e olio d'oliva, e anche accompagnati con formaggio e pane.

Pesce

Sappiamo già che il pesce fa bene a te. Ma alcuni pesci sono più utili di altri. Tradizionalmente, i Greci consumavano pesci grassi, che sono ricchi di acidi grassi Omega-3, per lo più sardine e acciughe in quanto erano le scelte locali. Il grasso di questi pesci ci protegge dalle malattie cardiache, dall'artrite, dal diabete e persino dalla depressione. Si consiglia di consumare 3 once di pesce grasso 2-3 volte a settimana per soddisfare i nostri bisogni di acidi grassi essenziali. I pesci più piccoli hanno livelli inferiori di mercurio, rispetto ai pesci più grandi come il salmone, il tonno e il pesce spada.

Yogurt

La dieta tradizionale greca non includeva grandi quantità di latte, poiché molte persone nella regione mediterranea erano intolleranti al lattosio. Invece, hanno incontrato i loro bisogni caseari attraverso yogurt e formaggio. Oltre ad essere una buona fonte di calcio e proteine, lo yogurt contiene batteri "buoni" che sono benefici per il sistema gastrointestinale. I batteri in realtà rafforzano il sistema immunitario, aiutano la digestione e aiutano l'assorbimento di alcuni nutrienti.

Erbe, spezie e condimenti

Il sale della vita, le erbe e le spezie svolgono un ruolo molto importante nella cucina greca. L'olio d'oliva da solo non farà il trucco. I più comunemente usati sono aglio, limone, cipolla, origano, prezzemolo, alloro, menta, aneto, cannella, cumino e pimento. Le erbe contengono sostanze biochimiche che effettivamente lavorano per proteggerci dalle malattie croniche.


Altri articoli su: , ,