`Nikos Zachariadis, Cooperativa agricola di Kritsa - Olive Oil Times

Nikos Zachariadis, cooperativa agricola di Kritsa

Gennaio 20, 2011
Elena Paravantes

Notizie recenti

Molti l'hanno definito il migliore al mondo, ma fino a pochi anni fa il delizioso olio extravergine di oliva di queste aspre colline cretesi era praticamente sconosciuto, fino a quando Nikos Zachariadis non è entrato in scena.

Zachariadis è il presidente della Cooperativa agricola di Kritsa (ACK), una cooperativa che ha come membri oltre 900 produttori di olio d'oliva esperti. Tutti provengono dalla zona di Kritsa, un villaggio di Creta che ospita alcuni degli ulivi più antichi della Grecia.

I produttori di Kritsa hanno una devozione quasi religiosa per la loro produzione di olive- Nikos Zachariadis

Oggi la qualità di questo olio d'oliva è riconosciuta a livello internazionale. Ha vinto numerosi premi, in particolare il primo premio ai Mario Solinas Awards 2008 del CIO. Il primo ministro della Grecia, George Papandreou, è rimasto così colpito che ha fatto una visita speciale alle strutture della cooperativa, mentre giornalisti e professionisti della nutrizione si riversano da tutto il mondo per visitare la cooperativa e assaggiare lo squisito olio d'oliva. Alla domanda sul successo dell'olio d'oliva della cooperativa, Zachariadis risponde candidamente "I produttori di olio d'oliva di Kritsa hanno una devozione quasi religiosa per la loro produzione di olive, abbiamo una buona cooperativa, una gestione efficace con una visione e, naturalmente, un buon prodotto ”.

Zachariadis descrive l'innovativa modalità di produzione. "Tutti i residenti di Kritsa sono soci della cooperativa e applichiamo la molitura comune delle olive ", afferma. Tuttavia, la chiave per la qualità è il tempismo. "Le olive vengono molite insieme poco dopo essere state raccolte, e questo ha il vantaggio che le olive non rimangono in deposito per periodi di tempo prolungati, il che può comportare una maggiore acidità e la perdita di altre caratteristiche ", sottolinea. Attribuisce inoltre la raffinata qualità dell'olio al terreno e al microclima ideali della zona "l'ambiente secco e caldo con alti livelli di luce solare contribuisce al corretto sviluppo dell'olivo ”, aggiunge.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Ma basta avere un prodotto di successo? Aiuta, ma no, secondo Zachariadis. "Hai bisogno di una buona gestione, una visione, una guida e un buon prodotto ", sottolinea. Fino al 2005 questo olio d'oliva pluripremiato veniva venduto in semplici lattine di metallo e altri contenitori senza etichette alla gente del posto. Questa è una pratica comune in Grecia e di conseguenza molti buoni oli d'oliva potrebbero non godere del riconoscimento che meritano. Zachariadis riteneva che vendere un prodotto così eccellente in questo modo fosse criminale. "Credo che una cosa buona debba essere trattata bene ", sottolinea, e confronta a buon olio d'olivaa un prezioso gioiello. "Se un gioiello viene trascurato e nascosto, anche se prezioso, nessuno lo riconoscerà. Una volta impacchettato e presentato in modo attraente, acquista automaticamente valore e ottiene riconoscimento ", osserva Zachariadis. E questo è il filo del pensiero che ha avuto quando ha realizzato per la prima volta il valore di questo olio d'oliva sottovalutato della sua città natale.

Sebbene il prodotto sia considerato uno dei i migliori oli d'oliva nel mondo, Zachariadis ritiene che sia sottovalutato in termini di prezzo. "C'è una confusione tra i clienti sulle diverse qualità dell'olio extravergine di oliva. Ad esempio, il nostro olio d'oliva è spremuto a freddo, il che significa che maciniamo le olive a una temperatura compresa tra 26 e 28 gradi Celsius, qualsiasi cosa al di sopra di ciò è distruttiva ", spiega. "È a discrezione del produttore se durante la lavorazione delle olive vengono utilizzate temperature alte o basse. Quando si macina a una temperatura più alta, la qualità dell'olio viene influenzata negativamente, ma entrambi i tipi di olio hanno un prezzo simile ", conclude.

Zachariadis menziona il recente sforzo dei produttori di olio d'oliva di alta qualità di tutto il mondo per sviluppare una nuova categoria di olio d'oliva. "Abbiamo partecipato a una conferenza organizzata da UC Davis con la partecipazione di diversi produttori di alta qualità provenienti da Italia, Spagna e California nel tentativo di ridefinire l'ideale per l'olio d'oliva perfetto e creare una nuova categoria, l'olio extravergine di oliva " lui dice.

Zachariadis è diventato presidente della cooperativa nel 2005. Il suo successo può essere attribuito a uno stile di gestione e leadership che ha raggiunto dalla sua precedente carriera militare. "Quando sono tornato nella mia città natale e sono stato coinvolto nella cooperativa, avevo una certa visione per promuovere questo olio d'oliva superiore ", afferma con orgoglio. Successivamente, ha intrapreso alcuni passaggi strategici, che alla fine hanno portato al riconoscimento mondiale del petrolio. "Abbiamo agito con innovazione. Ho incontrato il presidente di Gea, una società privata di fama internazionale che vende e produce prodotti agricoli greci di qualità. Abbiamo sviluppato una nuova società Kritsa-Gaea. Questa è stata la prima volta che una cooperativa agricola greca ha collaborato con un'azienda privata ”, spiega Zachariadis. Da quel momento in poi lo sviluppo è esploso. "Grazie a questa partnership e alla rete che Gaea ci ha fornito, siamo stati in grado di svilupparci e diffonderci non solo al di fuori di Creta ma anche al di fuori della Grecia ", osserva. Ora il 70% dell'olio d'oliva di Kritsa viene esportato in paesi di tutto il mondo come Regno Unito, Stati Uniti e Germania, viene utilizzato in tutti gli aeroporti greci e verrà persino utilizzato nelle cucine di Disneyland.

Mentre è orgoglioso del riconoscimento mondiale ottenuto dall'olio di oliva di Kritsa, non può nascondere la sua delusione per la mancanza di promozione e riconoscimento in Grecia.  "Il contributo del governo è minimo in termini di sostegno e promozione dell'olio d'oliva come prodotto nazionale. Quando ci sono stati assegnati questi premi internazionali, il ministero non ne era nemmeno a conoscenza. In effetti anche se CNN e Rivista Times menzionato questi premi, non c'era nulla nei media greci ”, ammette tristemente Zachariadis. Tuttavia è positivo riguardo al futuro e soddisfatto degli sviluppi recenti. "Abbiamo avuto 2 incontri con il nuovo ministro dello Sviluppo regionale e della competitività e il nuovo governo ha mostrato un reale interesse per la nostra azienda ”, aggiunge.

Zaccaria afferma che sono ancora all'inizio dello sviluppo. "Il primo premio nel 2008 era solo uno strumento per spingerci nella giusta direzione ", osserva. I suoi piani futuri non sono grandiosi, ma semplici e onesti. "Il nostro obiettivo principale è che tutto l'olio che esce dalla cooperativa venga confezionato ed etichettato, garantendo un buon prezzo per i produttori ”, afferma. E per quanto riguarda la qualità, andrà solo meglio. Zachariadis crede che una volta che l'asticella sia stata alzata, ci sono certe aspettative e quindi l'olio d'oliva deve essere impeccabile, e con Zachariadis in carica questa è una scommessa sicura.

Related News

Feedback / suggerimenti