Salute

Aggiungi l'olio d'oliva, vivi più a lungo

Giu. 22, 2012
Di Elena Paravantes

Notizie recenti


Raccolta di vecchie donne a Plaza Corredera, Cordoba | Foto: Michael Cohen

Mentre sappiamo che l'olio d'oliva può proteggere da varie malattie croniche, non ci sono molte ricerche sulla sua associazione con la mortalità. In altre parole, il consumo di olio d'oliva può ridurre il rischio di morte? I ricercatori spagnoli hanno deciso di rispondere a questa domanda esaminando l'associazione tra olio d'oliva e mortalità nella popolazione spagnola con oltre 40,000 partecipanti.

I partecipanti provenivano dal sottogruppo spagnolo dell'European Prospective Investigation in Cancer and Nutrition (EPIC-Spagna), uno studio di coorte sulle relazioni tra dieta e cancro, così come altre malattie croniche, che si svolgono in 10 paesi europei.

Sono state raccolte informazioni da uomini e donne di età compresa tra 29 e 69, provenienti dalle regioni spagnole di 5. I ricercatori hanno analizzato l'associazione tra olio d'oliva e mortalità generale, nonché la mortalità per cause specifiche come le malattie cardiovascolari.

Dopo anni 13, i ricercatori hanno seguito i partecipanti e hanno scoperto che le persone che consumavano olio d'oliva avevano una mortalità inferiore. Più specificamente, gli individui che hanno consumato più olio d'oliva hanno avuto una riduzione percentuale 44 della mortalità dovuta a malattie cardiache e una riduzione percentuale 26 della mortalità complessiva rispetto a coloro che non hanno consumato olio d'oliva.

Quindi ora sappiamo che l'olio d'oliva nella dieta riduce le possibilità di morire per tutte le cause, ma soprattutto per le malattie cardiovascolari. Questo studio fornisce ulteriori prove del fatto che la sostituzione del grasso nella dieta con olio d'oliva ha un effetto protettivo.

pubblicità