Affari

$ 250M di alimenti falsi e scadenti sequestrati nell'operazione globale

In Danimarca, l'operazione si è concentrata su campioni di oli d'oliva venduti nei supermercati per verificarne la conformità alle normative sull'etichettatura. I risultati hanno mostrato che molti degli "oli di oliva vergini" testati erano miscele o lampante olio.

Le autorità in Indonesia hanno scoperto una fabbrica che produce una gamma di condimenti e salse finte in condizioni non igieniche. (Foto: Interpol)
Può. 9, 2017
Di Julie Al-Zoubi
Le autorità in Indonesia hanno scoperto una fabbrica che produce una gamma di condimenti e salse finte in condizioni non igieniche. (Foto: Interpol)

Notizie recenti

In un'operazione congiunta tra INTERPOL ed Europol, sono stati sequestrati 230 milioni di euro di alimenti e bevande contraffatti e scadenti. L'operazione, che è stata condotta in 61 paesi, ha svelato una vasta gamma di frodi alimentari attraverso prodotti che vanno dall'olio d'oliva ai beni di lusso e alle bevande alcoliche.

I criminali falsificheranno qualsiasi tipo di cibo e bevanda senza pensare al costo umano finché realizzeranno un profitto.- Françoise Dorcier, INTERPOL

L'operazione OPSON VI ha preso di mira i criminali dietro pratiche alimentari fraudolente e ha scoperto nuove tendenze nella frode alimentare. L'acqua minerale contraffatta era tra i prodotti falsi rilevati durante l'operazione globale.

In un comunicato stampa, Françoise Dorcier, coordinatrice del Programma per i beni illeciti e la salute globale di INTERPOL, ha dichiarato: “Questa operazione ha dimostrato ancora una volta che i criminali falsificheranno qualsiasi tipo di cibo e bevande senza pensare al costo umano purché realizzino un profitto . Mentre migliaia di merci contraffatte sono state messe fuori circolazione, continuiamo a incoraggiare il pubblico a rimanere vigili sui prodotti che acquistano ".

61 paesi hanno preso parte a OPSON VI dal 1 ° dicembre 2016 al 31 marzo 2017. Ogni paese ha effettuato le proprie operazioni nazionali coinvolgendo polizia, funzionari doganali, organismi di regolamentazione alimentare e partner del settore privato.

È stato effettuato un totale di controlli 50,000 su negozi, mercati, aeroporti, porti marittimi e aree industriali. Alla fine dell'operazione, 9,800 tonnellate di cibo, 26.4 milioni di litri di liquidi e 13 milioni di articoli erano stati sequestrati.

pubblicità




In Danimarca l'operazione si è concentrata sull'olio d'oliva. La Veterinary and Food Administration ha analizzato i campioni venduti nei supermercati per verificarne la conformità alle normative sull'etichettatura. I risultati hanno mostrato che molti degli "oli di oliva vergini" testati erano in realtà miscele, o lampante olio.

Anche le autorità norvegesi e austriache hanno testato campioni di olio d'oliva durante l'operazione. I loro risultati non sono stati resi noti, ma i dettagli saranno riportati entro la fine dell'anno.

I paesi partecipanti hanno ricevuto una formazione specifica Europol sulla qualità dell'olio d'oliva prima dell'operazione per aiutarli a individuare le frodi.

pubblicità

Le operazioni fraudolente nel settore alimentare sono state diffuse e diffuse. In Germania, i prodotti alla nocciola contenevano noccioline non dichiarate, mentre in Francia i cubetti di condimento finti venivano spacciati come marchio leader.



pubblicità


In Italia, l'acqua minerale e il vino sono stati messi in luce. Sono stati scoperti 266,000 litri di finta acqua minerale, confezionata in modo simile a un marchio registrato. È stato inoltre sequestrato il vino contraffatto in posa come un famoso marchio protetto.

In Grecia, cinque persone sono state arrestate in seguito alla scoperta dell'alcol di contrabbando dalla Bulgaria. Sono stati sequestrati circa 1,300 litri di vodka e whisky.

In Portogallo, le sarde oltre il loro apice erano confezionate in una pianta senza licenza. Nel frattempo, in Spagna, sono state vendute vongole non adatte al consumo umano.

In Irlanda, i criminali sono stati catturati in flagrante mentre trasportavano carne non refrigerata, non imballata e senza etichetta in un furgone insieme a tabacco e alcol.

I paesi 61 hanno partecipato a OPSON VI, in aumento rispetto a 57 in 2016. Questa era la sesta operazione congiunta consecutiva.